sabato 17 dicembre 2016

"Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry | 2° tappa del Blogtour: Introduzione al libro + Incipit

Buongiorno lettori. Con immenso piacere La Rapunzel dei Libri partecipa al Blogtour di "Ti amo per caso" di Brittainy C. Cherry, edito da Newton Compton. Disponibile al pubblico a partire da Lunedì 19 dicembre.

Dopo avervi presentato la serie, è doveroso darvi maggiori informazioni sul libro: copertina, trama e l'incipit per invitarvi alla lettura.
A chiunque capita di vedere una copertina meravigliosa e di voler prendere tra le mani il libro, tuttavia il desiderio aumenta se la copertina meravigliosa appartiene al libro di una delle scrittrici che il lettore più apprezza. Sembra presto dire che la C. Cherry sia una delle mie preferite scrittrici d'altronde ho letto solo uno dei suoi romanzi, parlo di "Mr. Daniels", ovvero "L'amore arriva sempre al momento sbagliato" (qui la recensione), tuttavia ho adorato il suo primo libro edito in Italia e questo mi basta per voler acquistare anche il suo secondo romanzo. Infatti, non appena sarà disponibile in libreria, acquisterò il romanzo, perché non voglio perdere il cartaceo.
Seppure molto carina quella italiana, la copertina che ha rubato il mio cuore è l'originale, e per non dimenticare la copertina originale, abbiamo pensato di creare un segnalibro, che potrete scaricare sul vostro computer, vi basterà clicca QUI per il fronte e QUI per il retro, e stamparlo.

SEGNALIBRO FRONTE E RETRO!!!

Edito a Settembre 2015, "The air He breaths", primo romanzo della "Elements series", è così definito: "in questo libro troverete angoscia, dolore, perdita, amore, forte lussuria e vendetta. La storia consumerà tutto il vostro cuore, anima e corpo." Queste parole sono molto significative, e sono ciò che mi spinge ancor più a leggere il romanzo.

Ed ecco a voi la copertina e trama originale:

TI AMO PER CASO (THE AIR HE BREATHS) | BRITTAINY C. CHERRY | THE ELEMENTS SERIES #1 | NEW ADULT | 384 PP. | NEWTON COMPTON | 19 DICEMBRE
 Mi avevano messa in guardia su Tristan Cole. «Stai lontana da lui», mi diceva la gente. «È crudele». «È freddo». È semplice giudicare un uomo dal suo passato. Troppo facile guardare Tristan e vedere un mostro. Ma io non potevo farlo. Ho riconosciuto il male che si portava dentro, perché era simile a quello che viveva in me. Eravamo due persone svuotate. Entrambi alla ricerca di qualcosa di diverso. Qualcosa di più. E insieme abbiamo deciso di provare a mettere insieme i frammenti del nostro passato. Poi, forse, potremo finalmente ricordarci di respirare. 

«Lei mi spogliò e fece l’amore con il suo passato. Sono scivolato dentro di lei e ho fatto l’amore con i miei fantasmi. Non era giusto, ma in qualche modo aveva senso. La sua anima è piena di cicatrici, la mia è stata bruciata. Ma quando eravamo insieme, il male faceva un po’ meno male. Quando eravamo insieme, il passato non era così doloroso da accettare. Quando eravamo insieme, non mi sentivo più solo». 



INCIPIT

Prologo
Tristan
2 aprile 2014
«Hai preso tutto?», mi chiese Jamie mordicchiandosi le unghie, nell’ingresso di casa dei miei. I suoi begli occhi da cerbiatta, azzurri, mi sorridevano, ricordandomi quanto fossi fortunato a poterla considerare mia.
Mi avvicinai e la presi tra le braccia, stringendo il suo corpo minuto. «Ah-ah. È tutto fatto, bellezza. Penso che questo sia il nostro momento».
Mi gettò le braccia al collo e mi baciò. «Sono così fiera di te».
«Di noi», la corressi. Dopo troppi anni in cui non avevamo fatto altro che sperare e sognare, il mio obiettivo di costruire e vendere i miei mobili artigianali si stava realizzando. Mio padre era il mio migliore amico e socio in affari, ed eravamo entrambi diretti a New York per incontrare alcuni imprenditori che avevano dimostrato grande interesse ad associarsi alla nostra impresa. «Senza il tuo sostegno, non sarei nulla. Questa è la nostra opportunità per ottenere quello che abbiamo sempre sognato».
Mi baciò nuovamente.
Non avrei mai creduto di poter amare così tanto qualcuno.
«Prima che te ne vada, penso che dovresti sapere che ho ricevuto una telefonata dall’insegnante di Charlie. Ha combinato di nuovo un guaio a scuola, e non mi stupisce considerato quanto somiglia a suo padre».
Feci un sorrisetto. «Che ha fatto stavolta?»
«Secondo la signora Harper, avrebbe augurato a una bambina che lo prendeva in giro per via degli occhiali che le andasse un rospo di traverso, perché lei sembrava proprio un rospo! Un rospo di traverso, ma ti sembra possibile?».
«Charlie!», lo chiamai rivolto verso il soggiorno. Venne fuori con un libro in mano. Non portava gli occhiali, fatto certamente collegato all’episodio a scuola.
«Che c’è, papà?»
«Hai detto a una bambina di strozzarsi con un rospo?»
«Sì», rispose lui senza girarci intorno. Per essere un bambino di otto anni, sembrava preoccuparsi veramente poco di quanto i suoi genitori potessero arrabbiarsi con lui.
«Piccolo, non puoi dire cose del genere».
«Però lei sembra proprio un rospo, papà!», protestò lui.
Dovetti voltarmi per ridere. «Vieni qui ad abbracciarmi, tesoro». Mi strinse forte. Temevo il momento in cui non gli sarebbe più interessato farlo. «Sii bravo con la mamma e la nonna mentre sono via, d’accordo?»
«Sì, sì».
«E rimettiti gli occhiali quando leggi».
«Perché?! Sono così stupidi!».
Mi chinai e gli diedi dei colpetti sul naso. «Gli uomini veri portano gli occhiali».
«Tu non porti gli occhiali!», si lamentò lui.
«Be’, sì, capita anche che gli uomini veri non portino gli occhiali. Però tu mettiteli, piccolo», gli dissi.
Lui borbottò qualcosa, poi scappò via per rimettersi a leggere il suo romanzo. Il fatto che preferisse i libri ai videogiochi mi rendeva felicissimo. Sapevo che l’amore per la lettura gli veniva dalla mamma bibliotecaria, ma mi piaceva comunque pensare che le storie che gli avevo letto quando era ancora nella pancia avessero contribuito alla sua passione per i libri.
Con il blogtour vi terremo compagnia dal 16 dicembre fino al 23. Qui di seguito trovate tutte le tappe del blogtour. Vi inviato a seguire questo viaggio attraverso i blog, in quanto avete l'imperdibile occasione di conoscere al meglio un romanzo che potrebbe diventare l'ultimo libro preferito del 2016.
Bene lettori, per oggi è tutto. Vi do appuntamento a domani, vi aspetta il weekly recap.
Un abbraccio e buone vacanze!!!

3 commenti:

  1. Questo libro è decisamente bellissimo e merita di essere letto

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho letto L'amore arriva sempre al momento sbagliato e mi è piaciuto parecchio😍
    Anche questo promette bene😀

    RispondiElimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!