/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : "Natale a Puffin Island" di Sarah Morgan | Recensione

sabato 10 dicembre 2016

"Natale a Puffin Island" di Sarah Morgan | Recensione

Buongiorno lettori, una lettura nataliza da non perdere è il terzo ed ultimo romanzo della serie “Puffin Island” di Sarah Morgan, dal titolo “Natale a Puffin Island”, edito a Novembre da Harper Collins.

NATALE A PUFFIN ISLAND (CHRISTMAS EVER AFTER) | SARAH MORGAN | PUFFIN ISLAND SERIES #3 | CONTEMPORARY ROMANCE | 384 PP | HARPER COLLINS ITALIA | 10 NOVEMBRE 2016
Skylar Tempest non riesce proprio a cogliere il leggendario fascino di Alec Hunter. Sì, lui sarà anche l'unico e solo Cacciatore di Relitti, star televisiva di un programma che manda in visibilio milioni di spettatrici, ma per lei non ha mai una parola carina. Con lei è sempre cinico e la considera la classica bionda senza cervello ad alto livello di mantenimento. Così quando, per una serie di sfortunati eventi, a Sky si prospetta l'ipotesi di trascorrere i giorni prima di Natale insieme ad Alec e alla sua famiglia, non fa certo i salti di gioia. E lui non è da meno. Ha già avuto la sua dose di esperienze con donne simili. Una l'ha anche sposata e ne sta ancora pagando le conseguenze... e gli alimenti. Ma Natale è pur sempre un periodo magico, così come lo è Londra sotto la neve e la fiabesca campagna inglese. Soltanto però quando entrambi sono di nuovo a Puffin Island cominciano a capire di essersi mal giudicati. Forse non sono pronti a cominciare una storia d'amore, ma di certo un piccolo flirt sensuale e avventuroso non può fare male. O no? 


RECENSIONE
Aspettavo questo romanzo da questa estate, dopo aver letto la storia d’amore tra Brittany e Zach, nella quale già si intravedono i due protagonisti che ci riempiranno il cuore con il terzo capitolo della serie “Puffin Island”.
Vi ricordate?
Sto parlando di Alec, lo scrittore tenebroso e sexy, e Skylar, la creatrice di gioielli innamorata di Richard, ma con dei genitori che ancora non accettano i suoi sogni, ma tentano, invano, di tapparle le ali, per indurla a seguire la strada che anche i suoi fratelli hanno intrapreso.
Skylar e Alec a stento riescono a tollerarsi, infatti tra loro è palpabile una strana tensione, ma pensate che è solo desiderio represso, perché in questo terzo episodio i due protagonisti fanno scintille.
Non avrei mai immaginato che la bella Slylar fosse così intraprendente, così pronta a immergersi in una relazione prettamente sessuale dopo aver rotto con Richard, tuttavia è sempre stato chiaro a me, come anche alle sue amiche, che tra Sky e Richard non c’era amore, ma solo tenerezza, e questa non basta per fare in modo che una relazione sia duratura, se non eterna.
Alec invece è molto impaurito da Sky perché non ha mai provato per nessun’altra quello che prova per Skylar, neanche per la sua ex moglie, Selina. Il suo personaggio mi ha colpito così tanto da apprezzarlo oltre modo, forse anche più di Ryan e Zach. Alex è uno studioso, vive tra i libri, pochi riescono a capire il suo mondo, neanche  i suoi genitori che si approcciano con lui in punta di piedi, temendo che possano toccare punti dolenti, non ancora chiariti. Ma chi riesce ad entrargli dentro con una facilità incredibile è Skylar, che non pretende nulla, non gli chiede null’altro che scaldargli il letto. Questo è ciò che spinge Alex a imbarcarsi nella loro relazione, ma accadrà l’inevitabile, ovvero che due persone che stanno così bene assieme siano l’una l’anima gemella dell’altro?
Un piccolo cenno va fatto alla famiglia di Alec, una splendida ed affiatata famigliola. Mi ha stupito la spontaneità dei genitori di Alec, la calorosità e l’aria che si respira nel loro cottage. La nonna, i cani, l’atmosfera nataliza per eccellenza. La famiglia, l’amore, la felicità, cosa c’è di meglio?
Troverete alcuni chicle tipici dei romance, ma se siete amanti del genere saprete apprezzarli. Tuttavia la scorrevolezza nella lettura e la curiosità di scoprire come andrà a finire tra i due vincerà su ogni altra vostra perplessità, non metterete via il libro se non dopo aver letto la parola fine, perché vi aspetta un finale con i fiocchi, con tanto di neve, regali sotto l’albero, lucine di Natale da sfondo. Perché a Natale tutto è possibile, anche ammorbidire un cuore che sembra esser fatto di pietra.
4/5 STARS


Nessun commento:

Posta un commento

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!