/ La Rapunzel dei libri (e non solo): Recensione: 'La ricetta segreta per un sogno' di Valentina Cebeni

lunedì 14 marzo 2016

Recensione: 'La ricetta segreta per un sogno' di Valentina Cebeni

Cari lettori, quest'oggi recensisco un libro, gentilmente speditomi da Garzanti, parlo di 'La ricetta segreta per un sogno' di Valentina Cebeni.

Titolo: La ricetta segreta per un sogno | Scrittrice: Valentina Cebeni | Libro auto-conclusivo | Genere: Narrativa italiana | Pagine: 352 | Data di pubblicazione: 18/02/2016 | Casa editrice: Garzanti | Prezzo: 16,90€ cartaceo 9,99€ ebook

Il primo profumo che Elettra ricorda è quello del pane appena sfornato e dei biscotti speziati. Nella panetteria in cui è cresciuta ha imparato da sua madre che il cibo è il modo più semplice per raggiungere il cuore delle persone. Ma adesso che lei non può più occuparsi del negozio e ha lasciato tutto nelle mani di Elettra, i suoi dolci non hanno più questo potere. E tutte quelle domande rimaste in sospeso tra loro non hanno una risposta. Domande su un passato che la donna non ha rivelato a nessuno, nemmeno a lei, sua figlia. Elettra, persa e smarrita, sente di non avere altra scelta: deve fare luce su quei silenzi. Eppure in mano non ha altro che una medaglietta con inciso il nome di un'isola misteriosa, e una ricetta: quella dei pani all'anice che sua madre cucinava per sconfiggere la malinconia e tornare a sorridere. Proprio quei dolci le danno la forza per affrontare il viaggio verso l'isola del Titano, un pezzo di terra sperduto nel Mediterraneo la cui storia si perde in mille leggende. Se su un versante la vita scorre abitudinaria, sull'altro solo cortei di donne vestite di nero solcano stradine polverose che portano al mare. Un luogo in cui ogni angolo nasconde un segreto, una verità solo accennata. Un luogo in cui risuona l'eco di amori proibiti e amicizie perdute. Ma Elettra non ha paura di cercare, di sapere. Deve scoprire come mai il vento dell'isola porta con sé gli stessi sapori della cucina di sua madre, la stessa magia dei suoi abbracci che la facevano sentire protetta quando era bambina. Deve scoprire il legame tra la donna più importante della sua vita e quel posto. Perché solo così potrà ritrovare sé stessa. Solo così Elettra potrà credere di nuovo che cucinare è un gesto d'amore e che davvero esiste una ricetta per non dimenticare mai di sognare. La ricetta segreta per un sogno è un caso editoriale internazionale venduto in tutta Europa. Un romanzo indimenticabile sul potere del cibo e sulla forza del passato. Un romanzo capace di trasportare su un'isola affascinante e segreta in cui tutto è possibile. Un romanzo su una donna alla ricerca delle proprie radici.


RECENSIONE
Eccomi a scrivervi di  'La ricetta segreta per un sogno' di Valentina Cebeni, un libro letto tutto d'un fiato, durante una brutta influenza. Ecco il lato positivo di stare a letto, a riposo per la guarigione.
La scrittrice, Valentina Cebeni, ci racconta subito di Elettra, la protagonista, che deve fare i conti con la realtà: sua madre è in coma e lei devi occuparsi della panetteria, ma la cucina non è il posto di Elettra. Infatti, Elettra ha sempre sognato per se un futuro diverso: studiare all'estero per diventare una giornalista, ma ora deve riporre i suoi sogni in cassetto e prendersi cura di sua madre e della panetteria. Quella panetteria, una volta regno di profumi e cibo invitanti, ora ha perso quel pizzico di magia che solo Edda sa creare. Elettra non conosce il segreto di Edda, come è possibile che i suoi panini non sono come quelli di sua madre?
Senza Edda, la panetteria ha perso i suoi clienti ed Elettra ha dentro se un senso di colpa, quello di non esser brava quanto sua madre, all'altezza di portare avanti quanto Edda le ha lasciato.
Talvolta la vita ci pone dinnanzi a sfide ed ostacoli, così Elettra si trova sola senza saper cosa fare, fin quando una donna misteriosa, che porta con se l'odore familiare dei panini all'anice, non le suggerisce di offrire i panini alla Santa, a cui è tanto devota sua madre, e di giungere presso l'Isola del Titano, dove tutto è iniziato.
Elettra capisce che è arrivato il momento di conoscere chi sia veramente sua madre, quella donna che non le ha mai raccontato nulla del suo passato.
Ed è in quest'isola che Elettra conoscerà quelle parole che sua madre non le ha mai rivolto, sarà messa dinnanzi alla verità, nuda e cruda, il tutto accompagnato da un amore inaspettato e tanto desiderato. Un romanzo questo alla ricerca di se stessi, delle proprie radici. Perché la vita è inaspettata.

