/ La Rapunzel dei libri (e non solo): 'Il contratto' di Elle Kennedy | Recensione

lunedì 22 agosto 2016

'Il contratto' di Elle Kennedy | Recensione



Buongiorno lettori, oggi vi parlo di ‘Il contratto’ (The Deal) di Elle Kennedy, edito da Newton Compton ad agosto 2016.
 IL CONTRATTO (THE DEAL) | ELLE KENNEDY | OFF-CAMPUS SERIES #1 | NEW ADULT/SPORT | 352 PP | NEWTON COMPTON | 05/08/2016
Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare?
Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…
 
RECENSIONE
Inaspettato e coinvolgente. In un mattino ho divorato questo libro, cosa alquanto insolita per me, dato i miei ritmi di lettura, ma questo libro mi ha travolta in modo inspiegabile. Conoscete la sensazione di non averne mai abbastanza? La storia tiene incollati alle pagine del libro, fin quando non ti ritrovi da un momento all’altro, come se il tempo non fosse mai trascorso, al termine del romanzo, alla parola FINE.
Sono certa al cento per cento che continuerò la lettura della serie, sulla quale abbiamo ottime, se non eccellenti, notizie. Entro l’autunno saranno pubblicati dalla casa editrice Newton Compton il secondo, terzo e quarto romanzo. Io sono elettrizzata per la notizia, e voi?
Per chi non avesse ancora letto il libro, vi metto in guardia: non giudicate il libro dal titolo, è un errore pensare che la storia nasce grazie un contratto in cui si definiscono le condizioni di una relazione sessuale. Non è assolutamente così. Più volte mi sono domandata se questo titolo fosse adatto o meno al racconto e in più occasioni ho risposto negativamente. Proprio il titolo non mi ha invitato alla lettura, peggio di così non si può, direi. Sono proprio i titoli e le copertine che dovrebbero incoraggiare un lettore ad acquistare il libro e  iniziare la lettura, tuttavia né l’uno e né l’altra mi hanno entusiasmato, ma i commenti positivi dei lettori mi hanno convinta e così il libro è finito ben presto sul mio kobo. Perciò, regola n°1: iniziate il romanzo solo se avete largo tempo a disposizione perché una volta aperto lo vorrete finire e regola n°2: non fidatevi del titolo!
Un’insufficienza, un brutto voto è quello che non può permettersi Garrett, capitano della squadra di hockey. Una cattiva media potrebbe compromettergli il futuro e lui non vuole altro che diventare un giocatore professionista. Lì in quell’aula, con il voto del suo compito dinnanzi, Garrett freme di rabbia e proprio quando decide di abbandonare l’aula che si imbatte in una compagna di classe, della quale non conosce il nome, ricorda solo che il suo nome inizi per M. Scontrandosi con lei, tutti i libri che Hannah porta tra le sue braccia finiscono per terra ed è così che Garrett viene a conoscenza della A che Hannah ha preso ad Etica filosofica. Garrett farà di tutto, ma davvero ogni cosa, perché Hannah ceda alle sue insistenti richieste di dargli ripetizioni. Ma Hannah è debole in un solo punto: Justin Kohl.

Quel ragazzo è affasciante, ha un sorriso che la tramortisce e farebbe qualsiasi cosa  per un appuntamento con lui, peccato che Hannah è una ragazza fantasma, nessuno si accorge di lei, non fin quando Garrett le farà una proposta che non potrà rifiutare. Garrett conosce il genere maschile e sa come attirare nella trappola il lupo, allora proporrà ad Hannah di fingere che tra di loro ci sia una relazione, questo le darà notorietà e finalmente Justin avrà interesse nei suoi confronti. Tutto ciò ha un prezzo: Hannah deve dargli ripetizioni, così da superare con ottimi voti l’esame di riparazione. Hannah accetterà, nonostante ciò significhi rimboccarsi ancor più le maniche per ritagliare del tempo da dedicare a Garrett. Il tempo trascorso con Garrett sarà molto piacevole, finalmente Hannah si accorge che Garrett non è solo un pallone gonfiato e uno sciupafemmine, Garrett è un cervello, altrimenti non avrebbe capito nulla delle sue lezioni. Garrett pian piano le si insinuerà dentro la pelle, conquistandola con i suoi modi, le sue premure, i suoi sguardi e per finire con il suo bacio, quello che per la prima volta le ha tolto il fiato. 

“A volte una persona ti entra dentro di soppiatto, e all’improvviso non riesci a capire come tu abbia potuto vivere senza di lei fino a quel momento.”

Così Hannah mette in dubbio tutto ciò che finora ha sempre pensato di Garrett, soprattutto quel bacio le ha confuso i pensieri e si trova a desiderare incessantemente le sue mani e la sua bocca su di lei. Neanche Garrett può fare a meno di pensarla e sempre più spesso si domanda come sia possibile che, dopo tante donne, con nessuna ha mai provato ciò che sente con Hannah. Ma saranno entrambi pronti per una relazione o è ancora una messinscena?

“Non ho la più pallida idea di come siamo arrivati a questo punto. Un giorno gli stavo dicendo di sparire, il giorno seguente mi ritrovo a letto con lui che ci facciamo le coccole. A volte la vita è proprio strana."

Nasce per gioco, per mettersi alla prova, la relazione tra Hannah e Garrett, ma ben presto tutto diventerà reale. La loro storia è coinvolgente a tal punto da impedire al lettore di metter giù il libro. Inaspettato, dolce e bollente, ‘Il contratto’ è il libro che non potete perdere assolutamente questa estate.
Ho molto apprezzato questo romanzo, i protagonisti e la storia sapranno conquistarvi ma una sola è la pecca che devo condividere con voi: la traduzione. Non ho avuto modo di poter leggere almeno uno stralcio del libro in lingua originale, ma credo che questo libro non sia stato tradotto nel migliore dei modi, la prosa è tutto dire. Mi sarei aspettata un racconto un po’ più fluido, ecco tutto.
Nonostante ciò, il libro merita di esser letto, pertanto non perdetelo di vista.
4/5 STARS

Cosa pensate del romanzo? Lo avete letto? Non ancora?
Vi aspetto nei commenti.
Baci, R.

2 commenti:

  1. Ciao! Ho amato questo libro<3
    L'ho iniziato e finito in un paio d'ore due giorni fa!
    Hai ragione su tutto <3
    Ho appena pubblicato anche io la mia recensione!
    Te la lascio qui se vuoi dare un'occhiata <3
    https://enchantedbybooksblog.wordpress.com/2016/09/12/recensione-il-contratto-di-elle-kennedy/
    un abbraccio!
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna, passo subito. Un saluto, R xD

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!