lunedì 26 marzo 2018

Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus | Recensione

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di Uno di noi sta mentendo di Karen M. McManus, edito da Mondadori. Sul  romanzo, la casa editrice ha realizzato una lettura condivisa, durante la quale (per chi l’avesse persa) ognuno dei noi blogger partecipante ha indossato le vesti di un detective e ha iniziato ad ipotizzare chi fosse il reale colpevole. I miei due post li trovate qui e qui
Prima di iniziare la recensione voglio precisare che non è mia intenzione svelare nulla che voi possiate ritenere Spoiler, perciò tutti voi, che l’abbiate letto o meno, potete continuare la lettura. Magari questa recensione è rivolta a te che non hai ancora letto il romanzo ma che devi rimediare al più resto perché non sai cosa ti stai perdendo. 
RECENSIONE 
Se non avessi partecipato alla lettura condivisa durata ben tre settimane avrei letto e divorato questo libro in pochissime ore perché è uno di quei libri che ti coinvolge non appena inizi a leggerlo. Irrimediabilmente ti trovi a combattere contro la sensazione di non voler riporre il libro.  
Ho dovuto fare i conti con il mio desiderio di scoprire il colpevole o meglio chi mentiva in ordine alla morte di Simon perché tutti i quattro indiziati nascondono segreti che non vorrebbero rivelare per nessun motivo. 

Simon, l’ideatore dell’app Senti Questa,in cui vengono svelati i pettegolezzi dei suoi compagni di scuola, muore a Scuola, presso l’aula in cui Simon e altri quattro ragazzi, indiziati e possibili colpevoli, scontano la punizione. 
I quattro compagni sono scossi dell’accaduto e dapprima testimoni oculari dell’accaduto diventano poi sospettati, nei cui confronti gli agenti della polizia iniziano ad indagare, in quanto sono i loro segreti che Simon avrebbe pubblicato l’indomani e per la polizia chi meglio di loro può avere il moevemnte migliore per uccidere Simon?

Nonostante le verità svelate, nessuno di loro quattro giudica l’altro, ognuno ha sbagliato ma nessuno incolpa l’altro ed è così che i quattro indiziati diventano amici, perché l’unione fa la forza e insieme troveranno il vero colpevole della morte di Simon.

 I principali indiziati diventano gli stessi investigatori. Cosa scopriranno? Sarà uno di loro il vero colpevole? O nessuno di loro sia coinvolto con la morte di Simon?

Non leggo molti libri con un mistero da risolvere ma questo non me lo saperei perso per alcuna ragione. Nonostante la mia inesperienza ritengo che Uno di noi sta mentendo è cosi ben scritto e curato nei minimi dettagli che tiene i lettori appesi ad un filo per capitoli e capitoli.  Non è assolutamente facile venire a capo del rompicapo. Nulla è lasciato al caso e nulla è banale, tutto torna dopo che i cattivi hanno ciò che si meritano. Insomma, i tasselli del giallo sono indefiniti per lungo tempo ma comunque la scrittrice ci serba un finale con i fiocchi. 

Perché il libro è un concentrato di mistero, di amicizia, famiglia e anche amore, non cambierei assolutamente nulla. Anche la McManus ci racconta della difficoltà di essere adolescenti. Oggi più che mai sono loro a vivere frustrazioni, depressione e maturare istinti suicidi. Tuttavia il modo di raccontare della McManus è singolare: al centro del romanzo non c’è la vittima, ma i potenziali carnefici, ed è attraverso i quattro indiziati che il lettore arriva a conoscere Simon.  

Ho subito simpatizzato per Browyn e Nate, tra i quali sembra che la vicenda li abbia avvicinati anche sentimentalmente. Ho apprezzato la nuova Addy grintosa e badass, lontana dall’influenza del suo ex ragazzo Jake che aveva il controllo della sua vita. Anche l’evoluzione di Cooper mi é piaciuta un sacco, in quanto in lui ho visto un ragazzo timoroso come molti, che tuttavia
Lotta per la felicità.

Ognuno di loro insegna ad esser solidali nella difficoltà e a trarre del bene anche nelle situazioni spiacevoli. Il mondo degli adolescenti può anche essere incomprensibile ai più grandi ma il segreto per sopravvivere a quella fase della vita è avere accanto le persone giuste. 

Circondatevi di amici veri e amate la vita con tutte le sue sfaccettature: sappiate godere i vostri giorni felici e ad apprezzare ciò che c’è di buono nei vostri giorni tristi. Fate tesoro della vostra vita, è un dono incommensurabile. Prima di pensare di non essere importanti in questo mondo, pensaci bene, non vi è data possibilità di cambiare scelta.



UNO DI NOI STA MENTENDO DI KAREN M. MCMANUS
Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po' ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi.
Cinque studenti sono costretti a trascorrere un'interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un'università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall'andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d'oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l'ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l'emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata "pubblica" nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell'aula solo in quattro usciranno vivi. All'improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell'omicidio...
 Bene lettori per oggi è tutto. Cosa pensate del romanzo? L’avete letto? Lo leggerete?
Vi aspetto nei commenti.
Un abbraccio, Rosalba 💓 

4 commenti:

  1. A me ha stupito tantissimo perchè solitamente gli YA non mi prendono più come una volta ma questo ci è riuscito benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica hai ragione, con questo libro la scrittrice mi ha coinvolto fin da subito. Comunque è capitato anche a me con il genere Adult fiction, purtroppo mi ha un po’ stancato però se lo leggo a pochi dosi all’anno non mi dà fastidio.
      Un abbraccio 💓

      Elimina
  2. Mi mancano giusto gli ultimi tre-quattro capitoli. L'ho trovato carino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giusy ti auguro ancora buona lettura perche sei giunta li per li perché tutti i pezzi del puzzle vadano al proprio posto. Un abbraccio 🤗

      Elimina

TI POSSONO INTERESSARE

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!