venerdì 21 ottobre 2016

"Dimenticare uno stronzo" di Federica Bosco | Recensione

Buongiorno lettori, oggi tona Gracy con la recensione dell'ultima sua lettura, gentilmente offerta da Mondadori. Il libro s'intitola: "Dimenticare uno stronzo" di Federica Bosco.

DIMENTICARE UNO STRONZO | FEDERICA BOSCO | STANDALONE | CONTEMPORARY ROMANCE | 144 PP. | MONDADORI | 20/09/2016
Smettere di pensare allo stronzo che ci ha lasciato richiede un percorso di disintossicazione, come qualsiasi altra dipendenza. I primi tempi saranno durissimi, sarai fisicamente e moralmente a terra, e socialmente impresentabile. Dovrai forzarti a fare certe cose e impedirti di farne altre. Giorno dopo giorno ti sentirai meglio, inizierai a volerti più bene, a dimenticarlo e a pensare, dopo le tre settimane di detox, che forse, in fondo, non era che il solito stronzo.
Federica Bosco ha elaborato questo metodo sulla propria pelle e lo illustra con acume e brillantezza da scrittrice. Dalla mindfulness alla corsa, dalla tecnica del "superhero" alla meditazione, dal gioco del "ma è ganzissimo!" allo yoga, mettendo in atto alcune semplici ma efficaci strategie saremo in grado di interrompere il pensiero ossessivo e riprendere il controllo della nostra vita.
"Ti aiuterò a cercare alternative ai comportamenti autodistruttivi, a interrompere la spirale pericolosa in cui sei caduta, a capire perché il nostro cervello si comporta come il nostro peggior nemico e a riprendere in mano la tua vita. Ma se ti aspetti pietà e compassione non è questo il posto giusto. Questo è un vero e proprio bootcamp, un centro addestramento reclute, perché la pietà non rende più forti, ma solo le facili prede del prossimo stronzo di turno. E tu sai benissimo che è arrivato il momento di voltare pagina. Perché un giorno, ripensando a questa storia, dirai a te stessa: 'Ma davvero credevo di essere innamorata di uno così? E ho sopportato tutto questo???'. Prima o poi succederà, te lo garantisco per iscritto, dunque non è meglio accelerare il processo? Non è meglio spezzare l'incantesimo?
Fanciulle, c'è una via d'uscita. Non morbida ma c'è. Dobbiamo assolutamente cambiare il nostro atteggiamento, smettere di credere alle favole, al principe azzurro, a tutte quelle minchiate dei film e dei libri (sì anche i miei!) e afferrare la vita per le palle.
E stringere!


