/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recensione: 'Una valigia piena di sogni' di Paullina Simons

sabato 21 maggio 2016

Recensione: 'Una valigia piena di sogni' di Paullina Simons

Cari lettori, il post di oggi è una recensione sul romanzo di Paullina Simons, dal titolo 'Una valigia piena di sogni' (Lone Star), pubblicato dalla casa editrice Harper Collins.

Titolo: Una valigia piena di sogni | Titolo originale: Lone Star | Scrittrice: Paullina Simons | Libro auto-conclusivo | Genere: Romance contemporaneo | Pagine: 581 | Data di pubblicazione: 12/05/16 | Casa editrice: Harper Collins

Chloe e Mason, Hannah e Blake. Due coppie, due fratelli, due migliori amiche. Il viaggio dopo il diploma è l'occasione a lungo sognata per vivere una nuova avventura insieme prima che le loro vite prendano strade diverse. La meta è Barcellona, ma prima devono fare tappa in alcune città dell'Europa dell'Est per onorare una promessa di famiglia. E qui, tra i tesori di una terra che muove i primi timidi passi dopo il crollo dei regimi comunisti, Chloe incontra Johnny Rainbow, un misterioso ragazzo americano che gira il mondo con la chitarra sulle spalle, un sorriso sulle labbra e un oceano di segreti negli occhi. Con lui i quattro amici attraversano in treno il vecchio mondo, da Carnikava a Treblinka, da Cracovia a Trieste, in un viaggio indimenticabile che li porta nel cuore dell'Europa e nell'oscuro passato di Johnny... Un viaggio che rischia di far saltare i progetti di Chloe per il futuro, che la costringe a mettere in discussione tutto ciò che era convinta di volere, che spoglia di ogni falsità il suo legame con gli amici di una vita finché non le rimane che un'unica certezza: comunque vada a finire, dopo questo viaggio le loro vite non saranno più le stesse. Una storia incantevole e struggente, e un finale indimenticabile che rimarrà a lungo nel cuore dei lettori.

Voglio iniziare questa recensione parlandovi del motivo per il quale ho scelto di leggere questo libro. Immune alla bellezza de 'Il cavaliere d'inverno', ho deciso di immergermi in un altro scritto della Simons, pensando di poter innamorarmi di un'altra storia, tratta dalla penna della scrittrice. Certo, la scrittrice ha uno stile armonioso, che sa coinvolgere il lettore, ma la storia che racconta in 'Una valigia piena di sogni' non è stata entusiasmante come credevo, così mi sono ritrovata ad iniziare e terminare il libro nell'arco di una settimana. 
Il libro si divide in tre parti: la prima racconta del pre-viaggio; la seconda del viaggio e infine la terza, ambientata nel futuro, post viaggio.
Nella prima parte del racconto il lettore conosce i quattro protagonisti dagli occhi della dolce Chloe. Hannah vive solo con sua madre, Blake e Mason sono fratelli, e fanno quel che possono per aiutare economicamente la loro famiglia e poi c'è Chloe, amata e protetta dai suoi genitori. 
Di quella protezione Chloe ne ha abbastanza, vorrebbe avere più libertà e quel desiderio sembra realizzarsi con il viaggio che sogna di fare da anni, dopo il diploma. Lei e Hannah hanno già deciso la meta: Barcellona, quello che manca è solo il consenso dei loro genitori. Sarà difficile per i genitori di Chloe concederle quest'opportunità, Barcellona non è certo dietro l'angolo e amano così tanto la loro figlia da volerla proteggere dal mondo, che spesso e volentieri sa essere molto crudele. Hannah e Chloe non viaggeranno sole. Mason e Blake le accompagneranno, così anche loro si metteranno in viaggio.
Per tutta la prima parte troviamo Chloe alle prese con i suoi genitori, che non le consentono subito di partire, ma solo grazie a sua nonna Chloe e i suoi amici potranno raggiungere Barcellona, ma a una condizione: che facciano tappa in alcune città dell'Europa dell'Est. Peccato che nulla andrà esattamente come loro hanno progettato. 
A inizio seconda parte, ero pronta a partire con i miei amici di carta. Come un qualsiasi passeggero, mi sembrava di esser lì nel vagone dove Chloe e Hannah incontrano Johnny, il ragazzo con la chitarra sulle spalle. Ed è a partire da questo momento in poi che il romanzo acquista una marcia in più, sì perchè Johnny porta movimento, dinamicità al racconto. Finalmente un personaggio tutto nuovo da scoprire e la scrittrice fa mistero sul ragazzo che canta come una divinità.


