giovedì 27 ottobre 2016

"Il giardino dei fiori segreti" di Cristina Caboni | Recensione

Buongiorno lettori, eccomi con una recensione dedicata ad un scrittrice italiana da me molto stimata: Cristina Caboni, che anche quest'anno ci regala una storia che fa perdere il fiato. Il suo nuovo romanzo si chiama "Il giardino dei fiori segreti".

IL GIARDINO DEI FIORI SEGRETI | CRISTINA CABONI |
CONTEMPORARY ROMANCE | STANDALONE | 368 PP. | GARZANTI | 20/10/2016

Quando Iris e Viola si incontrano a Londra, tutte le loro certezze crollano in un istante. È evidente che sono due gemelle identiche, ma sono state divise da piccolissime, e per vent'anni nessuna delle due ha mai saputo dell'esistenza dell'altra. Perché? Ora che sono di nuovo riunite, Iris e Viola devono scoprirlo. Il segreto si nasconde in Italia, a Volterra, dove sono nate. È qui che Giulia Donati, la loro nonna, le aspetta. Perché ogni coppia di gemelle nate nella famiglia deve svolgere il compito che le è stato assegnato: la custode del giardino e la guardiana della Rosa dei mille anni. Ma nella villa dei Donati ci sono stanze segrete che nascondono un mistero. Niente è davvero come sembra fra le piante di rose. E soltanto insieme Iris e Viola potranno affrontare le difficoltà: il giardino è la risposta. Perché è tra le spine che nasce il cuore più prezioso.


RECENSIONE
Ma quanto amore e quanta magia ci sono nei tuoi libri, Cristina? Per non parlare della poesia che sai creare con le tue parole. 
Ho adorato questo libro pagina dopo pagina, timorosa di concluderlo troppo presto. Letto troppo in fretta, lo ammetto, perché di Iris e Viola non ne ho ancora abbastanza. Una storia che avrei voluto non finisse mai, un racconto che imprigiona il lettore, il quale spesso e volentieri si trova a non voler abbandonare quelle parole, perché non appena se ne allontana le mancano un po' ed è ben presto che ritorna, immerso in quel verde, in quel giardino un po' dimenticato dall'amore e dalla cura che solo le gemelle Donati possono ridargli.
Bellezza, questo romanzo è bellezza. Fatevi un favore, leggetelo.
Che io amassi la scrittrice non era e non è un mistero, tuttavia oggi ne ho la conferma. Ho la certezza che non mi perderò neanche uno dei suoi futuri romanzi, soprattutto se sono capaci di emozionarmi in tal modo. 
Non c'è nulla che non sia perfetto, a partire dai paesaggi: Amsterdam, Londra, Italia. Il mio preferito? Ovviamente il giardino della Villa dei Donati a Volterra, Italia. 
Iris ha sempre amato i fiori, quando si sente sola trova nella natura il giusto conforto, il cuore più leggero, la mente un po' più sgombra di brutti pensieri. Un' occasione le si presenta quando il suo capo le promette, in cambio di un ottimo elaborato, la pubblicazione del suo articolo con la sua firma. L'articolo però condurrà Iris lontano da Amsterdam, partirà per Londra, luogo in cui, inaspettatamente, incontra occhi uguali ai suoi, naso, bocca uguali ai suoi, le sembra di specchiarsi, ma dinnanzi a lei non c'è uno specchio, bensì un'altra ragazza che le intima di dirle il suo nome. Sbalordita ed incredula, Iris fugge. Le sembra di aver sognato, di aver immaginato tutto, ma lei conosce la verità in cuor suo, quella ragazza non è un'estranea, anche se non sa chi sia.
Iris telefona a suo padre e a quel punto Francesco non potrà mentire, come ha fatto in tutti questi anni, ma dovrà svelare i suoi segreti: Iris ha una sorella gemella, Viola, che vive a Londra con sua madre, Claudia. Questa rivelazione rende il suo cuore gonfio di felicità, ha una famiglia, ha una sorella gemella e una madre, che non è morta anni fa come le raccontavano. Iris ha una famiglia, quella famiglia che ha sempre voluto per sentirsi meno sola.
Non solo Iris ma anche Viola è in cerca di risposte dopo quell'incontro e l'unica a poterle dare è sua madre, Claudia. Anche per lei questa rivelazione sarà sconvolgente, ma Viola non è come Iris, ha un carattere nettamente diverso da quello della sorella gemella. Viola è più scontrosa e, alla notizia di tutte quelle menzogne, Viola reagisce aspramente nei confronti di sua madre.
Iris e suo padre Francesco sono pronti per recarsi a Londra, ma a cambiare i loro piani è una telefonata con la quale Francesco riceve cattive notizie sulla salute di sua madre. Francesco deve tornare a Volterra, da sua madre, e lo farà con sua figlia prima di andare a Londra. 
Giulia non vede suo figlio e le sue nipoti da vent'anni, i suoi errori sono imperdonabili, ma il giardino non le parla più, la sta lasciando, sta svanendo come tutto il resto della sua famiglia. L'unica soluzione sono le gemelle Donati. Solo loro, come dicevano i suoi antenati, possono far ritornare in fiore il giardino, ma devono farlo ora, non può concedersi altro tempo. 
Questa volta Giulia ha l'occasione per rimediare ai suoi errori, ma saprà farlo o con i suoi modi farà allontanare ancor più suo figlio e le sue nipoti?
Questa storia insegna quanto possa esser difficile fare ammenda dei propri sbagli e perdonare. I risentimenti, le angosce possono arrivare ad imprigionarti il cuore, a toglierti il respiro. Lacrime calde sfiorano i volti di chi sa di non poter recuperare il tempo perduto ma che potrà sfruttare al meglio il tempo futuro. Sorrisi sorgono su labbra che per molto tempo sono state serrate dal dolore e dalla rabbia. Ma solo cuori puri e gentili possono perdonare.
Questo romanzo ci insegna quanto la natura sia generosa con noi, che ci dà in cambio di poco, giusto un pizzico di cuore e gentilezza. Eppure per così poco, la terra ci regala gemme meravigliose, fiori dai colori scintillanti, puri, candidi. 
Cosa vi aspettate da questo romanzo?
Tutto, la scrittrice è bravissima a scrivere due storie che ad un certo punto del racconto si uniscono, diventando un unicum. Ho letto con avidità le parti dedicate a Bianca e con grande piacere ho affrontato tutte le perplessità, le paure, le angosce di una famiglia spezzata e poi ritrovata.
Un grande libro che porta il lettore a riflettere, con accanto il profumo dei fiori che sembra aleggiare ovunque ti porti il libro.
4/5 STARS
Bene lettori, questo è tutto per oggi.
Avete letto il romanzo? Non ancora?
Vi aspetto nei commenti.
Baci, R ♥

2 commenti:

  1. Ciao Rosalba eccomi da te, anche io sto leggendo questo libro e mi ritrovo in ogni tua parola, è davvero unico.. lo sto leggendo assaporando ogni pagina <3 Una recensione davvero sentita, complimentissimi! <3

    RispondiElimina
  2. Sembra proprio bello! Comunque scusami se non ero passata prima ma non ci avevo fatt caso. Sono Sara del gruppo quella di Milioni di Particelle!
    :) Una bella recensione e un bel libro.

    RispondiElimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!