/ La Rapunzel dei libri (e non solo): Instagram, la mia droga!

venerdì 13 gennaio 2017

Instagram, la mia droga!

Salve lettori, quest'oggi voglio parlarvi di un'applicazione, della quale non posso più fare a meno. Si tratta di Instagram. Con questo post voglio spiegarvi l'importanza di questo social.
Per chi ancora non mi seguisse, il mio account è il seguente: larapunzeldeilibri

Tutto il mondo ha fatto di Instagram un'applicazione da usare quotidianamente e più volte al giorno, non solo per pubblicare le nostre foto e creare le nostre storie, ma anche cercare i nostri amici, condividere i loro momenti. Istagram è inoltre un'app con la quale poter seguire i nostri idoli, i nostri personaggi famosi preferiti, un modo per essere sempre aggiornati su cosa stanno facendo e cosa hanno in programma di fare. E' incredibile, Instagram è davvero un'applicazione ben fatta. Tra l'altro trovo che sia molto più facile e più pratica di snapchat, che io continuo a detestare. Inutile dire che non mi ha conquistato per niente snapchat e per questo non mi trovate lì. 
Torniamo su  Instagram. Come dicevo, Instagram è una droga, ormai più di facebook, dai colori più vivaci e dalla varietà di profili, ai quali basta seguire, senza nessun altro intento che quello di seguire le foto del vostro instagrammer.
Adoro la nuova versione di Instagram, non solo per il lineare ed ordinato design, ma anche le nuove funzionalità, come le chat, le storie e i suggerimenti degli instragrammer da seguire.

COME USO INSTAGRAM E UN PAIO DI CONSIGLI
1•Caricare una foto, scegliere la dimensione più adatta, inserire o meno il bordo, e optare per l'effetto più bello.
Spesso e volentieri mi ritrova a scegliere sempre tra gli stessi effetti, e tra i miei preferiti ci sono:
-CLARENDON, colori più accesi, tendenti al blu.
-GINGHAM, un effetto vintage con elevata dissolvenza,
-LARK, un effetto che dà più luminosità all'immagine senza modificare radicalmente i colori originali,
-JUNO, colori più vividi,
-INKWELL, uno dei miei preferiti effetti bianco e nero,
-WALDEN,
-STINSON, uno dei miei preferiti effetti vintage,
-DOGPATCH, colori più vividi e più scuri.
Per ogni effetto, consiglio di graduare l'intensità, per evitare che l'effetto modifichi evidentemente la vostra foto. In taluni casi è sempre meglio aumentare solo la luminosità ed i contorni, ma talvolta è indispensabile usare uno o più di questi effetti per rendere più sofisticata e curata la foto. 

2•Inserire gli hashtag. Il successo di una foto molto spesso è dato dai like che ha. Certo che più followers abbiamo e più like possiamo, più probabilmente, ricevere, ma non è sempre vero. Mediante i tag, quali #likeforlike, #followme #followforfollow, #tagsforlike è possibile avere like da chi si avventura per questi hashtag. Altri hashtag che incrementano il pubblico sono: #photooftheday, #photo, #picoftheday, #pic... Ma attenzione, gli hastag devono esser sempre veritieri. Oltre che inserire gli hasthag sopra citati, che servono per aumentare il pubblico, altri hashtag che possiamo inserire sono quelli inerenti all'oggetto raffigurato in foto. Se parliamo di libri allora possiamo inserire #book, #text, #pages, #read, #plot e tanto altro, così come per un prodotto make-up: #makeup, #trucco, #palette, #lips...bisogno sola sbizzarrirsi. Attenti a non ripetere mai due hashtag e a non metterne troppi.

3•Più pubblichiamo più followers abbiamo. Non c'è alcun arcano mistero o modo per creare un grande pubblico, in realtà ho letto moltissimi articoli che spiegano come poter avere più seguaci su instagram, ma non c'è bisogno, credetemi. Molto spesso si tratta di falsi profili, dei fake che incrementano il numero dei nostri seguaci ma che effettivamente non fruttano dal punto di vista dei like, quindi del tutto inutili. Credetemi quando vi dico che ho visto un aumento esponenziale dei miei followers pubblicando solamente le mie foto con i giusti hashtag, che ho menzionato sopra.

