giovedì 24 novembre 2016

"I nostri cuori chimici" di Krystal Sutherland | Recensione

Buongiorno lettori, quest'oggi vi parlo in anteprima di "I nostri cuori chimici" di  Krystal Sutherland, edito da Rizzoli, il 24 Novembre.

I NOSTRI CUORI CHIMICI (OUR CHEMICAL HEARTS) | KRYSTAL SUTHERLAND |
 STANDAOLONE | YOUNG ADULT | 350 PP | RIZZOLI| 24/11/2016
Henry Page ha 17 anni e non si è mai innamorato. Paradossalmente, la colpa è del suo inguaribile romantici­smo: Henry è da sempre così aggrappato al sogno del Grande Amore da non aver lasciato spazio alle cotte che da anni elettrizzano le vite dei suoi amici. Non è una scena da film nemmeno il primo incontro con Grace Town: Grace cammina con il bastone, porta vestiti da ragazzo troppo grandi per lei, ha sempre lo sguardo basso. Complice il giornale della scuola, Henry se la ritro­va vicina di scrivania, e presto preci­pita nella rete gravitazionale di Grace, che più conosce, e più diventa un mi­stero. Grace ha ovviamente qualcosa di spezzato e questo non fa che attira­ e Henry, convinto di poterle ridona­re quel sorriso che fino a pochi mesi prima la accompagnava ovunque. Ma forse il Grande Amore è più amaro di quanto i romantici credano.


RECENSIONE
Coinvolgente, dolce, romantico e sofferente, “I nostri cuori chimici” ha tutto ciò che serve  perché un romanzo possa fare emozionare il lettore. Non è una storia qualunque, ma sappiate che è una storia speciale, una storia che vi commuoverà, ebbene sì, vi porterà a  versare qualche lacrimuccia, ma vi regalerà anche grasse risate, perché il protagonista Henry Page è un portento. Io lo adoro perché è una persona buona che porta speranza, crede in un futuro migliore, crede nell’amore, crede che tutto il dolore possa esser spazzato via con l’amore, ma anche un animo gentile e dolce come il suo dovrà fare i conti con le difficoltà inaspettate della vita. 
Nessuno ha idea di quando arrivi l’amore, avete presente quella sensazione di forte dolore al petto? Il cuore batte veloce, come se fosse una cavallo sbizzarrito, lo stomaco è in subbuglio, gli occhi non permettono di guardare altrove, è tutta una reazione chimica, ma Henry non l’ha mai provata, se non con Grace Town, la ragazza fantasma. Grace non è come tutte le altre ragazze che Henry conosce, non usa del trucco, non si acconcia i capelli e non indossa abiti che tutte le ragazze indossano abitualmente. Grace indossa abiti da ragazzo e porta con se un bastone. Il bastone le serve per reggersi e camminare a causa di una gamba che ancora non si è ripresa dal brutale incidente automobilistico di qualche mese fa. La vita di Grace è stata rivoluzionata, ma avrà una piega piacevole non appena incontrerà Henry. Non solo il suo sorriso, Henry è quel ragazzo che la porta altrove, in un posto dove Grace si sente la vecchia Grace, quella prima dell’incidente. Henry le fa staccare la spina, le fa dimenticare i ricordi e le fa sentire il cuore meno pensante e meno doloroso. Quegli attimi per Grace sono momenti di pace, una salvezza dal baratro al quale il dolore per la perdita la sta conducendo. 
Henry sa perfettamente che Grace non è la ragazza più facile del mondo con cui avere una relazione, ma prima di lei nessuna gli ha ma scatenato quella reazione chimica. Tuttavia Henry si domanderà se sia meglio lasciar perdere ed evitare di rimanere con un cuore infranto o se debba lottare con i denti per avere un lieto fine.
Come vi preannunciavo, non pensate che questa storia sia banale, un romance o un Young Adult come tanti, perché porta con sé tante sfumature di emozioni. Vi troverete a sghignazzare per un momento e a piagnucolare in quello dopo, ma il suo concentrato di sentimenti è ciò che rende meraviglioso il libro. 
Il romanzo mi ha colpito per la dolcezza dei personaggi. Henry caro sei troppo dolce e gentile. In alcuni tratti l’ho quasi associato ad Eleanor & Park di Rainbow Rowell, in effetti, se l’avete letto capirete, ho trovato la stessa delicatezza nel racconto, che si dipana grazie alla voce di Henry. Tuttavia, se proseguite la lettura del libro, vi renderete conto che  “I nostri cuori chimici” non hanno nulla a che vedere con “Eleanor & Park”, ma tra i due non c’è gara, sono meravigliosi entrambi. Pertanto, se avete amato la storia scritta da Rainbow Rowell, non mancate di leggere “I nostri cuori chimici”. 
Dopo aver parlato per lungo tempo di Henry, che ho amato fin dalle prime pagine, mi preme scrivere ancora quattro parole su Grace e sulla storia. Grace è un personaggio che ha perso il senso della vita, il senso delle cose, il senso di tutto, pertanto è ben chiaro che il suo personaggio sia incomprensibile in alcuni episodio raccontati. Mi è piaciuta Grace, infondo è un personaggio ben costruito certo, ma ciò che mi ha convito di Grace è il suo lottare. Combattere per mantenersi a galla, cercare con forza di ritornare ad esser la ragazza di una volta, ma i suoi tentavi spesso e volentieri non vanno a buon fine, perché non è ancora pronta, la sofferenza le corrode il cuore e ad ogni passo in avanti ne fa dieci indietro.
Ho apprezzato tanto i genitori e la sorella di Henry, diversi da come li immaginavo, mi hanno divertito anche loro e poi anche gli amici di Henry sono fantastici. Lola e Muz mi hanno fatto sbellicare dalle risate. “I nostri cuori chimici” è un lavoro fantastico, la scrittrice sa come caricare di significato ed intensità certe situazioni e renderle più leggere e soft da digerire subito dopo, proprio grazie all'inserimento di protagonisti secondari che sanno smorzare i toni del libro. 
Non mancate di leggere questo libro, vi conquisterà. Parola di Rapunzel.
4/5STARS.

