/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recesione: 'Mi sono innamorata del mio migliore amico' di Kirsty Moseley

giovedì 12 novembre 2015

Recesione: 'Mi sono innamorata del mio migliore amico' di Kirsty Moseley

Salve a tutti voi, oggi è tempo di recensire. Ecco a voi  'Mi sono innamorata del mio migliore amico' di Kirsty  Moseley, noto negli USA con il titolo 'Always you'.
Titolo: Mi sono innamorata del mio miglior amico

Titolo originale: Always You

Scrittrice: Kirsty Moseley

libro autoconclusivo

Pagine: 288

Casa editrice: Newton Compton 

Data di pubblicazione: 22/10/2015

Riley Tanner ha un amico speciale, il migliore che una ragazza possa desiderare. Clayton Preston le dà molto sostegno, è leale, onesto, affidabile, gentile e pieno di attenzioni. È anche il ragazzo più ambito di tutta la scuola, ma loro due hanno sempre avuto un rapporto diretto e molto affettuoso, di pura amicizia, senza complicazioni amorose. Dopo che Riley è stata via un mese per una vacanza, però, le cose fra loro sembrano essere cambiate e la situazione si sta facendo sempre più strana. Lei comincia a guardarlo in modo diverso, non come dovrebbe fare una semplice amica. E come se non bastasse, a complicare ulteriormente il loro rapporto ci si è messo pure il nemico numero uno di Clayton: un rivale che negli ultimi tempi si sta interessando molto a Riley…
RECENSIONE
Non posso più temporeggiare, oggi devo parlarvi di questo romanzo, che, ahimè, ha lasciato dell'amaro in bocca. Per me non è mai facile iniziare una recensione, figuriamoci se devo parlare male del libro, ma in tal caso non ho scelta diversa.
Non pensavo potessi leggere un romanzo così sciocco, ripetitivo e pesante. La scrittrice mi aveva conquistata con il suo precedente romanzo, dal titolo 'Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto'. Alcuni di voi lo ricorderanno sicuramente soprattutto per il titolo eccessivamente lungo e alquanto banale, ma nonostante ciò questo romanzo, come potete ben leggere dalla mia recensione, aveva fatto breccia nel mio cuore. E' stato così romantico, così dolce e toccante che addirittura avevo il timore di finirlo in quattro e quattr'otto. Posso dire tutt'altro del romanzo appena pubblicato dalla Newton Compton della Moseley. Le mie aspettative sono state tremendamente deluse, che disdetta.
Inizio con il dire che questa recensione sarà molto breve perché nonostante avessi l'intenzione di portare a termine il romanzo ho detto a lui addio appena superato la metà. Chi mi conosce sa che molto raramente accade, soprattutto se ho speso i miei soldini per acquistare il libro, ma questa volta il mio animo da lettore mi ha imposto di chiude l'e-reader e dire basta a questi due protagonisti.
Non ho disprezzato totalmente il protagonista maschile, Clay, ma chi non ho potuto tollerare abbastanza è stata Riley, che nonostante i suoi 16 anni sembra averne molto meno, quanti? Direi 4 o 5  per quanto è piagnucolosa. In gran parte del libro, almeno per gran parte della mia lettura incompleta, ho letto di lei che piangeva o che combinava guai e subito dopo arrivava Clay che riparava ai suoi sbagli o che le asciugava le sue lacrime, eppure Clay ha solo qualche anno in più di Riley, ma sembra più maturo di lei.
Clay non è poi così male come protagonista, ma anche lui non mi ha conquistata. Insomma se già in un romanzo i personaggi non funzionano non c'è storia che tenga tale da farmi apprezzare il libro.
Senza contare che quanto più mi ha dato ribrezzo (è il termine giusto) è stata la parte in cui Riley viene osannata come una ragazza con bellezza divina. Tutti le muoiono dietro, tutti la vogliono, tutti sono innamorati di lei. Qualcosa di profondamente stupido dato che la realtà non può che essere diversa. Certo che può capitare che la bellezza di una ragazza faccia restar a bocca aperta molti ragazzi, ma questo non certo significa che la ragazza in questione sia madre terra e che tutti, ma dico proprio tutti, cadano ai suoi piedi. 
Altro aspetto del romanzo che ho poco tollerato sono i genitori di Riley. Piuttosto sembrano suoi coetanei. Quale genitore sano di mente manderebbe mai la figlia di 16 anni, sapendo quanto poco sia matura, a Las Vegas con i suoi amici e il suo fidanzato? Beh mia madre certamente non lo avrebbe mai MAI permesso.  Insomma tante, tantissime, incongruenze che hanno reso il romanzo privo di sostanza, insomma tutto fumo e niente arrosto. 
La sensazione che ho maturato, nel corso della lettura, è stato che questo romanzo fosse una bozza su cui poi è venuto fuori un lavoro di gran lunga migliore: "Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto". Forse non mi sono spiegata bene, lo ammetto. Insomma alla fine ho pensato che il romanzo che stessi leggendo, vuoi per le moltissime cose in comune con "Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto", fosse una bozza, insomma una storia messa su dalla scrittrice così d'acchito, sulla quale poi si è svolto un lavoro più pensato tanto da elaborare il romanzo che abbiamo letto a dicembre scorso.
Insomma non ho null'altro da dire circa il romanzo, ma avete capito quanto sia rimasta delusa da questo libro, che pensavo potesse conquistare il mio cuore da lettore. Pensavo vivamente di leggere di due protagonisti che sapessero farmi innamorare della loro storia ma non è stato così, per niente. Le mie paure si sono realizzate e per questo motivo sconsiglio la lettura di questo romanzo. Posso scriverlo a caratteri cubitali: SCONSIGLIO IL ROMANZO.
Vi lascio la mia valutazione complessiva:
Quest'oggi è tutto. Spero la mia recensione sia stata gradita da voi che leggete. Non sapete quanto mi dispiaccia parlar male di un romanzo ma non potevo farne a meno.
Voi cosa pensate in merito a questo libro? Lo avete letto? Aspetto i vostri commenti.
Un bacio, Rapunzel.

