/ La Rapunzel dei libri (e non solo): 'La terza volta è quella perfetta' di Pippa Croft | RECENSIONE

sabato 30 luglio 2016

'La terza volta è quella perfetta' di Pippa Croft | RECENSIONE

Buongiorno lettori, oggi  voglio parlarvi del terzo romanzo della Blue trilogy (The Oxford Blue Serie), dal titolo 'La Terza volta è quella perfetta ('Third Time Lucky') di Pippa Croft. Ebbene, questo è l'ultimo, il libro conclusivo della tormentata storia d'amore tra Alexander e Lauren.
 LA TERZA VOLTA E' QUELLA PERFETTA ('THIRD TIME LUCKY') | PIPPA CROFT |
NEW ADULT | 384 PP. | NEWTON COMPTON | 18/07/2016
«Sono Sorella Dixon dalla Royal Infirmary. Mi dispiace comunicarle che il Capitano Hunt è rimasto coinvolto in un grave incidente».
Le vacanze di Pasqua sono appena iniziate e Lauren Cusack sta per tornarsene a Washington dopo i suoi ultimi giorni al Wyckham College, a Oxford. Ma questa telefonata cambia tutto. La sua storia con il favoloso aristocratico Alexander Hunt è stata turbolenta, appassionata e inebriante. Lauren sa che ha bisogno di allontanarsi, ma mentre si precipita al suo fianco sa già che verrà di nuovo risucchiata nel suo mondo.
E Alexander, seppur gravemente ferito, è un cocktail delizioso a cui Lauren non sa resistere e malgrado tutti gli ostacoli – che con Alexander non mancano mai – si ritrova a essere più felice che mai.
Ma i suoi ultimi giorni al college sono agli sgoccioli, e quando le viene offerto il lavoro perfetto a Washington mentre Alexander resta legato alle sue proprietà, si accorgeranno che la loro è una storia impossibile…

RECENSIONE 
Li abbiamo conosciuti nel primo romanzo, dal titolo 'La prima volta che ti ho incontrato', ad Oxford in virtù dei loro studi, ed è subito passione quella che nasce tra i due, una tormentata ed irrefrenabile passione, alla quale nessuno dei due può rinunciare. Non poche sono le ostilità e le difficoltà che devono superare, Alexander è un nobile inglese, primogenito di Lord Falconbury, mentre Lauren è figlia del senatore americano Cusack. Nel secondo capitolo entriamo nel mondo di Alexander, che si apre ai lettori. Scorgiamo in lui un animo ferito ma soprattutto un uomo forte, coraggioso, capace di amare, nonostante la corazza che sfoggia agli occhi degli altri. E' grazie al secondo libro se le lettrici si innamorano di Alexander, ma è con il terzo che le lettrici lo amano, perchè in quest'ultimo episodio la scrittrice ci racconta di un uomo diverso da quello tutto d'un pezzo che abbiamo conosciuto nei precedenti libri, riesce a rompere alcune barriere e a farsi largo irrimediabilmente nel cuore della bellissima Lauren. Anche Lauren non è da meno, Alexander non potrà fare a meno di lei, infatti lei sarà sempre un punto di riferimento, un pensiero che lo porterà alla vita, anche nei momenti più tristi e più difficili.
Ora entriamo più nel vivo del terzo romanzo, ci soffermiamo sulla storia che viene raccontata, per questo urge avvisare voi lettori che se non avete letto il secondo romanzo o quanto meno il primo, non potete assolutamente leggere questa recensione, perchè sarebbe impossibile pararvi di questo libro senza svelarvi retroscena che magari preferireste scoprire solo con la lettura. Se invece siete fanatici e volete subito conoscere cosa accade di seguito al secondo romanzo, eccovi il piatto pronto, leggetemi e vi dirò quello che volete sapere.
Ci troviamo in ospedale, Lauren viene chiamata dall'infermiera del capitano Hunt, che chiedeva insistentemente di vederla. Alexander è andato in missione per sostituire un suo collega ed ora è finito in ospedale in precarie condizioni. I medici, rassicurano Lauren, faranno tutto ciò che sarà possibile per dar lui le cure di cui necessita, ma Lauren è molto spaventata, teme di perderlo per sempre. Anche se la loro relazione era in bilico, una brutta discussione li aveva allontanati, Lauren non  può fingere di provare dei sentimenti per Alexander, così resta al suo capezzale, fin tanto che lui non si risvegli. 
Quando il peggio è passato, Alexander le chiede di tornare alla tenuta con lui, sua sorella Emma e i suoi collaboratori. Lauren vorrebbe rifiutare la sua richiesta ma sa che in quel momento Alexander ha bisogno di lei, ha bisogno di aiuto per affrontare la riabilitazione e soprattutto necessita di una spalla per tenere a bada sua sorella, che a quanto pare non è un agnellino, anzi, tutt'altro.
“Voglio godermi il momento, vivere il presente, è questa la cosa importante.” Lauren

