mercoledì 2 novembre 2016

"Fangirl" di Rainbow Rowell | Recensione

Buongiorno lettori, oggi parliamo di un libro tanto atteso: "Fangirl" di Rainbow Rowell, edito da Piemme il 18 ottobre.



FANGIRL | RAINBOW ROWELL | 
STANDALONE | YOUNG ADULT | 516PP | 
PIEMME | 18/10/2016
GOODREADSFELTRINELLIKOBOSTOREAMAZON
Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fan fiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con un ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fan fiction siano solo un plagio e un compagno bellissimo che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita.




RECENSIONE
Non vedevo l'ora di parlarvi di questo romanzo. Dopo aver conosciuto la penna della scrittrice con il romanzo "Eleanor & Park", ero sempre più decisa di voler continuare a leggere la Rowell. Si è parlato a lungo di "Fangirl", spesso elogiandolo, pertanto sapevamo che fosse un libro che si avvicinasse alla perfezione. Ero a conoscenza che la scrittrice avesse scritto un libro che avrei amato, infatti, man mano che mi avvicinavo sempre più alla fine, temevo di concluderlo fin troppo in fretta, quando non ero ancora pronta a dire addio ai due protagonisti. Non è stato così però. Più mi avvicinavo alle ultimissime pagine e più credevo che tutto stesse andando a meraviglia e che il libro non avrebbe potuto avere una conclusione migliore.
La storia è molto semplice, oserei dire in alcuni tratti banale, ma questa banalità non è assolutamente un difetto, bensì un pregio perché consente al lettore di avvicinarsi sempre più ai protagonisti, fin troppo reali, ed immergersi nel romanzo, come se nulla fosse.
"Aveva l'impressione di nuotare tra le parole. Persino di affogarci, certe volte."
Non trovavo così piacevole un romanzo da questa estate, da quando diedi una chance a Jenny Han e alla sua serie "Tutte le volte che ho scritto ti amo". Metterei "Fangirl" e "Tutte le volte che ho scritto ti amo" quasi sullo stesso piano se consideriamo la tenerezza, la genuinità dei protagonisti e la semplicità della storia. In entrambe, sia in Cath che in Lara Jean, ho trovato delle protagoniste di carta avvincenti, ben strutturate, che sanno tener la scena, sanno mantenere gli occhi dei lettori puntati su di loro senza far nulla di incredibile se non esser se stesse. E' in questi casi che mi domando quanto delle autrici ci sia dentro in questi personaggi. Forse sbaglio a credere che le scrittrici mettano in mostra una parte di se stesse, tuttavia mi piace crederlo, mi piace pensare che storie come queste siano un mezzo per farsi conoscere ai lettori.
La storia che ci racconta Rainbow Rowell parla di Cath, sorella gemella di Wren, che si trasferisce, assieme alla sorella, in Nebraska per frequentare il college. Le due sorelle hanno vissuto in simbiosi fin'ora e continuerebbero a farlo se non fosse per Wren che, stanca di esser scambiata per sua sorella, vuole fare nuove amicizie ma, soprattutto, vuole partecipare alle feste e diversi finché l'alcool non faccia i suoi effetti e le faccia perdere i sensi.
"«Non ho bisogno di perdonarti» proseguì Cath. «Con te funziona così. Tu sei dentro di me. Sempre. Qualunque cosa succeda.»"
Vedete, Wren e Cath, seppure dall'identico aspetto, sono molto diverse caratterialmente. Se Wren è in cerca di una vita più frivola, Cath si rifugia in ciò che conosce ( nella fan-fiction di Simon e Baz ad esempio), senza svelare agli altri troppo di sé, fintanto che il suo cuore non venga rapito da un ragazzo troppo bello per esser vero: Levi. Peccato che Levi sia il ragazzo della sua compagna di stanza e che sia troppo per lei.
"E poi nessuno l'aveva mai baciata a quel modo, prima di allora. Solo Abel l'aveva baciata, ma era stato come ricevere una spinta sulla bocca e restituirla. I baci di Levi consumano, invece. Come se volesse assorbire qualcosa di lei con lievi e ripetiti scatti del mento. "
"E Levi le leccò le labbra come se tentasse di assaporare l'ultimo residuo di marmellata nascosto in fondo in fondo." 
Nel corso della lettura ho adorato Cath, in lei ho ritrovato parte di me stessa: le sue paure di non essere abbastanza, le sue fisse per due personaggi di carta che ha amato fin da piccola, il suo amore per la famiglia, la rabbia per le occasioni perdute, il non saper gestire un cuore che batte troppo velocemente per un ragazzo. In molti casi però mi sono dissociata da lei, altrimenti non avrei più pensato di leggere di Cath bensì di me stessa. Parlo di quelle parti del libro in cui Cath mostra le sue debolezze, parte di esse non mi appartengono, magari è questione d'età. Io conto più anni rispetto a Cath.
"A volte scrivere è come correre in discesa, con le dita che si muovono a scatti dietro di te sulla tastiera come fanno le gambe quando non riescono a stare al passo con la forza di gravità."
Certo è che con questo romanzo la scrittrice crea protagonisti che si avvicinano fin troppo alla realtà, anche Levi, ad esempio. Non pensate che Levi sia il solito principe azzurro impeccabile nell'aspetto e dai modi ineccepibili, ma anche lui sbaglia, ed è questo soprattutto ciò che mi ha fatto apprezzare il romanzo, quello di aver letto di due protagonisti che non sono perfetti, anzi tutt'altro.
Con questo romanzo la Rowell mette in mostra anche aspetti della vita delle due gemelle ma trattandoli sempre con toni soft, leggeri leggeri così da poter consentire questa lettura anche ai più giovani. 
Se siete in cerca di una storia che vi conquisterà con i suoi toni dolci e gentili e che vi rapisca con la sua semplicità, allora "Fangirl" è il libro adatto per voi.
Consiglio il libro, imperdibile.
4.5/5 STARS!!!!

Bene lettori, questo è quanto su Fangirl. Spero la mia recensione possa invitarvi alla lettura.
Scrivetemi nei commenti cosa ne pensate, vi aspetto.
Un abbraccio ♥


9 commenti:

  1. Anch'io oggi ho pubblicato la recensione di questo libro!
    Dire che l'ho amato è poco! *W*

    RispondiElimina
  2. devo subito aggiungerlo in lista

    RispondiElimina
  3. Bello! Un libro speciale che piace anche vecchie ragazze come me
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Virgy...ma che ragazza vecchia, sei young eccome, ma con due gioiellini accanto. Un bacione, soprattutto ai piccoli, sono troppo belli ♥

      Elimina
  4. Io lo inizio oggi! Non vedo l'ora di fangirlare anche io *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, vedrai che in Cath ti ritroverai, non in toto magari, ma in alcune piccole cose si!!!

      Elimina
  5. Awww. Mi sta piacendo molto anche a me.
    Sento Cath quasi fosse una sorella e Levi lo adoro. E' il mio lui nascosto! xD

    RispondiElimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!