Nel corso del romanzo, ogni personaggio riscopre se stesso. Tutti i pezzi del puzzle vanno al loro posto e ognuno di loro cambia. Non manca una leggiadra ma potente storia d'amore, quella di Johnny e Chloe. Il loro amore è puro ed autentico, ma sembra non aver futuro. Sembra non esser destinato a continuare a vivere perchè Chloe e Johnny, dopo questo viaggio, intraprenderanno l'uno la propria strada. Andranno incontro al loro futuro, l'uno nella mano dell'altro? Si ritroveranno?
Vi risparmio quello che dovreste scoprire voi stessi con la lettura del romanzo, ma lasciatemi dire una cosa: nulla sarà come vi sembrerà. Fareste bene a non presagire nulla, perchè tutto è inaspettato, tutto, fino alla parola fine. 
Ciò che ho apprezzato del racconto è quanto la scrittrice sia stata straordinaria nell'intrecciare le storie di tanti personaggi, non solo quelle di Hannah, Chloe, Blake e Mason. L'ingresso, nel racconto, di Johnny è stato fondamentale e ben calibrato, esattamente lì dove il lettore inizia a desiderare di più dal racconto, che dia emozioni, sensazioni di ogni sorta. Un altro aspetto positivo è la descrizione dei luoghi visitati dai ragazzi, che consente  al lettore di poter viaggiare con la mente. Ma non mancano le pecche.
Come vi ho detto all'inizio della recensione, mi aspettavo qualcosa di più dal romanzo. Magari, credevo di leggere un romanzo che fosse all'altezza di quello che ormai ha rapito il mio cuore, il bestseller 'Il cavaliere d'inverno'. In realtà, 'Una valigia piena di sogni' è un romanzo piacevole, ma tutto qui. Ho trascorso ore gradevoli in compagnia del libro, ma avrei apprezzato che venisse sviluppato di più il lato romance del racconto, mentre questo aspetto ha lasciato in me il cosiddetto 'amaro in bocca'. Magari questo avrebbe smorzato i toni e avrebbe reso il racconto più interessante e coinvolgente. 
Consiglierei il romanzo a chi non ha pretese, a chi cerca solo una lettura che porti il lettore a viaggiare, in posti che portano a riflettere. Lo consiglierei a quel lettore che vorrebbe entrare nelle vite di questi ragazzi e conoscere la loro crescita, il loro cambiamento.
Non sarà stato un romanzo da batticuore, ma certamente un buon viaggio.
Lo valuto complessivamente come:

A recensione terminata, vi invito a scrivermi cosa pensate del romanzo: lo avete letto? Non ancora? Lo leggerete? 
Vi aspetto nei commenti.
Bacionissimi, R.

10 commenti:

  1. Mhm mi convinceva decisamente poco, poi dopo la tua recensione mi sono ancora di più convinta che non fa per me.
    Grazie mille quindi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è malvagio, anzi la penna della scrittrice è tale che vale la pena leggere. Purtroppo mi aspettavo altro.
      Un bacio <3

      Elimina
  2. Nonostante ci abbia dato 3,5 a me alla fine è piaciuto molto. Il voto è una conseguenza dell'iniziale frustrazione, le prime 250 pagine sono lente, ma poi riscopri la penna magica della Simons e una volta sfogliata l'ultima pagina fai fatica a non pensare a Johnny Rainbow <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, hai perfettamente ragione. A mio parere le prime pagine non hanno fatto altro che rallentare la lettura. Un approccio poco entusiasmante. Johnny <3, ma mi aspettavo un finale diverso per Chloe e anche per Johnny, non credi? Lascia l'amaro in bocca?

      Elimina
  3. Ciao, so che il tuo blog è già stato nominato nel Liebster Award 2016, però sono arrivata tardi alla mia nomina e non ho potuto evitare di nominare chi era già stato nominato xD Ovviamente non serve che tu faccia di nuovo il post, ma se vuoi dare un'occhiata al mio mi farebbe piacere! Lo trovi qui http://theinkspell.blogspot.it/2016/05/liebster-award-2016-discover-new-blogs.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non preoccuparti, sono molto felice della nomina. Non ho ancora pubblicato il post perchè ho ricevuto altre nomine e devo rispondere a tutti. Siete tantissimi, ma di questo non posso che esserne felice.
      Un abbraccio e grazie xD

      Elimina
  4. Credo che per il momento non lo leggerò e non l inserirò nemmeno nella WL. Peccato che la Simons non ne abbia curato maggiormente l'aspetto romance! Alla prossima! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sophia, non è una lettura imperdibile. Magari potresti concedergli una chance se ti serve un diversivo.
      Un bacione xd

      Elimina
  5. Ciao Rosalba! Mhm, io sono partita in quarta grazie al Blog Tour che seguo però il tuo pensiero mi fa tornare con i piedi per terra e ridimensionare il tutto. Voglio leggerlo e farmi un'idea specifica del romanzo perché non avendo letto la trilogia pubblicata precedentemente non so che sensazioni potrà lasciarmi qualcosa della Simons. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giulia, anch'io ero partita in quarta per questo romanzo, ma non mi ha lasciato quanto Alexander e Tatania. Se vuoi conoscere questa scrittrice, non perderti il suo capolavoro: il cavaliere d'inverno.
      PS: tanti abbracci e buona guarigione xd

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!