mercoledì 17 febbraio 2016

Recensione: 'Non vorrei però ti amo' di Noelle August

Cari lettori, quest'oggi vi parlo della mia lettura più recente:  'Non vorrei però ti amo' di Noelle August (pseudonimo di Veronica Rossi e Lorin Oberweger), firmato Fabbri Editori Life, pubblicato in Italia l'11 febbraio 2016.
Titolo: Non vorrei però ti amo
Titolo originale: Boomerang
Scrittrici: Noelle August
Serie: Boomerang
1. Non vorrei però ti amo
2. Rebound
3. Bounce 
Casa editrice: Fabbri Editori Life
Genere: New Adult
Pagine: 352
Data di pubblicazione: 11/02/2016
Prezzo: 9.99€ cartaceo 13,52€ copertina rigida

Quando Mia si sveglia nel letto di un perfetto sconosciuto è ancora annebbiata dall’alcol e non riesce a ricordare nulla della notte appena trascorsa. Ma oltre a ignorare tutto di Ethan, il ragazzo che dorme al suo fianco, e delle ultime ore passate con lui, non sa che il taxi che condivideranno quel la mattina li accompagnerà incredibilmente nello stesso luogo: la sede di un sito di incontri, Boomerang, dove entrambi stanno per iniziare uno stage.
Dopo la presunta notte di passione, quella che avrebbe potuto trasformarsi in una bella storia d’amore rischia di morire sul nascere: Mia e Ethan, oltre a trovarsi in diretta competizione per attirare le attenzioni dei capi e ottenere l’unico posto di lavoro disponibile alla fine dell’estate, scopriranno a proprie spese che l’azienda ha una politica molto rigorosa e vieta qualsiasi genere di relazione tra i suoi dipendenti. Riusciranno i due ragazzi – affamati di successo ma forse anche desiderosi di innamorarsi davvero – a rimanere concentrati sul loro futuro, oppure la passione li trascinerà sotto quelle lenzuola dove tutto è cominciato?