4•Pubblicare foto con criterio. Beh, questa è una delle più belle idee che gli instagrammers hanno realizzato. Mi è capitato di imbattermi in profili instagram in cui le foto non sono pubblicate a casaccio ma piuttosto seguendo un preciso criterio. Ad esempio: ho trovato un profilo in cui le foto sono raggruppate in tre colonne verticali, quelle laterali rappresentano oggetti, quella centrale una parola o una frase. Ma questo è solo un esempio, ma ci sono tantissimi altri criteri da seguire, come un colore predominante, un oggetto ridondante, o una superficie ben determinata. Io adotterei questi ultimi criteri, raggruppano le foto a gruppi di tre. Un esempio, qui sotto.
(Prima colonna: due immagini di libri, una make-up, con il viola come colore predominante; seconda colonna: due immagini con libri e due immagini con stessa superficie come sfondo...)


5•Pubblichiamo STORIE. Ammetto di non aver ben compreso come far funzionale le storie in un primo momento. Questa parte mi sembrava un po' confusa e poco chiara, ma è bastato cercare un po' e curiosare le storie degli altri per capire come funzionasse. Col senno di poi, ho ben capito che talvolta sono una vera imbranata, perchè non c'è nulla di più semplice che creare delle storie si instagram. Le storie sono dei piccoli estratti della nostra giornata nella forma di immagini, video o gifs animate, che possiamo creare grazie all'effetto boomerang. Forse è proprio questa funzione dell'app che rende instagram una vera e propria droga. Io ADORO LE STORIE e ormai anch'io pubblico sempre più frequentemente, più storie che foto sul mio profilo. Infatti i mie unboxing o spacchettamenti li trovate nelle mie storie. Le storie sono un ottimo modo per condividere gli ultimi accadimenti e trasmetterli in tempo reale, come se fossimo in diretta, con i nostri amici. E' anche un modo per mostrare dove siamo e cosa facciamo o cosa sta accadendo in un certo momento o ancora, è un modo per pubblicizzare qualcosa. Non lo faccio sempre e volentieri, ma credetemi quando dico che funziona davvero. Molto spesso mi ritrovo a conoscerne nuovi blog e nuovi post di blogger a me già noti grazie alle storie.

6•La parte dedicata alla chat è molto ben fatta. E' possibile scrivere in privato, senza che il nostro messaggio compaia nei commenti e sia pubblico, ma soprattutto consente di chiacchiere e condividere immagini con pochi. Certo, questo ci permette di farlo non solo instagram, tuttavia è un'altra delle funzioni dell'applicazione che rende pratica e più funzionale l'app.

7•Un altro aspetto che apprezzo molto è quello dei suggerimenti. Non vi nego che grazie ad instagram ho scoperto nuovi blog e nuove persone da seguire.

Bene lettori, scrivetemi nei commenti se anche voi utilizzate INSTAGRAM  scrivete i vostri profili. Scambiamoci il nickname e seguiamoci a vicenda, per esser sempre e in costante aggiornamento.
Un abbracio, R ♥

7 commenti:

  1. Ciao Rosalba!!! Bellissimo questo post. Adoro anche io instagram e ultimamente sto cercando di capire come far funzionare la parte dedicata alle "storie". Non sono molto ferrata su quella parte ma quest'anno spero di riuscire a fare qualcosina di più.
    Come sai ti seguo già e come te uso spessissimo Juno come effetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clary, grazie!
      Le storie, dopo averne pubblicare un po', diventano semplici da creare!
      Ti seguo anch'io con molto piacere.
      Bacioni 😘

      Elimina
  2. Anche io ADORO Instagram, oltre a sbizzarrirmi facendo foto creative, mi piace scovare nuovi bookstagrammers *-*
    Storie per me resta un mistero, prima o poi mi deciderò a scoprire come funziona!
    A dire la verità, non uso quasi mai gli effetti di Instagram - eccetto l'aumento di luminosità - perché non mi piacciono molto, preferisco usare le app di fotografia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, talvolta anch'io penso che gli effetti non siano opportuni o modifichino troppo la mia foto perciò intervengo solo sulla luminosità o dissolvenza. Con un po' di pratica, le storie sono davvero semplicissime da creare.
      Un abbraccio XD

      Elimina
  3. Ciao Rosalba! ^^ Come non capirti, anche io sono totalmente ossessionata da questo social e, come te, lo preferisco nettamente a Snapchat: quest'estate avevo creato un profilo, ma continuava a bloccarsi e occupava un sacco di spazio! :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adele, anch'io ho provato con snapchat ma non è stato amore a prima vista. Instagram è sicuramente una delle migliori app disponibili.

      Elimina
  4. Bel post Rosalba anche io quest'anno mi sono imposta di usare di più instragram soprattutto per il blog a volte però mi impigrisco a causa degli hashtag

    RispondiElimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!