/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recensione: "A fior di pelle" di Sophie Jackson

domenica 21 giugno 2015

Recensione: "A fior di pelle" di Sophie Jackson

Recensione di A fior di pelle di Sophie Jackson
Cari lettori, oggi condivido con voi questa piacevolissima lettura: "A fior di pelle" di Sophie Jackson, noto come "A pound of flesh", tratto dalla serie denominata come il titolo del primo romanzo.
La serie è così composta:
"A fior di pelle" ("A pound of flesh") #1
Love and Always #1.5
An Ounce of Hope #2
Recensione di A fior di pelle di Sophie Jackson
Titolo: "A fior di pelle"
Titolo originale:"A pound of flesh"
Scrittrice: Sophie Jackson
Serie: A pound of flesh #1


Dopo aver assistito all’omicidio di suo padre quando era solo una bambina, Kat da anni sogna il misterioso ragazzo che l’ha salvata dal fare la stessa fine. Ora, a 24 anni, Kat insegna letteratura inglese in un carcere di New York per onorare la memoria del padre, un sognatore prestato alla politica.
Tra i detenuti c’è Wes Carter, un ragazzo dal passato difficile, bello quanto pericoloso, misterioso e brillante, amante dei libri e della musica eppure così impulsivo da mettersi costantemente nei guai.
Tra loro cominciano a esserci scintille: ma Kat scopre presto che dietro le continue provocazioni di Carter, dietro quell’aria rude e quei modi bruschi c’è molto di più. E a rendere il loro rapporto ogni giorno più difficile è l’attrazione che esplode: immediata, intensa, fuori controllo.
Ma la famiglia di Kat e i suoi amici potranno mai accettare l’idea che nella sua vita ci sia un “cattivo ragazzo” come Carter? E la scoperta del ruolo che ebbe Carter la notte della morte del padre di Kat li costringerà ad allontanarsi o finirà per unirli ancora di più? 
Cari lettori, tra me e me ho posticipato la scrittura della recensione tante volte, perchè "A fior di pelle" è un libro così bello, emozionate e puro che nutro una sorta di timore a parlarne, a mettere le parole su carta. Sono certa che nessuna recensione, neanche la più poetica possa rendere giustizia alla bellezza del romanzo, difatti non ho resistito a lungo, subito dopo l'ultima pagina l'ho inserito tra i "My favourite books" (presso la vostra colonna destra).
Vi dirò, avevo un presentimento, temevo che il libro non mi prendesse data la storia che pensavo fosse pesante, ma si è dimostrato ben altro, è stato uno di quei libri che ti scombussola e che ti fa sorridere con gli occhi a cuore a causa della tenerezza, complicità, e immenso amore. 
"Eri tu che mi abbracciavi. Ricordo perfettamente il tuo profumo. Mi sussurravi di non aver paura. Ora so perchè la tua voce mi fà sentire così al sicuro. Le tue braccia...mi sembra di conoscerle da sempre. Così forti, protettive...Era scritto nel destino che dovessero stringermi. Mi sono mancate. Tu mi sei mancato. E' tutta la vita che mi manchi.""Anche tu mi sei mancata, la mia Peaches...""Per sempre." Kat e Wes
Il prologo ci porta indietro nel tempo, bensì 16 anni prima, al primo incontro, seppure in circostanze nefaste e terribili, di Wes o detto anche Carter e Kat, chiamata Peaches. Fin da piccoli il loro destino era già segnato, le stelle avevano già previsto che quei due ragazzini, l'uno ancorato all'altro, si sarebbero incontrati di nuovo e non si sarebbero mai più persi di vista. 
"Dobbiamo restituire parte della fortuna che abbiamo."
Kat è ancora scossa da quanto le accaduto nella sua infanzia, nonostante avesse solo nove anni, il tormento è ancora dentro di lei, i ricordi sono ancora forti e accesi come una fiamma vivida che stenta a spegnersi, così ogni notte è costretta a cacciar via quei incubi e quelle paure che la tormentano, fin quando un giorno, praticando il suo lavoro, non incontra un ragazzo misterioso che subito la attrae come una falena è attratta dalla fiamma. Attenta a non avvicinarsi troppo, Kat si impone di non pensarlo, di non avvicinarsi in "quel" modo a lui, perchè lei è lì per aiutarlo, per fargli trovare la retta via, non per innamorarsi. Sapete, in questa parte ho considerato un po folle Kat, beh perchè sarebbe da folli poter comandare i nostri sentimenti, quando nasce l'amore e la passione non può esser cacciata via, l'uomo può tante cose ma i sentimenti sono troppo forti, e la mente umana, il cuore dell'uomo non li può contrastare, respingerli e fingerne la loro inesistenza. In cuor suo, Kat sa che Carter, il temibile Carter, è parte di se, è quella metà che combacia perfettamente con il suo cuore, corre al suo ritmo. 
