/ La Rapunzel dei libri e non solo | Rosalba Ranieri : Recensione: 'Quando all'alba saremo vicini' di Kristin Harmel

giovedì 22 ottobre 2015

Recensione: 'Quando all'alba saremo vicini' di Kristin Harmel

Cari lettori oggi voglio parlarvi di un libro che ho ricevuto grazie Garzanti, 'Quando all'alba saremo vicini' di Kristin Harmel, noto negli Usa come 'The life intended.'


Versione cartacea, ricevuta da Garzanti



Titolo: Quando all'alba saremo vicini
Titolo originario: The life intended
Scrittrice: Kristin Harmel
Libro auto-conclusivo
Pagine: 336
Data di pubblicazione: 08/10/2015
Casa editrice: Garzanti

È quasi sera, l'aria è tiepida e le sfavillanti luci della Quarantottesima strada si stanno accendendo una per una. A Kate sembra quasi che stiano indicando il percorso del suo cammino. Non le manca proprio niente per essere di nuovo felice: ama il suo lavoro di musicoterapeuta e, a casa, il suo compagno Dan la sta aspettando per portarla alla grande festa che ha organizzato per festeggiare il loro fidanzamento. Ma anche se non riesce a confessarlo nemmeno a sé stessa, Kate non ha ancora superato il dolore che si nasconde nel suo passato. Perché dodici anni prima l'uomo che amava più di tutti al mondo, Patrick, suo marito, se n'era andato, all'improvviso, proprio prima di confidarle un segreto che avrebbe cambiato per sempre la loro vita. Kate non è mai riuscita a scoprire di cosa si trattasse. Eppure adesso, quando tutto sembra lontano, Patrick inizia ad apparirle in sogno. È insieme a una bambina, e stanno cercando di dirle qualcosa. All'inizio Kate crede sia solo un incubo. Ma quando per caso conosce una bambina identica a quella del sogno, capisce di non potere più ignorare il passato. Perché negli occhi di quella ragazzina si nasconde una rivelazione sconvolgente, un segreto lontano, forse lo stesso che Patrick avrebbe voluto rivelarle anni prima. E che forse adesso può far guardare Kate al futuro con occhi nuovi. Occhi pieni di luce e gioia, come quelli che brillano di fronte a una nuova alba.  