Lauren si lascerà sopraffare da Alexander, il suo corpo le chiede qualcosa che non vorrebbe concedere ancora a quell'uomo ma sembra non poter sottrarsi al suo tocco. Le sue parole le solleticano i sensi, le sue mani la fanno rabbrividire, la sua pelle si incendia e non le resta altro che quella passione irrefrenabile che entrambi vogliono soddisfare. 
Alexander è un uomo complicato, non è semplice stargli accanto e in questi libri ne ha dato prova, ma Lauren non ha mai provato nulla del genere con altri uomini. Desidererebbe accanto un uomo diverso, che la faccia stare bene senza soffrire, cosa in cui Alexander ne è maestro, ma nessuno è padrone del suo corpo, se non Alexander. Lui sa risvegliare sensi ed appetiti sessuali che neanche Lauren credeva di avere, il loro legame è profondo ed intenso che sembrano fatti per stare insieme per sempre. Come vi anticipavo, avere una relazione con Alexander non è semplice, soprattutto ora che molte responsabilità, sia per la carriera che per la famiglia, ricadono su di lui. Lauren sa che sarebbe meglio per lei allontanarsi una volta per tutte da quell'uomo, ma è incredibile quanto il cuore sia così determinato da vincere contro la mente.
“Il perdermi dentro il suo corpo, diventando parte di lui, è una sensazione così bella, così naturale da farmi quasi paura.” Lauren
Anche in questo romanzo preparatevi a leggere di battibecchi e di incomprensioni tra i protagonisti. Ritornano persone del passato, vengono a galla segreti che dovrebbero esser taciuti, e soprattutto in questo libro c'è il fatidico incontra tra il capitano Hunt e la famiglia di Lauren. Cosa penseranno i suoi genitori della loro relazione?
Intrighi, menzogne, ricatti e tanta passione arricchiscono il romanzo, sono parte integrante ed è ciò che invita il lettore a proseguire la lettura. 
Venendo al mio personale parere devo premettere che solo in quest'ultimo capitolo ho compreso che non ho letto la serie per la storia o per lo stile della scrittrice, anzi sullo stile avrei da ridere, alquanto apatico lo definirei, ma ciò che mi ha portato a continuare la lettura è stato Alexander. E' proprio questo protagonista che mi ha incuriosito da subito e che mi ha conquistato senza ombra di dubbio. E' un uomo misterioso, che difficilmente mostra i suoi sentimenti, ma utilizza la passione e i piccoli gesti per dimostra a Lauren quanto lei sia importante per lui. Alexander ci fa capire che, per quanto sia importante dire ti amo non è essenziale perchè una coppia nasca o sopravviva, in quanto l'amore si può dimostrare in molteplici forme ed Alexander le dimostra chiaramente. Anche Lauren non pronuncia quelle fatidiche paroline, neanche in un momento di passione, ma è chiaro il suo sentimento. E' un atto di coraggio dichiarare il proprio sentimento all'altro, ma non tutti sono bravi o coraggiosi nell'utilizzo delle parole.
«Ho bisogno di averti nella mia vita, anche se a piccolissime dosi. E probabilmente ti renderò la vita impossibile e tu la mia, ma non m’importa. Vederti solo per brevi istanti sarà comunque meglio di non vederti affatto. Dobbiamo continuare a lottare».
«Vuoi dire lottare l’una per l’altro?», sussurro
«Sì, preferisco soffrire con te piuttosto che da solo, senza poter far nulla, come è accaduto nelle scorse due settimane. Lottare l’una per l’altro è comunque meglio che rimanersene immobili e impotenti, e rinunciare per sempre alla nostra storia. Io non sono uno che rinuncia. Non sono uno che accetta la sconfitta. E tu?». Alexander e Lauren
Lauren mentre non l'ho trovata come un personaggio strepitoso, perchè in alcuni casi ha tenuto comportamenti che io non avrei avuto. In alcuni casi avrebbe dovuto utilizzare le parole perchè facesse chiarezza su ciò che prova per Alexander e altri suoi corteggiatori. Penso che in alcuni casi sia stata cosi egoista da voler tenere due piedi nella stessa scarpa, questo lato del suo carattere non l'ho apprezzato per nulla. Invece ho adorato la sua determinatezza, il suo non farsi mettere i piedi in testa e la sua risolutezza dinnanzi i suoi genitori. In questo caso Lauren ha dato prova di essere adulta e di decidere lei stessa il futuro ma anche il presente.
Magari questa serie non vi colpirà per lo stile narrativo della scrittrice, la storia vi sembrerà banale, ma c'è qualcuno che mi ha convinto a dargli una possibilità e a leggere tutta la serie. E' sicuramente Alexander il motivo della lettura, quest'uomo affascinante e misterioso che mi ha incatenato alla lettura, e ne sono felice. Ho conosciuto un altro di quei protagonisti maschili di cui mi innamorerei, sempre che non l'abbia fatto tramite le pagine del libro.
Per finire, vi comunico che avrei desiderato un finale diverso, diciamo più fiabesco, ma nonostante non sia stato un epilogo come l'avrei immaginato, è stato un libro un tantino migliore degli altri. Per questo motivo valuto il romanzo con 3.5 STARS/5!

Voi avete letto il romanzo? Lo leggerete? Cosa pensate di questa recensione?
Vi aspetto nei commenti.
Un bacio, R.

4 commenti:

  1. Non sapevo dell'esistenza di questa trilogia e ora questo Alexander mi ha incuriosito. Ecco altri libri da mettere in wishlist XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Deb, non è un MUST READ, però devi conoscere Alexander! Ti capisco benissimo, ho anch'io una TBR lunghissima. Riuscirò mai a terminarla? Se continuo a inserire altri titoli non credo proprio.

      Elimina
  2. Ciao carissima!
    Adesso che hai letto anche il terzo, mi convinco a leggere il secondo e il terzo anch'io :-) Detesto quando i libri finiscono male, il primo è finito maluccio, ma mi consolo pensando che negli altri ci sarà finalmente una conclusione.
    A presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, premetto che sono dei libri solo piacevoli, peccato però che la scrittrice non c'abbia regalato una storia con prosa eccellente, avrebbe acquistato più punti sicuramente, perchè la storia, ma soprattutto il protagonista maschile, beh è....senza parole.
      Buona lettura Susy.
      Contattami quando vuoi per la grafica.
      A presto.

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!