/ La Rapunzel dei libri (e non solo): Recensione: "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill

venerdì 24 luglio 2015

Recensione: "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill

Recensione di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss met Matt".
Eccovi, amici, una recensione fresca fresca. Il libro di oggi è "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss Met Matt". Un libro autoconclusivo, pubblicato a giugno dalla casa editrice italiana "De Agostini".

Recensione di "Regole d'amore per amici confusi" di Ellie Cahill, noto come "When Joss met Matt".
Regole d'amore per amici confusi
Titolo: Regole d'amore per amici confusi
Titolo originale: When Joss Met Matt
Scrittrice: Ellie Cahill
libro autoconclusivo

Il primo anno di università può essere complicato, si sa. Soprattutto quando il tuo fidanzato storico ti lascia senza troppi giri di parole. È quello che succede a Joss, e la delusione le lascia davvero l’amaro in bocca. Un sapore da cui fatica a liberarsi, nonostante i corteggiatori non le manchino. Ma tutto cambia quando Joss incontra Matt: lui è bello e gentile, forse non proprio il suo tipo ideale. Eppure tra i due la complicità è immediata. Così, tra una confidenza e un bicchiere di vino, accade che Matt e Joss si ritrovino a elaborare e a verificare una teoria: per far svanire l’amaro in bocca di una delusione amorosa è necessario passare la notte in compagnia di un buon amico. Uno che non chieda niente al risveglio, uno che sia disposto ad essere semplicemente un sorbetto per rinfrescare il palato tra una relazione e un’altra. Ed è così che Matt e Joss decidono di diventare amanti di notte e amici di giorno. Tutte le volte che vogliono, tutte le volte che ne hanno bisogno. Stringono un patto, un vero e proprio contratto a cui attenersi scrupolosamente per gestire il proprio rapporto. La teoria del “sorbetto” sembra funzionare alla perfezione per molti anni. Finché uno dei due non infrange la regola più importante di tutte: non innamorarsi.
"Era un porto sicuro in un mare in tempesta, e non riuscivo proprio a immaginare di perderlo." Joss
Mi sono bastati un giorno e mezzo per iniziare e ultimare questo libro. Dopo aver letto libri che non hanno suscitato emozioni in me, come "La mia meravigliosa rivincita" di Penelope Douglas, il libro di Ellie Cahill è stato una manna del cielo, una boccata di aria fresca, insomma un vero sollievo. Questo è il libro più consigliato per l'estate. Fresco e brioso. La scrittrice è davvero molto brava perchè è riuscita a combinare perfettamente il passato e il presente. Con grande maestria (mi inchino alla scrittrice) Ellie Cahill racconta il passato tramite il corso dei ricordi di Joss. In effetti per poter spiegare quanto è raccontato nel presente non si può prescindere dal passato. La storia viene narrata a partire dai 7 anni prima, il primo giorno del college, esattamente quando Joss incontra Matt, l'inquilino che abita al piano sotto il suo. L'incontro è causale e ancora non sanno cosa il destino gli riservi. Vi dirò che questi salti temporali sono stati così ben affrontati dalla scrittrice che non ho sentito il loro peso, mi sono molto piaciuti perchè ben architettati nel corso della narrazione. Un altro inchino alla scrittrice lo devo per la sua briosità, ha scritto un libro davvero piacevole, ha inventato due protagonisti di carta simpatici, ironici al punto giusto e incasinati, diciamo pure così, dal punto di vista sentimentale. Sono gli stessi protagonisti ad ammettere di non capirci nulla dei sentimenti, ma in tutti questi sette anni devono aver pure imparato qualcosa, alla fine non sono più i due adolescenti di una volta, anche se non hanno per nulla perso quel sorriso di una volta.
"Quindi dobbiamo Sorbettare per tornale alla Sorbettabilità originaria?" Matt
Così facendo,  Ellie Cahill  ci racconta di una sorta di crescita interiore dei protagonisti, la loro storia mi ha ricordato molto il film "Friends with benefits", il nostro "Amici di letto", il cui rapporto però non è esattamente uguale a quello che nel libro viene raccontato di Matt e Joss. Come nel film, anche in questo libro i due protagonisti non sono dei semplici amici, ma dei amici che condividono anche qualcosa che va oltre l'amicizia, il cosìddetto: sesso sorbetto. Per capirci meglio, per "sesso sorbetto" loro intendono il sesso post relazione finita male. Dopo ogni relazione sentimentale, Joss e Matt, per così dire, "si puliscono il palato", l'uno con l'altro. Questo è durato per ben 7 anni, incredibile vero? Senza che nessuno dei due si facesse avanti o per chiuderla lì o per chiedere all'altro qualcosa di più. Il loro "sesso sorbetto" ad intermittenza ha fatto sì che Matt e Joss potessero diventare migliori amici, certo per condividere una cosa così intima penso sia il minimo. 