E' arrivato il momento di parlarvi di un libro atteso:  'Quando all'alba saremo vicini' di Kristin Harmel, uno dei romanzi più profondi e intensi che abbia letto fin'ora.
La scrittrice è già nota in Italia per aver pubblicato un altro romanzo molto avvincente, dal titolo 'Finché le stelle saranno in cielo', che ha fatto battere tanti cuori e sognare molti lettori e con l'ultimo romanzo non è stata da meno. Vedete, questa scrittrice ha saputo infondere in me quello che mi serviva per appassionarmi al romanzo. Mi sono bastate poche ore per perdermi nella storia. La scrittrice ha saputo far sì che la storia mi coinvolgesse fin da subito, infatti fin dalle prime parole ho sentito di esser parte del romanzo. Ormai ero diventata una spettatrice che vedeva evolversi pian piano la storia, che prendeva vita con le parole della scrittrice dinnanzi ai miei occhi.
Non ho solo apprezzato la storia ma anche lo stile, la fluidità del testo ha fatto sì che potessi leggere il libro con velocità ma soprattutto la penna della scrittrice mi ha affascinata e man mano che proseguivo la lettura mi ha veramente toccata. Sapete, quella che racconta Kristin Harmel è una storia che sa di amore per la vita. 
Personaggio principale è Kate, una donna che ha sofferto tanto in passato per la perdita, in modo alquanto brutale, dell'amore della sua vita, suo marito Patrick. Quel maledetto 18 settembre la vita di Patrick si spegne per una donna ubriaca alla guida e la vita di Kate sprofonda nella tristezza, nel buio. Una perdita del genere l'ha segnata nel profondo. L'amore che prova per Patrick è molto forte e destinato a non morire mai, neanche dopo 12 anni si è spento quel sentimento così potente. Troppe volte Kate si è sentita dire di dover prendere in mano la propria vita, affrontare il dolore, la perdita e ritornare ad amare, magari un altro uomo, che sapesse prendersi cura di lei, e questo accade con Dan, un uomo molto diverso da Patrick.
La vita di Kate procede tranquilla e serena fin quando una sera non fa un sogno dai tratti vividi,  e si ritrova nella sua vecchia casa con suo marito Patrick e una bambina Hannah che la chiama mamma. Questi sogni sembrano così veri e reali eppure sono ben lontani dalla realtà, perchè la vita reale quella con Dan ritorna sempre, insomma è come se Kate vivesse una vita parallela, quella con Dan e quella con Patrick e Hannah. Inizialmente i sogni appaiono del tutto privi di significato, ma man mano che il lettore si inoltra nel racconto capisce che questi sogni saranno fondamentali per Kate, per la vera Kate.
Grazie a questi sogni Kate inizia un cammino che cambierà la sua vita. Comprende fin da subito che desidera con impazienza la maternità, un bimbo suo che la chiami mamma o una bambina di cui prendersi cura, amare e coccolare, ma sa che non potrà mai restare incinta, così le ha detto il ginecologo. Allora perchè sogna suo marito morto e una figlia presunta? 
A ben guardare, la ragazzina che le appare nei sogni, Hannah, non è come le altre, è speciale, è ipoacusica ma con l'impianto cocleare riesce a sentire e parlare come se non lo fosse. E'alla vista di quella bambina, dal cuore grande, che Kate inizia ad avvicinarsi al mondo degli ipoacusici. Inizia a imparare il linguaggio dei segni e grazie ad Andrew, il suo insegnante, lavorerà come musico terapista accanto a questi ragazzi speciali. Sapete, questa parte del libro mi ha aperto un mondo che ignoravo. Non conoscevo le tecniche di musicoterapia e il mondo degli ipoacusici. Un mondo che mi ha affascinata e colpita, sono rimasta davvero senza parole. Saranno state le parole della scrittrice, ma il legame che nasce tra Kate e le ragazze è davvero speciale, fondamentale, non solo per loro ma anche per Kate. 
Kate continua a sognare la vita che avrebbe avuto con Patrick accanto, e capisce quanto i suoi sogni siano preziosi per la vita che ora conduce, aiutando le ragazze, restandole accanto. 
Questo romanzo mi ha insegnato molto, ma soprattutto ha fatto nascere dentro me sentimenti contrastanti tra loro. Se da un lato ero triste all'inizio del romanzo, per la morte dell'amato marito, dall'altro ero felice perchè la scrittrice non ci racconta della solita storia d'amore, ma apre un mondo, quello dell'amore materno, dell'amore provato e ricambiato. Non è l'amore tra due amanti bensì quello tra una madre e una figlia a esserci raccontato. Un amore così profondo, intenso, inspiegabile, che nasce e basta, senza motivi. Un amore forte, solido, rigido. 
In questo romanzo leggiamo di una donna che si era persa ma che pian piano si ritrova, concedendosi un'altra possibilità, quella di vivere felice. Un percorso di rinascita, perchè, rispetto i primi capitoli, negli ultimi Kate è diversa, è una donna tenace ed ambiziosa. 
Non c'è nulla che mi è piaciuto più di tutto in questo romanzo perchè nulla è fuori posto ma tutto è armonioso, tutto va come deve andare e ancor meglio tutto è raccontato con leggiadria. 
Amo questi romanzi che ti colpiscono dentro, che ti portano a pensare e che un po ti cambiano. Forse non ci accorgiamo, ma non siamo immuni a queste storie toccanti, che ci segnano dentro.
Un romanzo degno di essere letto, divorato, amato e coccolato tra le braccia di un lettore. 
Vi consiglio, senza indugi, la lettura.
Ecco la mia valutazione:

Questa è una recensione scritta in base alle sensazioni che questo romanzo ha suscitato in me. Come potete ben comprendere, è stato un romanzo davvero molto bello, meraviglioso oserei dire. 
Per questo libro sono davvero curiosa dei vostri pareri, scrivetemi nei commenti, se vi va.
Per oggi è tutto, l'appuntamento con Rapunzel a domani.

Baci, Rapunzel.

4 commenti:

  1. Che bella recensione *_* Ora che mi ci fai pensare, non ho mai letto un libro che parli di amore materno piuttosto che della solita storia d'amore, sembra una trama piuttosto originale, lo proverò di sicuro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pamy, il libro è davvero originale. Considigli una possibilità, vedrai, non te ne pentirai. xD

      Elimina
  2. ottimo consiglio, come sempre le tue recensioni mi fanno venire voglia di leggere un libro in più :-)
    lo aggiungerò alla mia lunga lista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susy sei molto dolce. Grazie. Sono contenta che le mie recensioni sortiscono questo effetto nei tuoi confronti. Un bacione. Mi faccio un bel giro sul tuo angolino. <3

      Elimina

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!