Bene lettori, questo è tutto per oggi. Mi auguro che la recensione vi siamo piaciuta e che vi inviti a correre in libreria, ebbene perché a oggi potrete leggere anche voi questo romanzo. 
Che ne dite? Fa al caso vostro?
Vi aspetto nei commenti.
Baci, R ♥


8 commenti:

  1. Una recensione stupenda come sempre Rosalba, non vedo l'ora di leggere questo romanzo, mi ispira tantissimo e spero di poterlo leggere presto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ely ♥, te lo consiglio!
      Passo presto dal tuo angolino ♥

      Elimina
  2. Anche a me ispira molto questo libro, sembra davvero una bella lettura che potrebbe piacermi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, ne sono certa, ti piacerà!
      Bacioni ♥

      Elimina
  3. ciao! È in lista regali di Natale, ora leggo un po' di recensioni in giro per vedere se ne vale la pena, un punto per il sì con la tua bellissima recensione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Deb ♥, spero che le altre recensioni ti convincano. A me il libro è piaciuto tanto, è molto dolce!!!
      ♥Grazie ♥

      Elimina
  4. Ciao!💕
    Davvero molto bella questa recensione, sì. Il tuo modo di scrivere e di raccontare del libro mi ha fatto venire in mente tantissimi collegamenti con altri libri, assurdo! Ahah
    Io lo ho in wishlist e non vedo l'ora di poterlo leggere!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mjchela,
      non potevi farmi più contenta di quanto sono dopo aver letto questo meraviglioso commento.
      Ti ringrazio ♥ Sono questi commenti che mi spingono a continuare a scrivere sul blog. ♥.♥

      Elimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!