/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recensione: 'La chimica segreta degli incontri' di Marc Levy

venerdì 1 aprile 2016

Recensione: 'La chimica segreta degli incontri' di Marc Levy

Cari lettori, oggi vi parlo di 'La chimica segreta degli incontri' di Marc Levy, edito da Rizzoli, a marzo 2012. Magari vi chiederete come mai ho ripescato un libro dalla mia libreria. Eh bene, anche se avevo letto questo libro non lo ricordavo, non nei minimi dettagli. In occasione della pubblicazione del nuovo romanzo dello scrittore: 'Lei & Lui', appena ieri, ho deciso di riprendere questa storia, e come pensavo è stato un bene.
Titolo: La chimica segreta degli incontri | Titolo originale: L'étrange voyage de monsieur Daldry | Scrittore: Marc Levy | Libro auto-conclusivo | Genere: Letteratura straniera | Pagine: 360 | Casa editrice: Rizzoli | Data di pubblicazione: 03/03/2012

Inghilterra anni Cinquanta. Alice ha trent'anni, amici e sogni in abbondanza e un angolo di cielo tutto per sé: quello che la sveglia ogni mattina inondando di luce il lucernario del suo appartamento londinese. Il suo lavoro è creare profumi, audaci miscele di essenze, ricordi, suggestioni in grado di evocare sensazioni uniche in chi le indossa. È un gelido pomeriggio d'inverno quando, al luna park di Brighton, resta turbata dalle parole di una vecchia zingara. L'uomo della sua vita, le rivela la donna, ha appena sfiorato il suo cammino. Per ritrovarlo, Alice dovrà intraprendere un lungo viaggio, incontrare sei persone ancora sconosciute, e apprendere chi è davvero. Solo così potrà conoscere l'amore, quello che dura per sempre, e scoprire il senso di un passato che non aveva mai immaginato di avere. Alice non è tipo da credere alle favole, tanto meno alle chiacchiere di una finta veggente. Eppure si sorprende pronta a partire, insieme al burbero vicino di casa signor Daldry, alla volta di Istanbul, la città dove Oriente e Occidente si confondono e dove le due vite di Alice forse potranno finalmente incontrarsi.

