/ La Rapunzel dei libri (e non solo): "Quello che c'è tra noi" di Huntley Fitzpatrick

sabato 30 maggio 2015

"Quello che c'è tra noi" di Huntley Fitzpatrick

Cari lettori ecco a voi "Quello che c'è tra noi" di Huntley Fitzpatrick, noto come "My life next door". Un libro auto-conclusivo.
Titolo: "Quello che c'è tra noi"
Titolo originale: "My life next door"
Scrittrice: Huntley Fitzpatrick
Libro auto-conclusivo

I Garrett sono l’esatto contrario dei Reed. Chiassosi, incasinati, espansivi. E non c’è giorno che, a insaputa di sua madre, Samantha Reed non passi a spiarli dal tetto di casa sua, desiderando di essere come loro... finché, in una calda sera d’estate, Jason Garrett scavalca la recinzione che separa le due proprietà e si arrampica sul pergolato per raggiungerla.
Da quel momento tutto cambia e, prima ancora di rendersene conto, Sam inizia a trascorrere ogni momento libero con il paziente e dolce Jase, a cui piace fare tutto quello “che richiede tempo e attenzione”, come dedicarsi agli animali, riparare oggetti rotti e soprattutto... provare a far breccia nel cuore della sua diffidente vicina. Perché non c’è nulla di più appagante che riuscire a strappare un sorriso alla ragazza della porta accanto.I Garrett sono l’esatto contrario dei Reed. Chiassosi, incasinati, espansivi. E non c’è giorno che, a insaputa di sua madre, Samantha Reed non passi a spiarli dal tetto di casa sua, desiderando di essere come loro... finché, in una calda sera d’estate, Jason Garrett scavalca la recinzione che separa le due proprietà e si arrampica sul pergolato per raggiungerla.
Carissimi lettori, oggi vi parlo di un altro straordinario romanzo, più che un New Adult, direi che esso rientra nel genere Young Adult se prediamo in considerazione l'età dei due protagonisti. Non posso che dire cose belle di questo libro, eh già, prendetene nota, questo libro è una meraviglia. 
Ci troviamo un quartiere americano, più precisamente siano nelle vicinanze di due ville stile americano che si fiancheggiano, ma le due villette sono così diverse tra loro, infatti una è ben tenuta, ma poco vissuta, al contrario di quella al suo fianco, ricca di giocattoli sparsi per tutto il verde, brulicante di vita per i suoi abitanti. Le due ville sono abitate da due famiglie alquanto diverse, beh forse apparentemente diverse, perché i Garrett sono l'esatto contrario dei Reed, è vero ma questo non significhi che non ci sia qualcosa che attragga i Garrett e che sia dei Reed e viceversa, perché proprio lì sul suo balconcino c'è quella ragazza che da sempre ha affascinato Jase Garrett, e su quel balconcino con le gambe a penzoloni c'è Sam Reed che è sempre stata attratta dai rumori, dai colori che sprigionava la villetta accanto. 
"Ancor prima che venissero ad abitarci i Garrett, quello era il mio rifugio preferito, il posto dove andavo per riflettere. Ma da quel giorno divenne il posto dove andavo per sognare." Sam
"Devo ricordare quanto sono fortunato. I miei genitori non avranno un soldo, e le cose adesso vanno male, ma sono genitori fantastici. Quando eravamo piccoli, Alice chiedeva sempre alla mamma se eravamo ricchi: lei rispondeva che eravamo ricchi nelle cose che contano. Devo ricordare che ha ragione." Jase
Questa è l'immagina iniziale del libro, del loro pseudo incontro, perchè loro due, Sam e Jase, in realtà si conoscono da tempo, almeno conoscono le loro abitudini, come due buoni vicini di casa, peccato che non si siano mai scambiati una parola, perchè Sam è sempre stata rinchiusa in una bolla di vetro, sarebbe stato un vero problema far amicizia con i vicini, avrebbe significato non obbedire alla mamma, ma quella sera finalmente cambia qualcosa, è un piccolo passo per avvicinarsi, un piccolo incontro di tanti altri in cui i protagonisti, ancor più attratti tra loro, scoprono i loro sentimenti. 
"Bussano alla mia finestra, e quando mi giro vedo una mano posata sul vetro. Jase. Vederlo è come quando ricominci a respirare dopo aver incassato un pugno." Sam
Sam, pian piano, entra a far parte di quella famiglia chiassosa che sempre ha desiderato e trova, nonostante la sua età, la magia dell'amore in Jase. Non mi dilungherò nella storia, ma sappiate che nelle pagine si alternano scenette da romanticoni, sempre poco hot, ricordo che è un YA, carezze, coccole, abbracci, effusioni molto dolci e questo ha fatto si che il libro occupasse un piccolo posticino nel mio cuore, ed è diventato con tanta velocità uno dei miei libri preferiti. 
"Ho sviluppato una dipendenza dall'odore della sua pelle. Sono interessata a ogni dettaglio della sua giornata, il modo in cui analizza i clienti e i fornitori, riassumendoli così concisamente ma con empatica. Sono affascinata dal modo in cui mi guarda con un sorriso incerto mentre parlo, come se stesse asocltando la mia voce e al contempo assorbendo il resto di me. Sono soddisfatta dei lati di lui che conosco, e ogni nuova parte che scopro mi sembra un dono." Sam
Sapete, alle volte capita di innamorarsi di un libro fin da subito, fin dalla copertina o dalle prime pagine, un colpo di fulmine oserei dire, avviene raramente, molto raramente, ma è il caso di questo libro. Avevo già sentito parlare bene del romanzo da altre blogger internazionali, erano tutte, ma dico tutte, entusiaste della storia e della scrittrice, così che una volta giunto in Italia, anche le lettrici e blogger italiane hanno racconto più che bene del libro. Avevo paura di scrivere su di lui, perchè è stata una lettura così intensa che poco importava delle riflessioni post lettura, ma oggi so che scrivere su questa piattaforma è il posto in cui meglio posso esprimere le mie sensazioni post lettura e se dopo mesi ho ancora un ricordo così fervido nella mia mente di questo libro vuol dire che ha fatto centro nel cuore e non solo anche nella mia mente. Non ho amato solo i due protagonisti, ma come Sam mi sono innamorata di tutta la famiglia dei Garratt, dal più piccolo George alla più grande Alice, e ora non vedo l'ora di leggere il prossimo libro "The Boy Most Likely To" narrante la love story di Tim Maison (fratello della migliore amica di Sam) e  Alice Garrett (sorella di Jase) che sembra sarà pubblicato tra non molto dalla "De Agostini".
"Sento una fitta di dolore, come se dessi via una parte di me che non avevo mai offerto a nessuno." Sam
Non perdetevi questo splendore, un bacio, alla prossima.
La mia valutazione:

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!