/ La Rapunzel dei libri (e non solo): Raccolta di citazioni: Luglio 2015

sabato 1 agosto 2015

Raccolta di citazioni: Luglio 2015

Miei cari lettori, ecco a voi una nuova rubrica, intitolata "Raccolta di citazioni", in cui verranno indicate le più belle citazioni tratte dei libri letti ogni mese. E' molto bello ricordare i libri che mi hanno tenuto compagnia nell'arco di 30 giorni e io li ricordo così:


"L'amore non si può controllare. Non puoi decidere tu quando farlo sbocciare." 
"E allora? Tutti abbiamo bisogno di un po di speranza, e se perdermi nelle pagine di un libro mi aiuta a sperare, continuerò a farlo, augurandomi che un giorno arrivi il vero amore. Prima o poi succede a tutti. Un giorno saremo talmente travolti dall'amore, che non riusciremo più a tornare indietro. " 
"Oh, io credo nell'amore, Kay. Sono convinta che ognuno di noi abbia un'anima gemella che ci ama per ciò che siamo. Altrimenti che senso avrebbe? L'amore è bello e libero da qualsiasi pregiudizio. Illumina la mente e lo spirito e rende ogni giornata, anche la più difficile, degna di essere vissuta. Chi non vorrebbe crederci?" 
"Sei una delle mie migliori amiche, ti voglio un sacco di bene e ti starò accanto. Avere un'amica significa non restare mai sole e poter contare, in ogni momento, su un muro di solidarietà ce ti protegge quando tutto attorno a te sta crollando. E io sarò quel muro." 
"Il problema dei ricordi è che non svaniscono mai. Puoi conservarli e riviverli, e se sono belli, come quelli che condividiamo noi due, ti fanno un gran bene." 
"Sai una cosa Mads? Devi lottare per l'amore, perchè quello vero non si trova facilmente. Non so chi sia quel ragazzo, o cosa sia successo tra voi, ma scappando non risolverai nulla. I sentimenti forti, la perdita, il dolore, la gioia e l'amore, ti seguono ovunque tu provi a fuggire. Puoi andartene in capo al mondo, ma l'amore ti seguirà anche li. Non è un luogo o un ricordo, è qualcosa che vive dentro di te, qualcosa che solo tu puoi sentire perchè è soltanto tuo. Non te lo lascerai mai alle spalle. Potrai attraversare Paesi e oceani, rifugiarti persino sulla luna, ma sarà sempre con te, resterà in un angolo oscuro del tuo cuore, aspettando solo che tu lo riconosca." 
"Perchè a volte lasciarsi andare è la chiave per godersi la vita." 
Tratte dal romanzo "Scommettiamo che ti faccio innamorare?" di Emma Hart (recensione)


"Se fossi un falegname, costruirei una finestra sulla mia anima. Ma la lascerei chiusa a chiave, così se provassi a guardare dentro, vedresti solo il tuo riflesso. E vedresti che la mia anima non è altro che il riflesso di te." 
"Semplicemente non riuscivo a toglierle gli occhi di dosso. C'era così tanta passione, così tanta intensità nel suo viso mentre guardava il palco e ascoltava quelle parole, che  proprio lì, proprio allora, mi innamorai di lei. E da quel momento  l'ho amata ogni secondo." 
"Il cuore di un  uomo non è un cuore se non è amato da una donna. Il cuore di una donna non è un cuore se non ama un uomo. Ma un uomo e una donna innamorati farebbero meglio a non averlo, un cuore perchè così non muore il giorno in cui si spezzerà."  
"A volte nella vita succedono cose che uno non ha programmato. E allora non c'è altro da fare che rassegnarsi e rivedere i propri piani."  
"Avvicino l'orecchio alla sua bocca e ascolto il suo respiro. E' la più bella melodia del mondo. La bacio. Naturalmente, la bacio. La bacio un milione di volte." 
"Ho imparato qualcosa sul mio cuore. Si può spezzare. Si può squarciare. Si può indurire e può diventare ghiaccio. Può fermarsi. Completamente. Può rompersi in un milione di pezzi. Può esplodere. Può morire. L'unica cosa che l'ha fatto ricominciare a battere? Il momento in cui tu hai aperto gli occhi." 
"Devo un sacco a mio fratello. Un sacco di grazie. Un sacco di mi dispiace. Un sacco di ti voglio bene. Ti devo un sacco, Will. Perchè hai preso il brutto della mia vita, e l'hai reso un po meno brutto. E il bello della mia vita? Il bello è proprio adesso." 
"Valgono tutto il dolore, tutte le lacrime, ogni errore...Il cuore di un uomo e di una donna innamorati? Valgono tutto il dolore del mondo."
 Tratte dal romanzo "Tutto ciò che sappiamo di noi due" di Colleen Hoover (recensione).