RECENSIONE
In occasione della festa degli innamorati, San Valentino, la casa editrice ha pensato bene di deliziarci con una storia d'amore molto romantica, un vero gioiello per chi è innamorato dell'amore. 
Grazie alla disponibilità dell'addetta alla stampa Fabbri Editori, ho ricevuto questo romanzo qualche giorno prima della pubblicazione, tuttavia è stata una lettura lenta, terminata solo ieri.
Ebbene la lentezza, a parer mio, è dovuto dal fatto che non sono entrata in empatia con il romanzo fin dalle prime pagine. Non vi nego di aver maturato una certa curiosità in questa storia, perchè le prime battute inevitabilmente invitano il lettore ad approfondire la storia, ma la lettura si è protratta in modo alquanto lento per le prime cento pagine, e c'è solo un motivo per questo: non riuscivo a dimenticare il romanzo precedente, del quale vi ho cantato le lodi largamente nella sua recensione (per i più curiosi si tratta di 'La notte che ho dipinto il cielo di Estelle Laure. La recensione la trovate cliccando qui.). Dopo le prime cento pagine, leggere il romanzo è stato un gioco e un piacere inaspettato. Immaginate che avrò terminato il libro nell'arco di tre ore e mezza o quattro. Non l'avrei mai immaginato, ma si sa: non sempre c'è amore a prima vista. 
Al di là di questo inconveniente il libro è davvero bello, mi è piaciuto e non poco. Se non riuscivo a staccarmi dal mio (amatissimo) e-reader un motivo dev'esserci. Scopriamolo assieme.
Come vi dicevo, le prime, anzi primissime battute infondono nel lettore la curiosità di leggere questo romanzo, in quanto il lettore è catapultato nei pensieri di Mia, che appena apre gli occhi non riconosce la stanza da letto in cui si trova e soprattutto non conosce quel bel ragazzo, tutto muscoli, che le dorme accanto. Insomma Mia si trova completamente nuda, nel letto di un estraneo, non conosce come è finita nelle lenzuola dell'estraneo e non ricorda neanche il nome dell'uomo con cui la notte prima, si presume, abbia fatto scintille. Per completare, Mia ha un post-sbornia da smaltire proprio il primo giorno di lavoro. Un disastro, anzi no, una vera catastrofe universale. 
Non tutto il male vien per nuocere, infatti Ethan, l'estraneo, è un ragazzo d'oro, senza un quattrino, ma gentile, tenero e premuroso.
Ah-ah!!! Questo protagonista maschile mi ha colpito e non poco. L'ho trovato davvero carino, nei suoi modi, nei suoi gesti, insomma un uomo non interessato solo al sesso, che dà importanza ai suoi sentimenti e quelli degli altri. Ne abbiamo abbastanza dei maschietti sono bello-fighissimo-sono-il-dio-del-sesso e così Ethan è un protagonista singolare, che seppure evita di vantarsi e darsi delle arie, viene descritto come un uomo ben piazzato, MOLTO gradevole agli occhi, e soprattutto alquanto virile nei suoi attacchi di gelosia nei confronti di Mia. La gelosia di Ethan è dolcissima, un lato che non mi è dispiaciuto leggere in quanto ha reso, a mio modesto parere, tutto più vero, insomma più vicino alla realtà.
Le due scrittrici hanno creato non solo un protagonista non egocentrico ma anche squattrinato, che si impegna e lavora sodo per realizzare i suoi sogni. Insomma Ethan è un personaggio davvero bello, batterei il cinque alle due scrittrici per aver creato questo personaggio. Eccellente.
Anche Mia è un perosnaggio che vi piacerà. A me ha colpito il suo voler costruirsi da sola, immergersi nel mondo del lavoro solo grazie alle proprie forze, non spendendo il nome di sua madre. E' chiaro però che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare.
Ma in questa storia di certo non mancano gli inconvenienti, che impediscono ai due di continuare ad amoreggiare: sono due stagisti che concorrono per l'unico posto di lavoro. L'uno diventa il nemico dell'altro, qualcosa di pressoché impossibile. Lavorare a stretto contatto, con gli ormoni che impazziscono risulta difficile. La parola d'ordine sarà pazienza e tenacia. Non devono farsi coinvolgere dai sentimenti e dall'attrazione fisica, devono pensare solo al lavoro per accaparrarsi il posto. 
Riusciranno a mantenere una certa distanza e non lasciarsi andare ai sentimenti? Credete davvero possibile che a questa domanda si possa rispondere negativamente?...
Come un romance di tutto rispetto, il romanzo racconta una storia d'amore che lascia sognare i lettori. Un lettura fresca, spensierata, piacevole. Se siete in cerca di una lettura semplice, senza drammi, dove il fulcro è solo l'innamoramento allora questo è il libro che fa per voi. 
Tutto sommato il romanzo è da 3 stelline e mezzo, ovvero più che piacevole: 
Questo è tutto per oggi.
Vi chiedo se avete letto il romanzo o, in caso contrario, se la mia recensione vi ha incuriosito un po così da spingervi a leggerlo. Insomma, scrivetemi nei commenti. Vi aspetto.
Baci,
Rapunzel

4 commenti:

  1. Anche a me è piaciuto, anche se lo metto nei libri di passaggio, quelli che è molto bello leggere dopo romanzi impegnativi dal punto di vista emotivo. Sono una sferzata di energia positiva :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te. Una storia piacevoele e soft dal punto di vista emotivo non fa mai male. Spesso è quello che serve per riprendere a leggere dopo i momenti cosiddetti 'blocco del lettore'.

      Elimina
  2. Ciao cara,
    sono contenta che l'hai letto anche tu. E' un romanzo che mi è piaciuto davvero tanto, ma capisco quando dici che hai faticato quasi a concentrarti dopo l'ultima lettura. Quando si legge un libro che ci entra dentro veramente poi è molto difficile lasciarlo andare.
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu puoi capirmi come non mai. Tutto sommato, anche se non l'ho adorato tanto come te, ritengo che sia un bel romanzo, da consigliare ecco. <3

      Elimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!