8 commenti:

  1. non è la prima recensione negativa che leggo di questo libro quindi mi sa che me ne tengo alla larga

    RispondiElimina
  2. Ho avuto le tue stesse identiche (e sottolineo identiche) reazioni ed emozioni!!! L'altro libro lo avevo trovato davvero carino (anche se a volte la protagonista non mi convinceva molto). Ho iniziato questo con tanta curiosità e le aspettative a mille, ma ben presto è arrivata la delusione! I primissimi capitoli non erano malaccio, ma poi le cose hanno iniziato a precipitare parecchio. Lei proprio non la potevo tollerare e come dici tu è impossibile che piaccia a tutti i ragazzi e sia l'invidia di tutte le ragazze! I genitori di lei assurdi (ma quando mai un padre dà dei soldi alla figlia minorenne per spenderli in un casinò?). L'unico che salvavo era Clay ma poi ho chiuso il libro quando anche lui è andato fuori di testa. Mi è scaduto moltissimo per quelle idee idiote che gli sono venute a Las Vegas. Ora come ora sarei pure io ad una stella, se non di meno, ma non so se riprovare a prenderlo in mano per terminarlo o meno =S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Valy, come puoi ben vedere, siamo sulla stessa linea d'onda. Condivido a pieno le tue parole. Io non ho coraggio a riprendere questo romanz, sia perchè non sono motivata a farlo sia perchè il tempo per leggere non è mai abbastanza e preferisco dedicarlo ad un romanzo che mi piace xD

      Elimina
  3. in confronto all'assurdità di questo, il primo è un capolavoro di narrativa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao anonimo, ben arrivato/a nel mio blog. Trovo che con queste brevi parole tu abbia colto il mio parere in merito al romanzo. E' un grande NO.
      Non nego che questo romanzo ha frenato in me il desiderio di leggere altro della scrittrice. Chissà, magari leggendo altre opinioni mi farò coraggio.
      Un saluto, a presto.

      Elimina
    2. Ciao Rosalba mi chiamo Silvia, scusami se mi sono permessa di scriverti senza presentarmi ma poiché condividevo il tuo pensiero l'ho fatto di getto solo dopo mi sono accorta della mancanza, comunque mi piacciono le tue recensioni e prima di acquistare un libro in genere vengo a vedere che cosa ne pensi tu! :D grazie infinite

      Elimina
    3. Ciao Silvia, sono contentissima del tuo commento. Non hai idea di quanto mi faccia felice leggere che le mie opinioni siano d'aiuto a qualcuno.
      Scrivimi quando vuoi, per qualunque cosa. Sarò molto contenta di leggere i tuoi pensieri, soprattutto quelli di getto, i più veri e sinceri. Condividere opinioni è sempre prezioso. Ti aspetto.
      Con questo ti abbraccio e ti auguro Buone Letture.

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!