martedì 26 luglio 2016

'Emancipated. L'altra faccia della libertà' di M.G. Reyes | RECENSIONE

Ben ritrovati lettori, oggi voglio parlarvi di un romanzo che attendevo da tempo: ‘Emancipated. L'altra faccia della libertà’ di M.G. Reyes, edito a giugno da Harper Collins.
EMANCIPATED. L'ALTRA FACCIA DELLA LIBERTA' (EMANCIPATED) | M.G. REYES |
EMANCIPATED SERIES #1 (1.EMANCIPATED -2.INCRIMINATED -3.NO TITLE) |
MISTERY | 308 PP. | HARPER COLLINS | 16/06/2016
Il bad boy, la brava ragazza, la diva, lo sportivo, la rocker, la nerd: sei ragazzi bellissimi e legalmente liberi dal controllo dei genitori per varie ragioni, ma con una cosa in comune: un segreto da nascondere.
Segreto nr. 1: non tutti sono ciò che sembrano
Ora vivono insieme in una casa a Venice Beach, si comportano come se appartenessero a una grande famiglia e vivono le proprie bugie. Uno ha assistito a un delitto, un altro potrebbe essere un assassino... e un terzo è lì per spiarli.
Segreto nr. 2: la libertà non è gratis
Mentre si aggrappano a un sogno di libertà e abbassano la guardia, il passato di soppiatto si avvicina. E quando uno di loro viene arrestato, la facciata accuratamente costruita degli altri si sgretola.
Segreto nr. 3: la verità prima o poi salta fuori.
Fino a che punto saranno disposti ad arrivare per nascondere il passato? E chi tradiranno per proteggere il proprio futuro?

RECENSIONE

Nel post What’s on my bedside table? vi anticipavo che a incuriosirmi del libro è stato senza dubbio, in un primo momento, il titolo: EMANCIPATO.
Ebbene, con questo romanzo conosciamo il codice della famiglia della California, in particolare l’art 1720 e impariamo che lì, i minori, che hanno raggiunto almeno i quattordici anni d’età (da noi sedici), posso richiedere istanza di emancipazione e diventare così minori emancipati. Dovranno pertanto non più contare sui loro genitori, su un posto dove stare, come la loro casa, ma devono costruirsi da soli,  amministrando autonomamente le proprie finanze. Certo, è molto avventato emancipare ii quattordicenni, e in modo così facile, come ci racconta il libro, ma sarà stato il sogno di tutti noi, quello di godere a quell’età la libertà che si può respirare solo alla maggiore età.
Quanti quattordicenni oggi vorrebbero andar via di casa solo perché i genitori sono molto severi o rigidi con loro, ma al giorno d’oggi è davvero difficile costruirsi un futuro dopo la maggiore età, con una laurea tra le mani, figurarsi a quattordici anni, quando ancora non hai quell’esperienza che per qualsiasi mestiere è richiesta, quando non sai ancora come affrontare alcune situazioni, quando ancora non si ha una chiara idea del mondo reale.
La scrittrice infatti ci mostra quanto possa essere pericoloso emancipare sei minorenni, che ritroviamo tutti in una casa a Venice Beach, ognuno per motivi differenti.
Candace e Grace sono sorellastre, Candace si trasferisce in California per inseguire il suo sogno, quello di diventare un’attrice famosa, mentre Grace accompagna sua sorella. A loro si unirà Paolo, istruttore di tennis, con il sogno di diventare un avvocato per la difesa dei diritti umani; John Michael, il quale lascia la sua casa dopo il suicidio del padre; Lucy, chitarrista rock e ragazza scapestrata, e infine Maya, la più piccola di tutti, che si emancipa perché sua zia non può prendersi cura di lei.
Ognuno di loro si metterà nei guai, d’altronde cosa vi sareste aspettati?  Sono proprio le questioni in cui sono invischiati i protagonisti a rendere accattivamene il romanzo, quello che spinge il lettore a continuare la lettura. Preparatevi a non voler più riporre il libro perché desidererete scoprire sempre dell’altro per andare in fondo a tutte le situazioni.
E’ chiaro che io abbia dei protagonisti preferiti, quelli che mi hanno affascinato di più, quelli grazie ai quali ho terminato in pochissimo tempo il romanzo.La protagonista che ho più apprezzato è stata Lucy, nasconde tanti segreti e tutti i lettori più curiosi ameranno il suo personaggio, vorrete conoscere la verità, tutta la verità sul suo conto, sul suo passato e su quell’evento che le ha cambiato per sempre la vita.
Non solo Lucy, ma c’è un altro protagonista che non vi lascerà altra scelta che adorarlo, ed è John Michael. Quale il suo passato? Cosa è successo a suo padre? La sua vita è ricca di misteri, che il lettore desidera scoprire con molta avidità.
Gli altri protagonisti sapranno coinvolgervi ugualmente, magari con minor intensità come nel mio caso, d’altronde il romanzo nasce anche grazie agli altri quattro personaggi, ma sono Lucy e John Michael quelli che ho più apprezzato, quelli grazie ai quali ho ben valutato il romanzo. Magari mi sarebbe piaciuto approfondire di più questi protagonisti, i loro pensieri, le loro sensazioni, qualcosa di altamente improbabile, in quanto in questi tipi di romanzi è molto difficile soffermarsi di più su uno dei protagonisti e tralasciare gli altri.
Non posso svelarvi nient’altro, ma posso consigliarvi questo romanzo se siete amanti del genere. Io ho apprezzato notevolmente l’aspetto misterioso, molto più di quello amoroso, vuoi perché non è il solito Young Adult. Anzi, non aspettatevi un Young Adult come gli altri, vi trovereste dinnanzi un romanzo totalmente diverso, vi sembra quasi non riconoscerlo come un YA, a me è parso così. Comunque è un romanzo che vi terrà compagnia in modo molto piacevole.
Se cercate una lettura fuori dal comune, che si distingua, allora Emancipated è il libro che cercate.
Mi preme avvisare voi lettori che ‘Emancipated non è un libro auto-conclusivo, infatti ad ottobre ci aspetta in libreria ‘Incriminated. In fuga per la libertà’, secondo libro della trilogia.
UNA LETTURA FUORI DAL COMUNE E MOLTO PIACEVOLE.
Bene lettori, questo è tutto per Emancipated. Cosa ne pensate? Credete sia il libro che faccia al caso vostro? Magari mi avete anticipato nella lettura, allora raccontatemi, cosa ve ne pare?
Un abbraccio a tutti voi, vi aspetto nei commenti come sempre.
Baci, R.

Nessun commento:

Posta un commento

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Ti aspetto!