/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : 'Dimmi tre segreti' di Julie Buxbaum | RECENSIONE |

sabato 16 luglio 2016

'Dimmi tre segreti' di Julie Buxbaum | RECENSIONE |

Salve lettori. Sul mio fronte brutte e belle notizie, a seconda dei punti di vista. L’esame che avrei dovuto sostenere venerdì 15 è stato spostato a giovedì 21 pertanto la mia estate tarda ad iniziare. Tuttavia, questo non pregiudica le mie iniziative. Finalmente questa settimana ho terminato un libro che avrei dovuto leggere tempo fa. Meno un arretrato. Vi parlo di DIMMI TRE SEGRETI di Julie Buxbaum, edito da De Agostini, a maggio 2016.

DIMMI TRE SEGRETI  (TELL ME THREE THINGS) |  JULIE BUXBAUM | 
AUTO CONCLUSIVO | YOUNG ADULT | 384 PP | DE AGOSTINI | 10 MAGGIO
E se la persona che ti conosce meglio al mondo fosse l’unica che non hai mai incontrato?
Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles. Ma proprio quando le cose si mettono male, riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola, mantenendo però l’anonimato. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano? Il punto è che lei non è nelle condizioni di rifiutare un aiuto tanto generoso: sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato, costringendola a trasferirsi dall’altra parte del Paese, in un posto che odia con un fratellastro che odia ancora di più. Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto, Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo migliore amico, e lei decide che è arrivato il momento di incontrarlo. Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai…
 
RECENSIONE
Con Dimmi tre segreti il lettore si immerge nel mondo adolescenziale e dei social. Chi di voi non ha un profilo twitter, facebook, instagram, pinterest…e chi ne vuole ne metta?  Oggi il mondo ruota attorno ai social. What’s app, ecco un’altra di quelle applicazioni delle quali non posso fare a meno, e come me anche Jessie adora i social, quanto meno è l’unico modo per poter scambiare parole con uno studente della sua nuova scuola.  Un must read adatto a tutte le età. Non penso ci sia un range di lettori a cui si indirizzi questo romanzo, pertanto lo consiglierei anche ai meno giovani, come i genitori, perché permette di entrare nella testa degli adolescenti.

"Sai, dicono che il livello di felicità alle superiori sia indirettamente proporzionale al successo nel resto della vita." PS

Sono trascorsi 733 giorni da quando Jessie ha perso sua madre e solo 45 da quando suo padre ha sposato una donna vedova incontrata su internet, Rachel. Da 30 giorni Jessie vive in California, in casa della nuova moglie di suo padre e di suo figlio Theo, ed è qui che frequenterà il penultimo anno di scuola, la Wood Valley.
A Chicago Jessie ha lasciato la sua casa, i suoi ricordi, la sua amica del cuore, Scarlet, la sua scuola, il suo lavoro… per iniziare una nuova vita lontana mille miglia dal luogo in cui si sente a casa. Suo padre ha preso una decisione così importante senza prenderla in considerazione, senza tener conto di quale peso avesse per Jessie vendere la casa delle sua infanzia, dove con sua madre aveva costruito tanti ricordi. Non immagina quanto sia doloroso per Jessie il trasloco e ambientarsi nella nuova scuola. Solo dopo sette giorni dall'inizio delle lezioni, uno sconosciuto le invia una mail. Jessie crede sia uno scherzo, il solito fatto nei confronti delle matricole per beffeggiarsi di loro, ma non è nulla di tutto ciò. Chi scrive è curioso di conoscerla, vuole parlarle, vuole farle da mentore, da guida nella nuova scuola.  Difatti chi scrivere le indicherà i nomi di chi può esserle amica, di chi non deve fidarsi, da chi tersi lontana. Le darà delle dritte sul cibo da mangiare in mensa e tanto altro che le matricole, in quanto novelli, non conoscono.
Jessie desidera dare un nome e un volto allo sconosciuto, mentre lui non vuole svelarle la sua identità, così questo ragazzo misterioso è semplicemente un PS, ovvero un perfetto sconosciuto. Mantenere nascosta l’identità è un modo facile per scrivere. Difatti è più semplice sbandierare i pensieri e sentimenti con un estraneo piuttosto che con l’amica o l’amico di sempre.

"Smetterò di aver paura di tutto: di soffrire e di esser rifiutata; dei sentimenti contrastanti di mio padre nei miei confronti, di andare avanti, giorno per giorno." Jessie

Per mesi Jessie e PS si scambiano sms, tramite i quali vengono a galla le loro emozioni, paure e soprattutto i loro desideri. Ogni chat inizia con tre desideri che l’uno svela all'altro, è questo un modo carino e dolce per conoscersi.  Avete provato mai la cosa? Scambiare i vostri tre desideri con gli amici in chat?
Secondo voi, basteranno semplici sms perché PS possa raggiungere il cuore di Jessie?
Non pensate però che il racconto nasca e muoia con Jessie e PS, certo le loro chiacchiere tengono il lettore attaccato alle pagine. E’ impossibile volgere altrove l’attenzione, a qualcosa che non sia il libro, ma seppure la chat è il cuore del libro, la scrittrice ci racconta di Jessie e di come affronta il dolore  della perdita e i cambiamenti della sua vita.
In California, Jessie conosce Dri e Agnes, Liam, il figlio della proprietaria della libreria in cui lavora, Ethan, o meglio Batman, perché indossa spesso una t-shirt raffigurante il supereroe. Ma non solo, conoscerà Theo e Rachel e riallaccerà i rapporti con suo padre.
Tutto sommato, Jessie non si trova poi male in California. Certo, è difficile affrontare tutto da sola, affrontare le giornate nere senza nessuno che le faccia da spalla, ma come a Chicago, anche in California Jessie ha degli amici, ai quali inizia a voler bene.  Jessie rivaluta la sua vita californiana e si rende conto che la casa in cui vive non è poi così appariscente; che dietro Theo si nasconde un ragazzo buono e gentile e  che anche Rachel è un’ottima persona, comprensiva e disponibile. Ambientarsi è sempre difficile, ma con affianco le persone giuste diventa più facile. 

"Ma a volte un bacio non è un  bacio. A volte è una poesia." Jessie

Quanto è bella Jessie, insicura di se che trova grazie i suoi amici la vera se stessa. E’ bellissimo conoscere cosa prova verso quel ragazzo che le fa battere il cuore. Ebbene, in questo libro vi innamorerete della Jessie cotta del ragazzo che tutti definiscono danneggiato. Indimenticabili sono le chat tra Jessie e PS.
Anche Ps  è fantastico, si nasconde dietro un cellulare, ma lo fa per affrontare tutto il dolore che cova e trova in Jessie un’amica e una ragazza davvero favolosa.
Un romanzo irrinunciabile, dovete leggerlo. Ve lo consiglio senza dubbio.
BELLISSIMO, CON UNA DOLCEZZA FUORI DAL COMUNE. PROMOSSO A PIENI VOTI. 

Bene lettori, oggi la mia recensione è bella che pubblicata. Avete letto il romanzo? Vi è piaciuto tanto quanto me?
Vi aspetto nei commenti.
Bacionissimi, R.

3 commenti:

  1. Concordo con te ogni parola, anch'io ho adorato questo libro.
    A presto!

    RispondiElimina
  2. Grazie Susy, sono contentissima. Prossimo libro per le opinioni librose?
    Un bacione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si sarebbe perfetto. Dopo ti scrivo

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!