 "Pensi che finirà mai?"
"Cosa?"
"Il dolore."
"Non lo so...ma voglio pensare di si. Il tempo guarisce...quasi tutte le ferite." 
"Tu non sei una conquista, tu sei tutto per me! Sei il mio respiro, il mio dolore, il mio cuore, la mia vita". 
"Com'è possibile? Leggiamo per esplorare mondi nuovi, per immergerci in vite diverse dalla nostra...La saggistica non ha questo potere: non ti cambia come i romanzi. I romanzo sì che ti cambiano. Altrimenti vuol dire che non stai leggendo il libro giusto. Mi piace pensare che ogni romanzo che ho letto sia diventato una parte di me, abbia contribuito a rendermi la persona che sono oggi." 
"Ho bisogno di lui, è inutile negarlo. Devo stargli vicina, ho bisogno che mi consoli, mi provochi, mi irriti, mi baci e mi ami." 
"Di qualsiasi cosa siano fatte le nostre anime, la mia e la sua sono uguali." 
"Non è il dolore di cui ho letto nei romanzi. Questo dolore non è solo nella testa, ma non è un dolore fisico. E' una sofferenza dell'anima, che mi squarcia da dentro, e penso di non sopravvivere. Nessuno potrebbe." 
"Solo perchè non può amarti come tu vuoi che ti ami, non significa che non ti ami con tutto se stesso." 
"Torno sul letto da lei, la ragazza che mi ha fatto andare fuori di testa, che mi ha rubato il corpo e l'anima. Ma non li rivoglio indietro: ormai sono suo."
Tratte da "After 2, un cuore in mille pezzi" di Anna Todd (recensione).



"E' così incredibilmente sexy che per un instante mi lascia senza parole, ma poi riesco a riscuotere i miei sensi. Alexander Hunt è un problema, in ogni sfumatura che questa parola può avere, e devo scappare da lui prima di non riuscire più a scappare da lui." 
"Il suo respiro accelera appena posa le dita sulla mia schiena nuda, e sebbene il suo tocco sia leggero e delicato, sento la mia pelle incendiarsi." 
"Ciò che vedi è ciò che riconosci in me. Io vado dritto al sodo se devo ottenere ciò che voglio, costi quel che costi." 
"Ora, contro ogni previsione e buon senso, credo di essermi innamorata di un ragazzo che è la perfetta antitesi di ciò che avrei cercato: arrogante, privilegiato, aristocratico e pericoloso." 
"Di solito mi piace osservare le persone, mi dà spunti per i miei schizzi e una vaga idea di cosa passi per la mente dei veri artisti. Sono sempre stata convinta che si debba guardare il mondo da una certa distanza, per creare una grande opera d'arte o letteratura che lo sappia rappresentare, e che sia un bene allontanarsi dalla folla."
Tratte da "La prima volta che ti ho incontrato" di Pippa Croft (recensione).


"La sua voce è profonda e seducente, è come un cibo che non dovresti mangiare ma a cui non riesci a resistere. Il mio desiderio cresce. Il suo sguardo è bollente, mi fissa come se fossi di sua proprietà. Nessuno lo aveva mai fatto." 
"Poi china la testa e mi stampa un bacio veloce sulle labbra. Il cuore mi sta esplodendo. E' come se mi stesse marchiando. Come se mi stesse preparando a qualcosa di incredibile che potrebbe cambiarmi la vita. O distruggerla." 
"Voglio di più. Voglio che finisca, perchè soffro troppo, ma voglio anche che continui finché non sarà morta tra le sue braccia, consumata dal fuoco della passione. Lo voglio ora, ogni minuto, ogni secondo." 
"E' per questa donna che continuo a combattere! La prossima volta che salirò sul ring vincerò per lei. E voglio che tutti quelli che stasera l'hanno insultata le mandino una rosa rossa e le dicano che è da parte mia." 
"Per tutte le donne io sono un'avventura, ma per te non voglio esserlo. Per te voglio essere reale. Hai capito? Se vengo a letto con te, voglio che tu mi appartenga. Che tu sia mia. Voglio che tu ti dia a me, non a Riptide!" 
"Sei il mio unico pensiero, il mio unico sogno. I miei alti e bassi dipendono ormai solo da te, non più da me. Non riesco a dormire, non riesco a pensare, non riesco più a concentrarmi, ed è solo perchè voglio essere quello giusto per te." 
"Ogni piccolo dettaglio che scopro sul suo conto me lo fa amare ancora di più. E' una persona  complessa, un labirinto in cui desidero perdermi. E' il mio combattente, e io voglio lottare per stare con lui. Ma non so contro cosa. Se contro la paura dentro di me, o quella dentro di lui.  contro il suo lato oscuro." 
"Quelle due paroline, "ti amo", sono lì, dentro di me. Non ho mai amato nessuno, e non immaginavo che fosse così. E' il sentimento più incredibile, rigenerante e allo stesso tempo spaventoso che abbia mai provato. Dà dipendenza, come le endorfine." 
"Mi hai scelto, ancora prima di sapere che io avevo scelto te." 
"Sono tuo adesso. E non puoi più scaricarmi. Anche se sono un casinista, sarò sempre il tuo casinista."
"Non sei il mio casinista. Sei la mia realtà." 
Tratte da "Sei tu il mio per sempre" di Katy Evans (recensione).



