/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recensione: 'Dimmi che sarai qui' di Mia Sheridan

lunedì 30 novembre 2015

Recensione: 'Dimmi che sarai qui' di Mia Sheridan

ANTEPRIMA
Recensione di 'Dimmi che sarai qui' di Mia Sheridan, noto come 'Archer's Voice'. Newton Compton. Bree e Archer.Con questo romanzo Mia Sheridan è diventata una delle scrittrici che più preferisco. Benvenuta nella mia top ten. Parlo di 'Dimmi che sarai qui', il romanzo che Newton Compton pubblicherà giovedì 3 dicembre. Il titolo originale è 'Archer's Voice'. Venite a scoprirlo con me.



Titolo: Dimmi che sarai qui
Titolo originale: Archer's Voice
Scrittrice: Mia Sheridan
Pagine: 312
Casa editrice: Newton Compton
Data di pubblicazione. 03/12/2015
Bree Prescott si è appena trasferita nella tranquilla e isolata cittadina di Pelion, nel Maine, dove spera di ritrovare la serenità di cui ha disperatamente bisogno. Proprio il primo giorno nella sua nuova casa sul lago, tuttavia, incontra Archer Hale, un uomo affascinante e solitario. Anche lui, come Bree, nasconde dei segreti dolorosi, ferite che hanno scavato così in profondità da farlo chiudere per sempre nel silenzio. Nessuno in città può dire di conoscere davvero Archer, ma Bree vuole provarci, perché forse l’unico modo per liberarsi dalle catene del dolore e riassaporare la felicità è aiutare quell’uomo a trovare la voce che sembra aver perso per sempre…
RECENSIONE:
Con 'Se non torni sto male' la scrittrice mi ha colpito. Ammetto di aver trovato il romanzo, con il quale Mia Sheridan si presenta ai lettori italiani, davvero singolare. La storia mi è piaciuta fin dalle prime pagine e mi ha catturato fino all'ultimo capitolo, ma con 'Dimmi che sarai qui' la scrittrice ha fatto ancor più, mi ha travolta e mi ha conquistata totalmente.
Non riuscirò mai a dimenticare questa storia per quanto profonda ed emozionante sia stata. E' davvero una meraviglia questo romanzo, non fatevelo scappare, miei cari, anzi correte in libreria il giorno stesso della sua pubblicazione. 
Per avermi regalato questo gioiellino non finirò mai di ringraziare immensamente Antonella, che lavora per Newton Compton. Devo a lei i miei ultimi pomeriggi più che piacevoli in compagnia di Archer e Bree.
Se dovessi iniziare a parlare della loro storia vi direi subito che Archer e Bree sono due anime vittime del loro passato. Quello che sono lo devono alle persone che sono state a loro fianco, ma soprattutto a quanto hanno vissuto. Hanno amato immensamente, hanno sofferto profondamente, quel tipo di dolore lacerante, che ti priva di vita, ma il loro cuore non ha mai smesso di battere fin quando l'uno non ha posato i suoi occhi sull'altra. Lo sentono fin dal primo sguardo che sono legati. C'è qualcosa nei loro occhi, anche se non si conoscono, che li lega per l'eternità.
Un amore così profondo forse nessuno dei due l'ha mai provato o forse non ricordano di averlo mai provato, ma succede con semplicità. L'amore sboccia all'improvviso, nei gesti più semplici e banali, dai sorrisi spontanei, da sguardi sinceri e poche parole.

Certo per Bree non è stato facile lasciare la sua città e i suoi migliori amici e ricominciare una nuova vita lontano da tutti, ma ancor più difficile è restar inerte dinnanzi quel ragazzo, che più la fa sentire viva, ma non la degna neanche di una parola. Bree capisce fin da subito che quel ragazzo, seppur dall'aspetto non molto curato, è bellissimo dentro e fuori e la sua curiosità di conoscerlo è così tanta da non riuscire a stargli lontano. Così Archer si trova una ragazza in casa, che minaccia di far crollare quel silenzio e solitudine che si è costruito negli anni. Non può permetterlo perchè non sa rapportarsi con nessuno, d'altronde non l'ha mai fatto per tutta la vita ed ora è troppo tardi. Pensa di non aver speranze, pensa di dover continuare a vivere così, passivamente, rassegnato, ma non sa che futuro gli aspetta, perchè quella ragazza è così determinata da lasciar ad Archer nessun'altra scelta che l'amore per lei.
Sanno entrambi che l'amore è quel sentimento dall'aspetto bello e brutto allo stesso tempo, che ti porta ad esser  felice da toccare il cielo con un dito e poco dopo ti lascia un vuoto così grande dentro, così profondo che ti sembra morire. Ma l'amore capita quando meno te lo aspetti e l'animo umano non ha capacità di non amare. Archer è così spaventato da quella donna, ma soprattutto da se stesso. Quello che prova è così nuovo e così pericoloso e sempre più spesso emergono le sue insicurezze, le sue parole e il suo reale io. Come è possibile non innamorarsi di un personaggio così bello, puro e meraviglioso? 
Anche Bree scappa dal dolore e dal tormento del suo passato, ma in Archer trova quello che cercava da tempo: una casa, un porto sicuro, un'ancora di salvezza, la sicurezza. Nulla di brutto potrà accaderle con quell'uomo accanto. 
Anche Bree è un personaggio non di poca bellezza, ma Archer è pura meraviglia, è davvero quel personaggio che ti fa sognare, che ti fa emozionare senza limiti. Non sapete quante volte l'ho immaginato nella mia mente nel corso della lettura.
Archer e Bree non sono altro che gusci vuoti di se stessi, che si riempiono di vera vita quando si conoscono e innamorano. Rinascono l'uno nelle braccia dell'altro, sulla forza dell'altro. Le paure di uno vengono meno grazie al coraggio dell'altro. L'amore di uno cura le ferite e il dolore dell'altro. La voce di uno è voce dell'altro. Due anime semplicemente rotte che faticano tanto nel ricomporsi. Cercano di ricostruirsi, di sistemare quanto gli resta della loro vita addolcendola ed abbellendola con un sentimento potentissimo: l'amore.
Un inno alla vita, all'amore, alla forza, al coraggio di vivere è questo romanzo.
Nulla è perduto se finalmente trovi la felicità.
Mi è piaciuto fin troppo questo romanzo, perciò lo reputo:
Questo è tutto per oggi. Lascio la parola a voi. Cosa ne pensate? Lo acquisterete?
Baci, Rapunzel

2 commenti:

  1. Recensito proprio adesso. Un libro davvero bellissimo che mi è piaciuto molto di più rispetto all'altro della stessa autrice. Un susseguirsi di emozioni e sentimento che non può non conquistare.
    Ottima come sempre la tua analisi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Susy, devo passare da te appena dopo cena, concordo con le tue parole. Grazie, scrivere di libri del genere mi viene spontaneo <3

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!