/ La Rapunzel dei libri (e non solo): Recensione: "La prima volta che ti ho incontrato" di Pippa Croft

martedì 14 luglio 2015

Recensione: "La prima volta che ti ho incontrato" di Pippa Croft

"The first time we met" di Pippa Croft, della serie "The oxford blue series"
Cari lettori, eccomi qui per parlarvi dell'ultimo romanzo letto: "La prima volta che ti ho incontrato" di Pippa Croft, noto come "The First Time We Met", della serie "The oxford blue".


La prima volta che ti ho incontrato
Titolo: La prima volta che ti ho incontrato
Titolo originale: The First Time We Met
Scrittrice: Pippa Croft
Serie: The oxford blue
primo romanzo
La serie è composta da:
La prima volta che ti ho incontrato (The First Time We Met) #1
The Second Time I Saw You #2
Third Time Lucky #3
Quando Lauren Cusack, figlia di un senatore americano, arriva nel bellissimo Wyckham College di Oxford, spera sinceramente di riuscire a riattaccare i pezzi del suo cuore infranto da una brutta delusione d’amore buttandosi a capofitto nello studio. Ma all’improvviso piomba nella sua vita il nobile inglese Alexander Hunt e tutto cambia. Sexy, riflessivo, con un passato oscuro da cui vuole fuggire, quel ragazzo è proprio tutto ciò di cui Lauren non ha bisogno… eppure non può fare a meno di lasciarsi travolgere da lui. Alexander e Lauren sono consapevoli che dovrebbero restare il più lontano possibile l’uno dall’altra, ma il loro desiderio è così forte e intenso da superare ogni ostacolo. Riuscirà Lauren a conquistare una volta per tutte Alexander? E cosa ha a che fare Hunt con le forze speciali dell’esercito britannico? Quali misteri nasconde il suo passato
Dopo una bellissima giornata a mare, sotto l'ombrellone in compagnia di Lauren e Alexander, vi racconto di questo libro. Questo libro incarna l'ideale da leggere in spiaggia, infatti grazie ad esso ho trascorso una giornata in pieno relax, sulla mia sdraio, alternata da bellissime nuotate. La lettura è stata veloce, si compone di soli 23 capitoli e mi sono bastate pochissime ore per divorarlo, forse perchè è un concentrato di passione che non leggevo dai tempi di "Beautiful  Bastard" di Christina Lauren e perchè la storia è davvero intrigante ed interessante.
"Alexander Hunt è un problema, in ogni sfumatura che questa parola può avere, e devo scappare da lui prima di non riuscire più a scappare da lui." Lauren
Pippa, la scrittrice, ci fa allontanare dal nostro mondo perchè nel suo libro non si parla di comuni mortali ma di gente moolto ricca e parte di essa alquanto snob, ci condisce il tutto con due personaggi doc: Lauren, figlia di un politico americano, bellissima, sicura di se, intraprendente, ambiziosa, e Alexander, figlio del generale e Lord Hunt, appartenente all'aristocrazia inglese, con un portamento rigido e impeccabile, e altamente bellissimo e pericoloso. 
Alexander non può fare a meno di notare la bella e dolce americana, che per puro caso gli urta contro la schiena a causa di un bel scivolone sull'asfalto bagnato, così come anche Lauren, che ne resta del tutto pietrificata dinnanzi ai suoi muscoli di marmo e ai suoi occhi blu. E' proprio la passione a farli avvicinare, quella passione brulicante, irrefrenabile, incessante, che li conduce a fondersi tra loro. Non passa molto tempo che già si ritrovano a fare i conti con la vita dell'altro, perchè al di fuori della camera da letto, c'è ancora tanto altro.
"Ora, contro ogni previsione e buon senso, credo di essermi innamorata di un ragazzo che è la perfetta antitesi di ciò che avrei cercato: arrogante, privilegiato, aristocratico e pericoloso." Lauren
Seppure siano due ragazzi che provengono da famiglie ricche, appartenenti allo strato più alto della società, appartengono a due mondi così diversi che entrano facilmente in collisione tra di loro. Nonostante Lauren fosse stata avvisata, non avrebbe mai potuto pensare a quanto avrebbe dovuto affrontare presso la famiglia di Alexander, così che il loro mondo idilliaco sembra sbriciolarsi tra le mani e ritornare alla realtà è sempre molto duro.
Francamente, ho letto di un mondo che poco appartiene a me, e forse alla maggior parte dei lettori capiterà di sentirsi estraneo al mondo che vi viene raccontato, così che difficilmente potrà immedesimarsi nel protagonista e capire cosa provi dentro se stesso. Ma è del tutto evidente, almeno in Alexander, una lotta interiore. 
"Ciò che vedi è ciò che riconosci in me. Io vado dritto al sodo se devo ottenere ciò che voglio, costi quel che costi." Alexander
Il libro è narrato dal punto di vista di Lauren, perciò poco, se non quello che lei scorge in lui, possiamo capire di Alexander, perciò resterà pur sempre un protagonista alquanto misterioso fin quando non sarà lui stesso a parlare. Da quanto però letto non è impossibile cogliere la sua lotta contro se stesso, suoi padre, il destino, e tutto ciò che gli ha scombussolato la vita. Così che solo Lauren sembra essere quello spiraglio di luce, quel balsamo che cura tutte le sue ferite, infatti si coglie,nelle pagine del libro, quanto Alexander non possa fare a meno di Lauren, essendo per lui come aria fresca e libera. Lauren ha un potere inimmaginabile su Alexander, ha la capacità di fargli dimenticare i suoi problemi e il suo passato, che ancora la notte lo fa soffrire, infatti quando sono loro due, l'uno nell'altro, non esiste nient'altro, se non la pace, il rumore dei loro respiri e la totale tranquillità.
"Il suo respiro accelera appena posa le dita sulla mia schiena nuda, e sebbene il suo tocco sia leggero e delicato, sento la mia pelle incendiarsi." Lauren
Non posso, perciò, non ricordare il misterioso Mr. Grey, che provava le stesse sensazioni con la bellissima Ana. Pertanto il libro è davvero uno spasso per le fan delle "Cinquanta sfumature".
Vi ricordo che la storia si svolge in 3 libri, una trilogia insomma, tutta ruotante attorno Lauren e Alexander, e spero che la Newton Compton ci regali molto presto il proseguo del primo romanzo, che non vedo l'ora di leggere.
Sono molto contenta che la Newton Compton abbia portato in Italia questa serie, che consiglio vivamente a tutte le lettrici che si sono appassionate ai libri di E.L James, Sylvia Day, Jodi Elleen Malpas, e così via...
Vi lascio la mia valutazione complessiva:

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!