/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Personaggi di carta in confronto: Mia Kelly & Jocelyn Kiel

domenica 26 luglio 2015

Personaggi di carta in confronto: Mia Kelly & Jocelyn Kiel

Cari lettori, oggi inauguro un'altra rubrica molto carina, intitolata "Personaggi di carta in confronto". E' davvero semplice farvi capire che cosa tratterà questa rubrica, basti pensare a libri diversi che spesso presentano personaggi affini tra loro.
Oggi voglio parlarvi, a fronte delle recenti recensioni pubblicate, di due belle fanciulle: Mia Kelly di "Non aver paura di innamorarti" di Renèe Carlino Jocelyn, detta Joss, Kiel di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill. 
Per poter meglio comprendere questo confronto invito voi lettori a leggere almeno le recensioni pubblicate nel blog, cliccando sul link. 
Ho scelto questi due personaggi di carta perchè Joss e Mia condividono le stesse paure, quella di abbandonarsi ai loro sentimenti e ai loro istinti, anche se l'una ha un vissuto diverso rispetto l'altra. Mia ha perso da poco suo padre, la sua vita ora prende una svolta diversa, cambia città, cambia casa e ha un lavoro che mai avrebbe immaginato, ebbene sì, con una laurea in economia decide di mettere in pausa le sue ambizioni lavorative, almeno per un po di tempo, così da dedicarsi alla cura del pub di suo padre. La sua morte ha lasciato un grande vuoto dentro di lei, ma la vita è fatta di cose belle e brutte. Infatti, quando meno te lo aspetti accadono cose che ti cambiano la vita, ed è proprio quello che succede a Mia quando in areo incontra il bel musicista Will. Entrambi sono così diversi, lui più spensierato, più alla mano e libero da pensieri, segue i suoi istinti, le sue passioni, lei più controllata, più razionale e meno impulsiva. I suoi comportamenti sono frenati da credenze senza alcun fondamento e, devo dirlo, non ho nutrito una forte simpatia per lei fin dall'inizio, non fin quando non ha seguito il suo cuore e non la sua mente.
Joss mentre è un portento, è davvero simpatica, estrosa, briosa, sorridente. Fin da subito ho colto nel suo personaggio questa briosità tanto da innamorarmi immediatamente del suo personaggio, sono rimasta impressionata su quanto la scrittrice sia stata così brava a creare un personaggio così ironico, alquanto sicura di se, un animo libero e divertente. Molto diverse, non credete? Si se non fosse che entrambe devono fare i conti con i loro sentimenti, mettere da parte la logica e seguire un po il cuore. 

Non aver paura di innamorarti di Renèe Carlino e Regole d'amore per amici confusi di Ellie Cahill
Immagine tratta da WeHeartIt.com
MIA KELLY
Mia impara a conoscere il sentimento che prova per Will grazie alla musica, comprende che la musica del suo cuore è alquanto stonata senza Will e che solo lui è in grado di farle provare sensazioni mai suscitate in lei. La sola lontananza le provoca un dolore lancinante, soffre per non averlo accanto. Averlo vicino significa vivere in felicità e pace, quella tranquillità da tanti cercata, ma spesso Mia agisce pensando troppo, sopprime i suoi sentimenti per dar credito alla ragione.
Joss mentre pensa poco prima di agire, è senza dubbio più impulsiva, certo fa un sacco di errori, ma perché Joss non conosce ancora cosa significa amare un uomo. In realtà sia Joss che Mia hanno amato senza sapere di averlo fatto, senza sapere che l'amore nasce e si fonda sui piccoli gesti, perchè sono proprio quelli le chiavi del nostro cuore. Troppo prese dalle loro convinzioni, sia Mia che Joss, non si concedono di amare liberamente. Mia si richiude in se stessa perchè solo così potrà imparare a conoscere il proprio io e comprendere cosa desidera per il suo futuro, al contrario Joss si mette sempre in gioco.
Non aver paura di innamorarti di Renèe Carlino e Regole d'amore per amici confusi di Ellie Cahill
Immagine tratta da WeHeartIt.com
JOCELYN KIEL
In effetti la vita amorosa o sentimentale di Joss è alquanto colorata, anche se Matt è sempre stato la sua ancora di salvezza. Joss ha avuto molte relazioni e tutte si sono dimostrate essere del tutto sbagliate per lei. Matt le capita al momento più giusto, al momento del "sesso sorbetto" [:)], ma nessuno dei due potrà mai immaginare quanto il destino possa riservare loro. Perchè Joss e Matt capiscano cosa vogliano per il proprio
futuro passano ben 7 anni, anni in cui è nata ed è germogliata una bellissima amicizia. Pian piano però questa parola oscilla e lascia il posto a qualcosa di più forte, che sembra avvicinarsi al sentimento di amore che una donna possa provare per un uomo.
Mia e Will mentre si vogliono fin dall'inizio, o meglio, è proprio dai primi  capitoli che si nota una certa passione tra i due ma Mia è così ferma sulle sue convinzioni che non si concede di guardare con occhi diversi Will. Tra Joss e Matt mentre è tutto graduale, l'attrazione c'è ma non è tale da far desiderare da parte dell'uno o dell'altro di instaurare una relazione amorosa. Sarà che i protagonisti hanno un'età diversa tra loro, un'esperienza di vita diversa e istinti diversi.

In fin dei costi, però, ho apprezzato entrambe le protagoniste, le storie sono molto belle, le scrittrici davvero bravissime, ma quello che manca in Mia è la ironia e la simpatia di Joss, che sempre con il sorriso scherza e si burla di se stessa. Davvero piacevoli sono stati i racconti del suo gatto, come se fosse una  persona con la capacità della parola. Mia mentre è molto ragionata, triste perchè colta in un momento di straziante dolore, quello della perdita di un genitore, è combattuta per il futuro e difficilmente la vediamo con un sorriso se non grazie  e per Will. Ciò che Mia e Joss hanno in comune è la paura di esprimere i proprio sentimenti, il timore di farsi avanti e vedere quello che succede, la paura di perdere l'altro, ma è pur sempre vero che ognuno è responsabile della propria felicità. In presenza di questi sentimenti così forti non bisogna mai, dico mai, aver titubanza su quello che si prova, ed è sempre meglio prendere per mano la propria vita, crearlo noi stessi il  destino. Bisogna avere coraggio ed essere gli artefici della propria felicità. Come vedete, Joss e Mia sono personaggi così diversi ma che covano dentro di se le stesse paure, e che, accanto a due splendidi uomini, riusciranno a superare magnificamente, lasciando un bel sorriso sul viso del lettore.

Questo è tutto, spero che vi sia piaciuta questa riflessione, alla prossima, baci la vostra Rapuznel.

2 commenti:

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!