"Amore era conoscere qualcuno, conoscerlo davvero, e desiderare di starci insieme. Amore era tenere talmente tanto a una persona da anteporre i suoi bisogni ai propri. Amore era condividere passioni , storia, fiducia. Tutto questo, oltre alla ferma convinzione che la vita sia meglio con il tuo amore che senza. Che tutto quello che succederà dopo sarà più semplice, più felice, più ricco, e tutto grazie a lui." Joss
Sembra che tutti se ne siano resi conto, meno che i protagonisti, di quanto l'uno provi nei confronti dell'altro, d'altronde erano entrambi consapevoli che il loro gioco potesse terminare nel momento in cui uno si innamorasse, solo non sapevano che l'uno potesse innamorarsi perdutamente dell'altro. Peccato solo che l'abbiano capito così in ritardo.
Non posso eccepire nulla in questo romanzo, i due protagonisti sono stati molto piacevoli, conoscere gli eventi che cambiano la vita e le persone e poter contare su qualcuno hanno fatto vedere il libro per quel che è effettivamente. "Regole d'amore per amici confusi" non vuole essere un romanzetto solo simpatico, bensì, con il suo contenuto, vuole mandarci un messaggio speciale: l'amicizia. Anche se in questo caso l'amicizia viene concepita in modo non proprio corretto, è lodevole quanto Matt e Joss siano presenti l'uno per l'altra. Un legame fortissimo, indissolubile, che accompagnato dallo stare bene a letto, fa nascere una bellissima storia d'amore. D'altronde non ci poteva essere finale migliore per i romanticoni come noi. 
"Diventa responsabile della tua felicità. Diglielo. Provaci."
Un altro aspetto molto carino è stato quello del gatto Dewey, non so perchè ma l'ho immaginato come il gatto di una mia amica, bellissimo, con un pelo così soffice da farmi desiderare di accarezzare qualcosa di soffice nel corso della lettura. Davvero divertenti gli incontri-scontri tra Joss e Dewey, che con i suoi "meo" o "miao" ha fatto conoscere la sua opinione nel corso della lettura. Il libro mi è piaciuto anche per il fatto che è sorto l'amore per gli animali, un tema importantissimo e ben affrontato dalla scrittrice, si è notato fin da subito quanto amore la scrittrice nutri per gli animali anche perchè Joss è un tecnico veterinario. 
Vedete lettori, non avevo aspettative per questo libro, ma vi dirò che mi è piaciuto particolarmente. Data la velocità di lettura e la fantastica penna della scrittrice è stato un grande piacere abbandonarsi alla sua lettura. Detto questo non posso non consigliarvi la sua lettura, in una estate così bollente come la nostra. 
Mi è piaciuto così tanto che complessivamente valuto questo romanzo così:
E voi cosa ne pensate? Lo avete letto o non ancora? Curiosa dei vostri pareri, scrivetemi nei commenti, un grande bacione, la vostra Rapunzel.

4 commenti:

  1. Ciao!
    Io l’ho finito da poco e l’ho trovata una lettura davvero fresca e divertente, adatta per l’estate, ma devo dire che Joss mi è sembrata più che altro una ninfomane disperata ahah
    Spesso alcune scene erano patetiche… O sono io?
    Matt era davvero adorabile, anche se sono sicura che tutte preferiamo i bad boy che ci suscitano mille emozioni e tremiti al cuore, dico bene ;)?
    Se ti va di dare un’occhiata alla mia recensione questo è il link:
    Raggywords: Recensione ‘Regole d’amore per amici confusi’
    Scusa per l’eventuale spam indesiderato…
    _Rainy_

    RispondiElimina
  2. Ciao, eh beh si, questo romanzo è quella ventata di aria fresca che serve in una estate afosa come questa. I protagonisti tutto sommato non sono niente male, certo potevano aprire molto prima gli occhi, ma va bene anche così. Passo per la recensione domattina. Un saluto xD

    RispondiElimina
  3. un libro davvero leggero e semplice che vale la pena di leggere per passare un pò di tempo rilassante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi trovo pienamente d'accordo con te Susy, bacioni <3

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!