Un romanzo ricco di mistero, che invita il lettore a proseguire la lettura e a non mettere giù il libro. Ho apprezzato non poco le descrizioni di luoghi e profumi, così accurate da sembrar vivide. Mi è sembrato di dimenticare i malanni e di essere lì, in quell'isola, con Elettra, fin dal suo arrivo. Ho gradito lo stile della scrittrice, fluido e poetico nei punti giusti. 
Semplice è stato immedesimarmi in Elettra, nelle sue paure, nei suoi sentimenti e quello che più mi ha colpito è stato il suo coraggio nell'affrontare il presente e il passato, che pian piano le viene svelato. 
Un altro punto a favore del romanzo è stata la narrazione, la scrittrice ha saputo tessere un racconto in cui ha intrecciato con maestria le due storie, presente e passato e questo è stato un vero e proprio escamotage per tenere incollato il lettore alle pagine. La curiosità di andare a fondo nella storia e di trovare risposte ai miei perché e quelli di Elettra ha fatto sì che questo libro lo iniziassi e portassi a termine in pochissime ore. Nonostante le 352 pagine, la Cebeni mi ha portato in un'isola ricca di misteri con una storia da svelare, quella di Edda ed Elettra.
Questo romanzo è stato molto piacevole. Immergermi nelle vite di queste donne è stato facile e molto bello.  Spero di leggere dell'altro della scrittrice.
Con questo augurio, termino la recensione, valutando complessivamente il romanzo come:

A recensione terminata, vi rivolgo le solite domande: avete letto questo romanzo? Lo leggerete? Cosa pensate al riguardo?
Curiosa di conoscere le vostre opinioni, vi aspetto nei commenti.
Un bacio e a presto, lettori.
R.

6 commenti:

  1. Ce l'ho in lista questo libro, sembra esattamente come l'hai valutato tu: piacevole e delle volte delle letture così ci vogliono proprio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Ho letto questo libro proprio nel momento adatto. Ero febbricitante e costretta a restare a letto. Non sono capace di girarmi i pollici, così ho divorato questo libro.
      Te lo consiglio xD

      Elimina
  2. E' un libro presente nella mia wish list! :) Prima o poi lo comprerò :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, consiglio questa lettura, magari dopo che le leggi mi racconti le tue considerazioni al riguardo.
      Buona lettura.
      Il tuo nome utente mi incuriosisce, passo da te.
      Un saluto xD

      Elimina
  3. Ciao! Il libro è anche nella mia lista ma ero un po' titubante a causa delle descrizioni che per alcune lettrici sono state un po' noiose.... Per te invece sono state così accurate da farti immergere ancor più nella storia...
    A questo punto credo che sia doveroso leggerlo per farmi un'opinione tutta mia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erin, a me le descrizioni sono piaciute, magari è lo stile della scrittrice a fare la differenza.
      Magari leggilo in ebook se hai paura che non ti possa piacere.
      Un bacione <3

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!