/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : 'So che ci sei' e 'Il mio lieto fine sei tu' di Elisa Gioia | Recensione

mercoledì 10 agosto 2016

'So che ci sei' e 'Il mio lieto fine sei tu' di Elisa Gioia | Recensione

Buongiorno lettori, oggi una duplice recensione. Ho recuperato la duologia di Elisa Gioia, 'So che ci sei' e 'Il mio lieto fine sei tu', pubblicata da Piemme e l'ho divorata in pochissimi giorni. Se non fosse stato per 'It ends with us' di Colleen Hoover, che ha messo in pausa la lettura di 'Il mio lieto fine sei tu', avrei scritto e pubblicato questa doppia recensione giorni fa. Ma come fa quel detto? Ecco, meglio tardi che mai!

SO CHE CI SEI (THE HOOK) | ELISA GIOIA | 
DUOLOGIA #1 (-1.SO CHE CI SEI -2.IL MIO LIETO FINE SEI TU)
NEW ADULT | 384 PP | PIEMME | 30/06/2015
C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro. È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi. Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto. Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina. E, soprattutto, la consapevolezza che l’amore vero non ha bisogno di “ultimi accessi” di status o faccine sorridenti. È tutto da vivere, là fuori, a telefoni rigorosamente spenti.

RECENSIONE
Spesso e volentieri mi trovo a compiere una scelta difficile: quale libro leggere? Spesso, come in questo caso, ho alternato due generi letterari. Dopo un Young Adult, 'The Crown' di Kiera Cass, sono stata travolta dall'uragano di 'So che ci sei', nonché Gioia Caputi. Sono subito entrata in empatia con questa ragazza, un tantino pazzerella, che mi ha portato in una bella fiaba, una che molte di noi sognano ad occhi aperti. Ebbene sì, lettrici, Gioia dovrebbe essere un esempio per tutti noi, quando si chiude una porta si apre un portone. Anche quando il nostro amoroso ci lascia, non disperiamoci...potrebbe ben presto arrivare il principe azzurro a salvare il nostro cuore. 
Ammetto che questa storia mi è sembrata troppo incredibile e straordinaria per esser vera, ma mai dire mai. Chissà che i sogni non si avverino e diventino realtà? Ci pensate mai? Credete che esista davvero il principe azzurro? Anche se non credete esista nella realtà, fingete di crederci quando iniziate questo libro, altrimenti non comprenderete a pieno i sentimenti della nostra beniamina. 
Gioia è partita per Londra per questioni di lavoro, il suo soggiorno durerà solo pochi mesi e data la brevità, Gioia e Matteo si sono promessi fedeltà e fiducia, l'uno aspetterà l'altro, così da poter continuare serenamente e felicemente la loro storia d'amore. Peccato che Matteo non mantenga la parola e al suo ritorno, Gioia lo trova tra le braccia di un'altra.
Quelli che seguono sono giorni infernali per Gioia, ma è grazie alle sue amiche se esce di casa e parte alla volta di Barcellona. Ancora con cuore infranto, Gioia non si accorge di Christian, un bellissimo uomo, dalla stazza di David Gandy, con occhi color caramello. E' lui che le salverà la carriera, quando disperata non riesce a inviare una preziosa email al suo capo. Tra i fiumi dell'alcool e la disponibilità dell'uomo, Gioia e Christian si baciano ma Gioia non si aspetta davvero di ritrovare quell'uomo proprio nel luogo di lavoro come cliente e, per di più, che sia il nipote del suo temutissimo capo. 
Scintille lettori, aspettatevi di leggere scintille che prendono vita tra i due, non serve che stiamo a distanza ravvicinata, anche in una stanza ricca di gente, è tangibile la loro intesa e il loro feeling. Gioia, però, non è ancora pronta a lasciarsi andare in un'altra relazione. Ha chiuso il suo cuore con un lucchetto dentro una cassaforte, ma come poter resistere ai suoi occhi, alle sue labbra e a quel sorriso che sembra illuminarle tutta la giornata?
Gioia sa che Christian è fuori la sua portata, eppure Christian la guarda con occhi diversi, quelli di un uomo, che non sia ricco, che non sia bello, che non sia lo scapolo più ambito della Grande Mela, insomma Christian si lascia affascinare da quella ragazza genuina che gli è davanti, così farà di tutto e di più perchè Gioia lo lasci entrare nel suo cuore. 
Fin dal primo momento ho ben compreso quanta paura abbia Gioia nel ritornare ad amare, perchè alte, altissime, sono le probabilità che il suo cuore possa scoppiare di nuovo, ma il cuore non è mai stato di ghiaccio.  Nonostante tutto il dolore che Matteo le ha arrecato, Christian abbasserà le sue difese e le si insinuerà sotto la pelle. Pian piano sorgerà nel suo cuore quel sentimento che tanto ha rifiutato di provare, amore ed è allora che tutto diventa più interessante.
Christian è un uomo d'oro, nonostante i suoi errori, è intenzionato a non farsi scappare Gioia, la vuole e non permetterà alle sue paure e ad altri ostacoli di frapporsi tra loro. Ho trovato Christian l'uomo dei sogni...se dovessi pensare all'uomo che vorrei...ecco, non dovrei andare lontano, Christian  è il top, ma abbassiamo le pretese!!!
Ciò che ho apprezzato del romanzo sono: le vicende che tengono il lettore iperattivo, il racconto non rischia mai di cadere nella noia, soprattutto ho adorato le famiglia di Gioia, la vera famiglia italiana, in questa ho ritrovato la mia famiglia e un pochino mi sono ritrovata in Gioia, anche se non sono proprio così spigliata e stravagante come lei. Il libro è stato davvero piacevole che ho subito iniziato il secondo volume.