"Continuavo a ripetere che non mi importava che cosa lui pensasse di me. Non volevo il suo cuore, dopotutto. Non ne faceva parte dell'equazione. Non era necessario che lui mi amasse e mi rispettasse perché tutto andasse come doveva. Avrei avuto ciò che volevo senza dovermi preoccupare di che cosa gli passava per la testa. No, non mi importava."  
"Avrei voluto non sentire quella corda invisibile che mi attirava a lui, che mi spingeva a toccarlo di nuovo. Avrei mentito se non l'avessi ammesso. D'altronde vogliamo sempre ciò che è male per noi stessi." 
"Quando avevo visto di nuovo Madoc mi si è aperto un buco al centro dello stomaco, dal quale venivo lentamente risucchiata. Il cielo diventava ogni giorno più nero e il cuore mi batteva sempre più lentamente." 
"Trassi un profondo respiro, desiderando che smettesse di toccarmi, desiderando di riuscire a staccarmi da lui. Ancora un minuto. Mi sarebbe bastato quello per sentirmi soddisfatta del calore che non avevo sperimentato per mesi." 
"Ma l'ho superata. Perché è questo che facciamo noi. Superiamo tutta la merda che questo mondo ci propina finché non diventiamo così forti che niente può più distruggerci." 
"Non devi arrenderti. Non devi mollare. Ci saranno altri amori." 
"Niente di ciò che accade sulla superficie del mare può attirare la calma dei suoi abissi. Nessuno può portarti via da te stessa, Fallon. Non concedere ad anima viva tanto potere." 
"Mi chiedo spesso se il passato appaia sempre migliore perché la gente odia il proprio presente, oppure se appare migliore perché effettivamente lo è. Espressioni come i "bei vecchi tempi" implicano che un tempo avevamo una qualità della vita più alta. In realtà, credo che tutto retrospettivamente sembra migliore. In fin dei conti, non avremmo mai l'opportunità di tornare indietro e vivere il nostro passato conoscendo quel che sappiamo oggi per testare questa teoria." 
"Non avevo dubitato di lui nemmeno per un momento, ne esitato quando mi ero chiesta se appartenevo a lui. Io appartenevo prima, io appartenevo ora, e sempre gli sarei appartenuta. Ecco tutto." 
"Io avevo smesso di crescere quando Fallon se n'era andata. E avevo ricominciato quando era tornata. Ognuno di noi deve avere qualcosa che ama. Qualcosa per cui lottare, qualcosa per cui vivere che abbia un senso e non sia solo un inutile fatica." 
"Gli presi il voto tra le mani per assaggiare le labbra che avevano il potere di rendermi prigioniera ogni volta che mi toccavano. Madoc possedeva il mio corpo, la mia anima e nessuno poteva ostacolarci."
 Tratte da "La mia meravigliosa rivincita" di Penelope Douglas (recensione).