"Dimmi che mi vuoi. Dimmi che mi vuoi quanto io voglio te.""Se ti voglio? Peaches io non ti voglio...Io ho bisogno di te." Kat e Wes
Carter non avrebbe mai pensato che quella donna potesse fargli provare emozioni così sensazionali, così vivide e pure. Carter non avrebbe mai pensato di poter amare e essere amato così che scopre qualcosa di talmente potente che non può dimenticare o reprimere, il sofferenza è troppo forte, squarcia il cuore. La sua mancanza gli procura un dolore troppo acuto al suo corpo, alla sua anima e al suo cuore, non può lasciarla andare anche se lei meriterebbe qualcosa di meglio, molto meglio di lui, ma Kat, la sua Peaches gli appartiene. E' sempre stata la sua ancora di salvezza, il suo porto, il suo cielo stellato e la sua fortuna. Quando qualcosa non andava e si sentiva solo, Wes ricordava la ragazza dai capelli rossi e dal profumo di pesca e subito il suo mondo si trasformava, cambia angolazione e tutto sembrava più facile da affrontate. Non la conosceva ancora ed gli era entrato dentro, ora l'ha conosciuta, sa l'effetto che gli provoca al suo cuore, alla sua mente e al suo corpo e privarsi di quell'effetto paradisiaco è un inferno. 
Kat ha sempre avuto paura della vita, ma con Wes si sente al sicuro, al suo posto, è tutto quello che da sempre desiderava e ora sembra aver trovato il suo posto nel mondo, e la sua felicità inizia finalmente a sbocciare. Il loro amore, seppure troppo puro e immenso, non vive incontrastato, ritorna il passato, il presente e le paure, le difficoltà, ma entrambi mano nella mano sanno che affrontarle assieme sarà più semplice e meno doloroso, eviteranno di spezzarsi perchè l'amore sarà più forte del dolore. 
"Il loro amore andava oltre le parole , oltre la ragione, persino oltre loro due, era indescrivibile, inspiegabile, indistruttibile e ostinato. Era un legame che durava da sedici anni: anche se non si conoscevano, e avevano vissuto separati, erano sempre stati parte l'uno dell'altra, una parte silenziosa, essenziale, e lo sarebbero stati fino alla fine dei loro giorni."
Cari lettori, ho preferito non raccontare molto della trama, la storia la leggerete pian piano, ma mi sono soffermata sulle emozioni. La scrittrice è davvero brava a mettere assieme due protagonisti così ammirabili e bellissimi, inevitabile è l'innamoramento, due amici di carta che mi hanno tenuta sveglia la notte e che ho desiderato leggere e non smettere mai, il tempo volava, sfogliavo le pagine velocemente, ma non potevo sospirare prima di leggere la parola "Fine". Questo è un romanzo che ti resta impresso nel cuore, e so che, tra tanti libri, "A fior di pelle" avrà un posto speciale. 
Vi immergerete nell'amore totale, così straordinario e accecante da desiderarne uno così.
Capirete che questo libro è il TOP, perciò:


2 commenti:

  1. Ciao carissima!
    Sono finalmente riuscita a leggere questo libro che grazie a te ho conosciuto e mi è piaciuto tanto ma davvero tanto. La storia prende da subito, la trama emoziona tantissimo e l'ho trovata davvero intensa.
    Una lettura davvero stupenda e perfetta la tua recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, ma che bello sentirti di nuovo.
      Ti dirò che ho sentito la mancanza dei tuoi post e dei tuoi commenti.
      Beh questo libro è davvero bello, lo ricordo come se lo avessi letto poco fa, maaa <3 sono felice che ti sia piaciuto molto. Grazie ancora, scrivo quello che sento, si può sempre migliorare però xd
      Bacionissimi, Rapunzel

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!