ATTENZIONE: SE NON DESIDERATE CONOSCERE ALTRI DETTAGLI SULLA STORIA NON PROSEGUITE LA LETTURA!!!
 IL MIO LIETO FINE SEI TU | ELISA GIOIA
DUOLOGIA #2 (-1.SO CHE CI SEI -2.IL MIO LIETO FINE SEI TU) |
NEW ADULT | 360 PP | PIEMME | 21/06/2016
Gioia, brillante copywriter ventiseienne, ha chiuso con l'amore, Non avrebbe mai pensato che nella sua vita sarebbe entrato Christian Kelly, un ragazzo che sembra uscito direttamente da una copertina di Vogue, con un sorriso talmente illegale da poter conquistare ogni donna, e che invece aveva scelto lei, Con lui si era lasciata andare, aveva deciso di rischiare e aveva perso, un'altra volta. Perché qualche giorno dopo essere partito per lavoro, Christian le aveva scritto un'email per mettere fine alla loro storia. Ora, nonostante siano passati otto mesi, Gioia non ha fatto molti passi avanti. Quando viene spedita a New York dall'agenzia pubblicitaria per cui lavora, la situazione sembra precipitare. Perché il cliente per cui deve lavorare non è altro che la casa discografica di "Sorriso Illegale" che, come riportano tutte le riviste di gossip, sta per sposarsi. Come se non bastasse è San Valentino e la città è vestita per gli innamorati. Forse, però, cupido ha in serbo per lei una sorpresa ...

RECENSIONE
Purtroppo le cose con Christian non sono andate a buon fine. Gioia è in Italia mentre Christian è tornato a New York. I due si sono lasciati in modo pacifico, con la speranza di ritrovarsi, perchè entrambi sanno che i loro sentimenti sono veri e profondi. Ma mai abbassare la guardia, Gioia, c'è qualcuno che sta giocando con il tuo futuro e sta manovrando il tutto come fa un burattinaio con i suoi burattini. 
Inaspettatamente Gioia partirà per New York, questo l'ordine del suo capo, per concludere definitivamente l'affare con la Sound&K, nonché la casa discografica di Christian. Gioia teme di incontrarlo, per di più felice tra le braccia della sua ex, ora che fatica a riprendesi dal dolore della loro separazione. Gioia però deve mantenere il posto di lavoro e se questo vuol dire andare dall'altra parte del mondo ed incontrare l'uomo del quale è ancora innamorata, allora Gioia lo farà. 
Una volta a New York, tutti i nodi verranno al pettine e qui incontriamo un Christian Kelly ancora più affascinante e intraprendete. Se con 'So che ci sei' ho adorato i due protagonisti, li ho trovati perfetti con 'Il mio lieto fine sei tu'. Ma è chiaro che in questo episodio mi sarei affezionata ancor più ai due protagonisti, in quanto li conosciamo ancor meglio e ci regalano, in gran parte del romanzo, una storia d'amore tutta cuori e fiori. Ho trovato il romanzo dolce e romantico, quel pizzico di poesia e magia che non guasta mai. Ho creduto fermamente che questa storia fosse incredibile, ma pur sempre bellissima. 
Finisco con il dire che questo romanzo è un mix di cose belle, è un libro che fa sognare e sperare. Chissà se nella vita reale ci sia un Christian Kelly per ognuna di noi. Chi la fortunata che l'ha trovato?
Complessivamente valuto i romanzo con 3.5/5 STARS. PIÙ CHE PIACEVOLE E MOLTO SENTIMENTALE. ADORO QUESTI ROMANZI.

Bene lettori, cosa pensate della duologia? L'avete letta? La leggerete?
Io vi aspetto come sempre nei commenti.
Bacioni, R. 

Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!