"Come tutti in questo aeroporto, lei ha una destinazione, e forse sarà la prima tappa del viaggio alla scoperta di te. E dovrà imparare a sue spese che non sempre siamo padroni di noi stessi. Forse è necessario l'amore per gli altri per capire chi siamo."  
"Quando l'anima piange senza che il corpo la combatta è segno di dolore puro. È autentica resa, e in quel momento ho saputo quanto avesse profondamente amato mio padre." 
"La canzone mi aveva distratto. Pizzicava le corde e i muscoli dell'avambraccio in movimento erano in bella vista, lì dove era tatuata l'ala d'angelo. Le sue dita, forti e precise suonavano il pezzo alla perfezione, ma non aveva mai spostato le sguardo intenso da me, ma io ero persa a immaginare altri usi per quelle mani così abili. Terminata la canzone, sentivo una stretta al cuore e quello ormai familiare desiderio che provavo sempre in sua presenza." 
"Ho aperto le mani, allungando le dita sulla tastiera immaginaria, finalmente ho suonato la musica che mio padre aveva pregato che ascoltassi da bambina, una canzone di pace e completezza. Le mie brutte ma obbedienti mani l'hanno eseguita alla perfezione." 
"Impara a chiedere aiuto se ne hai bisogno... impara a riconoscere i momenti di difficoltà." 
"Devi insegnare al cuore e alla mente come cantare insieme...solo allora sentirai il suono della tua anima." 
"Tu sei tua madre e tuo padre. Tu sei le tue esperienze, le tue paure e l'amore che ti concedi di provare. Tu sei il tuo dolore, la tua gioia e le tue fantasie. Tu sei me, Shell, Will... e tutte le persone che ti toccano l'anima ma soprattutto tu sei te stessa, chiunque sia quella che sogni." 
"Stavo precipitando in una vita piatta e ordinaria quando mi è venuto incontro un amore sconvolgente è che cantava come un angelo. Perché non mi permettevo di lasciarlo entrare?" 
"Capivo come i nostri corpi combaciassero alla perfezione e come si muovessero al unisono... era assolutamente divino." 
"Il sentimento ha messo allo scoperto una sensazione nuova che non conoscevo in una relazione...la paura. E' una sofferenza contagiosa e ribelle che oscura la felicità che nasce  da un amore vero. Chi afferma che l'amore ci rende liberi è un pazzo. L'amore è il timore morboso e implacabile di perdere l'altra persona." 
"Per amare ci vuole coraggio e Will era la persona più coraggiosa che conoscessi." 
"Ho pianto a dirotto ma piano piano ho accettato l'ineluttabilità della morte e ho compreso che l'amore di mio padre era il suo lascito, e ora viveva in me. Stavo maturando e finalmente mi sentivo la persona che volevo essere." 
"Potete udire le risposte nella musica così come a me giungono dalla scrittura. A volte dobbiamo ricordarci di ascoltare il suono delle nostre anime."
Tratte da "Non aver paura di innamorarti" di Renée Carlino (recensione).



"Rimanere amici di una persona con cui si è andati a letto è un'arte e anche un pò una scienza. Io e Matt stavamo esplorando un territorio." 
"Mi resi conto che non volevo essere una di quelle che aspettano il principe azzurro. Non fraintendetemi, volevo trovarlo, ma nell'attesa mi andava bene anche incontrare qualche principe azzurro temporaneo. " 
"Quindi dobbiamo Sorbettare per tornale alla Sorbettabilità originaria?" 
"Se frequentare qualcuno fosse come fare le parole crociate...io ho sempre scritto a matita e Matt era la mia gomma. E adesso, tutto d'un tratto, ho l'edizione della domenica del "New York Times" e un pennarello indelebile." 
"Era un porto sicuro in un mare in tempesta, e non riuscivo proprio a immaginare di perderlo."  
"Lo strinsi più forte, come se la vicinanza potesse essere la cura per i suoi pensieri." 
"Il cuore mi martellava nel petto. Spinsi la mano con più forza, desiderando di potermela infilare dentro il petto per farlo smettere. Smettere di battere, smettere di farmi male, smettere di farmi scorrere del sangue bollente sul viso. Le lacrime continuavano a scendere." 
"Amore era conoscere qualcuno, conoscerlo davvero, e desiderare di starci insieme. Amore era tenere talmente tanto a una persona da anteporre i suoi bisogni ai propri. Amore era condividere passioni , storia, fiducia. Tutto questo, oltre alla ferma convinzione che la vita sia meglio con il tuo amore che senza. Che tutto quello che succederà dopo sarà più semplice, più felice, più ricco, e tutto grazie a lui." 
"Diventa responsabile della tua felicità. Diglielo. Provaci." 
"Adesso però guardavo tutto con un senso di possesso. Quei lineamenti, quello sguardo, quei movimenti sembravano far parte del mio cuore. Probabilmente era cosi' già da molto tempo, ma essermene resa conto era stato...illuminante. Le azioni e le scelte che avevo compiuto negli ultimi anni adesso sembravano più chiare. Avevo cercato di restare disponibile per lui, anche se lo avevo fatto in maniera inconscia. Era davvero ridicolo non essermene accorta prima."
Tratte da "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill (recensione).