RECENSIONE

Penso che i libri non sono fatti per stare in libreria, ma per esser letti. Spesso e volentieri mi capita di ritornare su una lettura già affrontata, magari quelle che hanno lasciato un ricordo piacevole dentro me. De 'La chimica segreta degli incontri' non ricordavo nulla, perciò, perchè non rileggere il romanzo?
Come spesso accade con le storie di questo scrittore, la lettura è terminata con grande soddisfazione. E' incredibile come questo scrittore sappia toccare le corde del mio cuore. Resterete incantati dalla sua penna ma soprattutto resterete increduli su come una semplice storia, come quella di Alice e Mr. Daldry, riesca a coinvolgervi, risucchiando il lettore nella trama.
Insomma, avete capito che sono molto entusiasta di parlarvi di Alice e del signor Daldry.
Alice è una profumiera, vive a Londra, nel suo appartamento, accanto a quello del signor Daldry. La sua vita è fatta di odori, qualsiasi ricordo è legato a un odore, ed è per gli odori che vive Alice. Ama creare nuove fragranze, combinando gli aromi ed estratti tra loro, come una chimica, ma un giorno perde l'estro creativo. Il suo 'blocco' purtroppo dura da giorni, se non mesi, ma grazie ai suoi più cari amici Alice non è sola.
La sua vita cambia quando una sera, si fa predire il futuro da una veggente. Giudicandola pazza, Alice non crede alle sue parole. Non crede che l'uomo della sua vita le sia appena passato alle spalle e che lo incontrerà dopo aver conosciuto altri sei uomini. Non può credere alle fandonie di quella donna, soprattutto a quella che mette in dubbio la sua famiglia d'origine. Stando alle parole della 'vecchia pazza', Alice sarebbe nata ad Istanbul.
Alice non può dar credito a quanto le è stato detto, ma le parole di quella donna la turbano. Non è facile mandare già quelle parole, ritornano nei suoi sogni, tempestati da incubi, e quando non ci sono, la sua mente viaggia, incapace di assopirsi. L'animo inquieto della donna non passa inosservato al signor Daldry, che a causa delle sottili mura, che separano il suo appartamento da quello della sua vicina, conosce lo stato d'animo di Alice.
Daldry, inizialmente poco tollera la vicina, la proprietaria dell'appartamento che sognava di acquistare da tempo a causa del suo lucernario, straordinario per dedicarsi alla pittura. Ma Daldry non ha altra scelta che affezionarsi a quella donna. Pian piano, tra i due nasce un'amicizia, e da quell'amicizia nasce un patto, che segnerà le vite dei due protagonisti: grazie alla fortuna ricevuta dal signor Daldry con la morte di suo padre, Daldry propone ad Alice di seguire le parole della veggente, partire per Istanbul, per trovare risposte alle sue domande e cercare nuove essenze per le sue fragranze. In cambio Daldry avrebbe passeggiato per le vie della città, ammirato gli incroci più belli per poi riproporli sulle sue tele.
Finalmente i due si mettono in viaggio e con loro anche il lettore giunge ad Istanbul, lì dove incontrano nuovi personaggi, nuove avventure, che come pezzi di un puzzle ricompongono la vita di Alice. 
Alice troverà la sua identità, e scoprirà che quella vecchia non era poi tanto pazza.
Del libro, non ho potuto fare ameno di adorare Alice e Daldry: lei, che si lascia guidare dagli odori, dai flashback, dalla tenacia di scoprire il suo passato; lui, che le resta accanto, le tiene compagnia nel viaggio, godendo delle passeggiate assieme per le vie della città. 
Un libro dove si fondono magia ed amore, che si farà spazio nel vostro cuore da lettore, senza pretese. E' straordinario come Marc Levy, lo scrittore, sappia utilizzare in modo armonioso le parole. Il suo stile mi incanta e mi strega allo stesso tempo. Impossibile metter giù una storia come questa, che toglie il fiato per tutta la sua dolcezza e delicatezza. Amo la penna di questo scrittore, capace di non annoiare o appesantire mai il racconto, grazie anche alla lieve ironia che arricchisce il libro.  
Leggete questo romanzo e lasciatevi incantare dalla storia di Marc. Saprà conquistarvi.
Complessivamente valuto il romanzo:

Anche per oggi è tutto. Spero di avervi reso curiosi su tal romanzo e avervi invitato alla lettura.
Vi rinnovo le solite domande: avete letto questo libro? Cosa ne pensate? E se ancora non l'avete letto, lo leggerete?
Vi aspetto nei commenti.
Un bacio, R.

6 commenti:

  1. Ciao Rosalba! Hai scritto una recensione bella e soprattutto chiara!
    Questa storia mi attrae parecchio! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erin, come stai?
      Grazie mille, ho apprezzato tanto il romanzo, poi ho scritto questa recensione quando le parole non mi mancavano ( non so, la sera mi sembra più semplice e facile scrivere)!
      Spero possa piacerti il libro così come è piaciuto a me, se non di più.
      Un abbraccio ❤️

      Elimina
    2. Quanto ti capisco!
      I momenti in cui le parole mi riescono più facili da mettere per iscritto sono proprio durante le ore serali!! :)
      Sììì!! Spero tanto mi faccia il tuo stesso effetto! :D

      Elimina
  2. Ciao!
    Titolo interessante che non conoscevo, devo segnarmelo. Bellissima recensione come sempre <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, mi sei mancata <3
      E' sempre bello sentirti. Spero questo romanzo possa conquistare anche te <3
      Un mega abbraccio

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!