RECENSIONE
"Dimenticare uno stronzo" di Federica Bosco non lo si può definire propriamente un romanzo che racconta una storia d'amore, bensì un libro con consigli e dritte per noi donne, che almeno una volta abbiamo incontrato o ci siamo innamorate di uomini stronzi, egocentrici, irrispettosi e vigliacchi. Pubblicato dalla Casa Editrice Mondadori il 20 settembre, "Dimenticare uno stronzo" di Federica Bosco è un bel libro, divertente e con tante frasi ad effetto che mi hanno portato a riflettere.. Un libro contro gli uomini che ci hanno fanno sentire importante, riempito di complimenti, che ci hanno portano a  letto e poi sono spariti nel nulla senza nemmeno una parola, lasciandoci sole con tante domande. 
Federica Bosco ha scritto questo libro dopo aver provato tutto sulla propria pelle, sicuramente il suo intento è quello di aiutare le lettrici a credere di più in se stesse, ad essere forti e di non illudersi mai di non meritare amore. Dimenticare uno stronzo che ci ha lasciato e ci ha fatto soffrire non è semplice, richiede un vero periodo di terapia, i primi tempi saranno duri ma pian piano ci si sentirà sempre meglio, dimenticandolo, per finire, del tutto. Nel percorso, come afferma la scrittrice, ci domanderemo cosa abbiamo fatto di sbagliato, ci incolperemo per come sia andata a finire, ma grazie a questo libro ogni donna avrà a disposizione una serie di strategie per riprendere in mano il controllo: lo yoga, la corsa, questo e tanto altro possono rimuovere il pensiero ossessivo su di LUI.
Il libro fa capire quanto sia importante per la donna non perdere la dignità ed accettare la fine. La vita è una sola e star male per qualcuno che non ci vuole è tempo perso, sottratto a qualcuno che ci vuole veramente, così come siamo. Noi donne, dobbiamo imparare a non farci usare come spazzatura e permettere loro di farci soffrire. Tutte noi meritiamo un Uomo con cui crescere, condividere passioni, interessi e diventare persone migliori.
L'autrice afferma: fanciulle, c'è una via d'uscita. Non morbida ma c'è. Dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento, smettere di comportarci come adolescenti alla prima cotta, smettere di essere scelte e di farci andare bene qualunque cosa e smettere di credere al Principe Azzurro, e a tutte quelle min****te dei film.
Per tutto il libro ci sentiamo coccolate e accompagnate da una amica che non giudica, ma da qualcuno che sa esattamente come ci si sente, qualcuno che ha passato le sue pene d'amore, è pronta a farci conoscere una parte della sua vita a insegnarci ad essere più egoiste, ad amare se stessi prima degli altri, altrimenti è impossibile guarire. Dobbiamo prenderci cura di noi stesse: coccolarci, truccarci, farci belle per sentirci speciali. Ma solo per noi stesse.
Questo libro lo definirei come una lettura leggera, carina e spiritosa. Ho apprezzato i vari "cosa fare per..." Ho trovato molto interessanti le ricette che sicuramente proverò di persona, come il frullato di banane e cacao, e la lista di canzoni da ascoltare nei momenti di crisi.
Il libro è suddiviso in parti: la prima in cui comprendiamo di stare male e le ragioni per le quali soffriamo e la seconda in cui è giunto il momento di agire senza scuse, e di aiutare noi stesse, senza preoccuparsi degli altri. Credetemi, è molto più facile aiutare gli altri e dire loro cosa sia giusto e sbagliato piuttosto che aiutare noi stessi.
Vi riporto due frasi che dobbiamo sempre tenere impresse nella nostra mente:
Se cominci a convincerti che non ce la puoi fare, non ce la farai. E' tutto nella testa. Non ce la posso fare è un concetto che semplicemente non esiste, quindi la frase esatta è non ce la voglio fare.
RICORDATI CIO' CHE E' AMORE: Rispetto, stima, risate, dialogo, dolcezza, serenità, protezione, considerazione. Amore è sentirsi a casa. CIO CHE NON E' AMORE: Rabbia, provocazione, tradimento, violenza , aggressività, indifferenza, freddezza. Amore non è un campo di battaglia. DEVI TROVARE UN UOMO CHE ABBIA VOGLIA DI PRENDERSI CURA DELLE TUE OSSA, NON DI SGRANOCCHIARLE.
Consiglio questo libro a tutte le donne, sia a quelle che hanno sia a quelle che non hanno mai conosciuto uno stronzo in quanto il lettore viene a conoscenza di un mondo a molti sconosciuto: si parla di meditazione, del cibo sano, dell'attività fisica e tanto altro. Sicuramente leggere questo libro per me è stato terapeutico così come per la scrittrice stessa, che ha messo su carta la sua vita, raccontandoci alcuni spiacevoli episodi, tuttavia utili per tutte le donne.
Bel libro, diverso dai soliti romanzi. CONSIGLIATO.

Bene lettori, per oggi è tutto. Cosa pensate del libro?
Vi aspetto nei commenti, come sempre.
Un bacio, R e G ♥

1 commento:

  1. Ho rivalutato questo "romanzo" grazie alla tua recensione.
    Ammetto che la copertina mi ha fatta rabbrividire, ma da come lo descrivi, voglio leggerlo...
    Anche perche, mi serve proprio qualche consiglio per dimenticare uno stronzo xD

    RispondiElimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!