"Ma cosa, in questa vita, è più personale dei libri?" 
"Bisogna incontrare le storie al momento giusto. Ricorda, Maya: le cose che ci colpiscono a vent'anni non sono necessariamente le stesse che ci colpiscono a quaranta, e viceversa. Questo è vero nei libri e anche nella vita." 
"Voglio che diventi una lettrice. Voglio che cresca in mezzo ai libri e con persone che s'interessano a questo genere di cose." 
"Quando prende un libro, la prima cosa che fa è annusarlo. Toglie la sovracopertina, poi se lo avvicina al viso, in modo che le risguardie coprano le orecchie. Di solito i libri profumano di sapone di papà, di erba, di mare, del tavolo della cucina, di formaggio o di una combinazione di alcune o di tutte queste cose." 
"Se si parla di politica, di Dio o dell'amore, la gente mente e lo fa pure in modo noioso. Tutto quello che ti serve sapere di una persona lo capisci dalla sua risposta alla domanda: Qual è il tuo libro preferito?" 
"Talvolta i libri non ci trovano finché non è il momento giusto." 
"C'è qualcosa di eroico nel fare il libraio, e c'è qualcosa di eroico nell'adottare una bambina." 
"Ti assicuro che, nella vita, quasi tutte le cose negative sono frutto di una tempistica sbagliata, e tutte le cose positive sono frutto di una tempistica giusta." 
"Tutto quello che posso dire è che insieme ce la caveremo, te lo prometto. Quando leggo un libro, desidero che anche tu lo stia leggendo. Voglio sapere cosa ne pensa Amelia. Voglio che tu sia mia. Posso prometterti libri e conversazione e tutto il mio cuore, Amy." 
"Forse nel mondo intero, in ogni istante, la misura della felicità è pari a quella dell'infelicità." 
"Il giorno in cui mio  padre mi ha stretto la mano, ho capito di essere una scrittrice." 
"Che differenza c'è tra un libro e l'altro? Sono diversi perchè lo sono, decide. Bisogna leggerne molti, bisogna crederci, bisogna accettare che ti deludano, perchè qualcuno, di tanto in tanto, ti possa entusiasmare." 
"Leggiamo per sapere che non siamo soli. Leggiamo perchè siamo soli. Leggiamo e non ci sentiamo soli. Non ci sentiamo soli. La mia vita è in questi libri. Leggili e conoscerai il mio cuore. Noi non siamo veri e proprio romanzi. Non non siamo veri e propri racconti. Noi siamo opere complete."  
"Maya, siamo ciò che amiamo. Siamo quello che amiamo. Non siamo le cose che raccogliamo, che acquistiamo, che leggiamo. Per tutto il tempo che passi qui, sulla Terra, siamo solo amore. Le cose che abbiamo amato. Le persone che abbiamo amato. E tutto ciò...penso che tutto ciò continui a vivere." 
"Sto solo dicendo che le librerie attirano il giusto tipo di persone. Brave come A.J. e Amelia. E mi piace parlare di libri con persone cui piace parlare di libri. Mi piace la carta. Mi piace la sensazione della carta, e mi piace sentire il peso di un libro in tasca. Mi piace anche l'odore dei libri nuovi."
Tratte da "La misura della felicità" di Gabrielle Zevin (recensione).

La raccolta di citazioni di luglio termina qui, ci vediamo sempre con questa rubrica tra 30 giorni, un bacio e buone vacanze. 
Rapunzel

2 commenti:

  1. È bellissimo! *.* io adoro le citazioni. Mi piace segnarmi le scene/frasi che più mi piacciono in ogni libro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AngelTany, anch'io. Leggo da ormai 4 anni a questa parte e non ho mai concluso un libro senza aver sottolineato o evidenziato parti o scene di esso. Inizialmente, quando ancora non avevo creato il blog, trascrivevo il tutto in un piccolo quadernino, ora con questa piattaforma è tutto più semplice. E' un bel modo per ricordare quanto mi sia piaciuto o meno un libro e allo stesso tempo può essere un modo per invitare lettori a comprare un libro. Un grande abbraccio xD

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!